Formula 1Gran Premio Russia

GP Russia, qualifiche: insaziabile Leclerc!

Il monegasco della Ferrari partirà per la quarta volta consecutiva dalla prima posizione, davanti a Lewis Hamilton e al compagno di squadra.

A Sochi non si interrompe la serie di pole position targate Ferrari, anche se la Mercedes è apparsa competitiva e pregusta già un’accesa sfida sul circuito russo.

Il Gran Premio di Russia vedrà Charles Leclerc scattare dalla prima posizione, seguito da un combattivo Lewis Hamilton. All’ultimo tentativo, il pilota britannico è riuscito a portarsi quasi a mezzo secondo dal monegasco, spezzando una prima fila tutta Ferrari.

Dietro di loro, in fotocopia, Sebastian Vettel e Valtteri Bottas. Il finlandese della Mercedes ha commesso un errore durante le ultime battute della Q3, perdendo di fatto la possibilità di guadagnare una posizione migliore.

Q1:  incidente per Albon e bandiera rossa

Allo spegnersi dei semafori sulla prima sessione di qualifica, sono state le Ferrari a scendere per prime in pista. Le due rosse hanno attraversato una Q1 molto differenziata l’uno dall’altro, complice ancora una volta un errore di Sebastian Vettel.

Durante una delle ultime curve, il tedesco ha perso il controllo della propria monoposto, andando lungo e uscendo di pista. Fortunatamente, il quattro volte Campione del Mondo non è andato a muro ed è riuscito a preservare la propria vettura, anche se nei giri successivi ha faticato a trovare il giusto ritmo.

Meno fortunato, invece, Alexander Albon. A circa sei minuti dalla fine della prima sessione, il pilota della Red Bull ha perso il controllo della sua monoposto, andando in testa coda e impattando contro le barriere di protezione.

Purtroppo la vettura ha riportato la rottura dell’alettone posteriore e ha costretto il tailandese al ritiro, oltre che all’interruzione della sessione di prova. Nonostante il forte impatto, Albon ha lasciato la pista autonomamente.

A sessione ripresa, il tedesco della Ferrari è riuscito a lanciare la zampata e a conquistare la prima posizione, sfatando qualsiasi ipotesi di danno alla vettura. Tra le altre, ottime sono state anche le prestazioni delle due McLaren, entrambe qualificate per la sessione successiva.

Sorprendente, invece, il fatto che tra le due Alfa Romeo sia stata quella di Kimi Raikkonen a non entrare in Q2. Il suo giovane compagno di team, invece, ha chiuso in quindicesima posizione, salvandosi per un pelo dall’eliminazione.

Al termine della Q1, quindi, i piloti esclusi sono stati (oltre al finlandese): George Russell, Robert Kubica, Alexander Albon e Daniil Kvyat, che non ha registrato nessun tempo.

Q2 senza drammi

Più tranquilla è stata la seconda sessione di qualifica. All’avvio del cronometro, tutti i piloti sono scesi in pista per registrare subito il tempo migliore.

Dopo un primo lampo da parte dei due piloti Mercedes e di Max Verstappen, che sarà comunque penalizzato e scivolerà a metà classifica, Charles Leclerc ha segnato l’ennesimo settore veloce, mettendosi di fatto in pole provvisoria.

L’altro pilota Ferrari è stato invece leggermente ostacolato durante la seconda uscita dalla pia lane. Mentre transitava per tornare in pista, ha dovuto frenare la sua monoposto per lasciar passare Pierre Gasly, fatto uscire dal box proprio nel momento in cui stava sopraggiungendo il tedesco.

Il francese della Toro Rosso è poi stato escluso dalla terza sessione di qualifica, lasciando spazio in Q3 ai due piloti della McLaren e ai due piloti della Renault. Buona anche la performance di Romain Grosjean, che durante gli ultimissimi secondi della Q2 è riuscito a mettere la propria monoposto in sesta posizione.

A essere eliminati, purtroppo, sono stati anche Sergio Perez, Antonio Giovinazzi, Kevin Magnussen e Lance Stroll.

Q3, Leclerc poleman anche a Sochi

La lotta alla pole position si era già preannunciata molto serrata e così è stato. Fin dall’inizio è stato un botta e risposta tra le due Ferrari e le due Mercedes.

Al termine del primo tentativo, Hamilton ha lamentato di non riuscire a guidare e a essere veloce tanto quanto avrebbe voluto, trovandosi a mezzo secondo dalla pole posizione virtuale di Leclerc. Pole position che si è poi tramutata in realtà, dato che il monegasco ha sbalordito tutti mettendo in saccoccia l’ennesima pole position in Ferrari.

Dietro di lui, Hamilton ha cercato di interrompere la scia della furia Rossa, dovendosi però accontentare della seconda posizione, quasi a mezzo secondo. Nonostante tutto, il pilota britannico è apparso particolarmente contento di aver conquistato quella posizione, pregustando già una battaglia con il giovane pilota della Ferrari.

Anche la seconda fila sarà occupata da una Rossa e da un Freccia d’Argento, dato che Vettel scatterà dalla terza posizione e Bottas dalla quarta piazza, avvantaggiato dalla penalizzazione di Verstappen.

Pos No Pilota Team Tempo Giri
1 16 Monaco Charles Leclerc Italy Ferrari 01:31.628 18
2 44 United Kingdom Lewis Hamilton Germany Mercedes 01:32.030 19
3 5 Germany Sebastian Vettel Italy Ferrari 01:32.053 22
4 33 Netherlands Max Verstappen Austria Red Bull 01:32.310 15
5 77 Finland Valtteri Bottas Germany Mercedes 01:32.632 18
6 55 Spain Carlos Sainz Jr United Kingdom McLaren 01:33.222 14
7 27 Germany Nico Hulkenberg France Renault 01:33.289 15
8 4 United Kingdom Lando Norris United Kingdom McLaren 01:33.301 14
9 8 France Romain Grosjean United States Haas 01:33.517 19
10 3 Australia Daniel Ricciardo France Renault 01:33.661 18
11 10 France Pierre Gasly Italy Toro Rosso 01:33.950 13
12 11 Mexico Sergio Pérez United Kingdom Racing Point 01:33.958 14
13 99 Italy Antonio Giovinazzi Switzerland Alfa Romeo Racing 01:34.037 14
14 20 Denmark Kevin Magnussen United States Haas 01:34.082 13
15 18 Canada Lance Stroll United Kingdom Racing Point 01:34.233 14
16 7 Finland Kimi Raikkonen Switzerland Alfa Romeo Racing 01:34.840 8
17 63 United Kingdom George Russell United Kingdom Williams 01:35.356 8
18 88 Poland Robert Kubica United Kingdom Williams 01:36.474 8
19 23 United Kingdom Alexander Albon Austria Red Bull 01:39.197 4
DNP 26 Russian Federation Daniil Kvyat Italy Toro Rosso 00:00.000 0

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.