Formula 1Gran Premio Russia

GP Russia, la pioggia rimescola le carte a Sochi!

Dopo aver guidato da leader gran parte della gara, l’arrivo della pioggia compromette la corsa di Lando Norris e regala la centesima vittoria in carriera a Lewis Hamilton

Un Gran Premio pieno di sussulti in terra russa, al termine del quale Hamilton firma il suo centesimo trionfo in carriera per un record straordinario

Era il 2004 l’ultima volta che abbiamo visto Ferrari, McLaren e Williams nelle prime tre posizioni alla partenza di un Gran Premio. Prima pole position in carriera per Lando Norris, affiancato dal suo ex compagno di squadra Carlos Sainz. Dietro subito in agguato l’inglese George Russell, alla cui destra partirà quello che invece sarà il suo futuro compagno di squadra, Lewis Hamilton. Il quale oggi avrà l’opportunità di riaffermarsi in testa al Mondiale durante il GP di Russia sul circuito di Sochi.

 

INIZIA IL GP DI RUSSIA!

Allo spegnimento dei semafori ottima partenza per il pole man, che sembra lasciarsi alle spalle un Carlos Sainz messo alle strette da Russell e da Hamilton. Ma sul rettilineo lo spagnolo approfitta della scia del suo ex compagno di squadra e riesce a diventare leader del Gran Premio. Partenza eccezionale per l’altro pilota Ferrari, che nel primo giro riesce a recuperare ben sette posizioni. Verstappen, invece, resta ancora piantato in diciassettesima posizione alle spalle di Latifi.

Hamilton perde tre posizioni nel primo giro e viene ingaggiato in un duello da Alonso per la sesta posizione, a cui però l’asturiano deve presto rinunciare. Lance Stroll conquista con la sua Aston Martin la quarta posizione, mentre Russell difende il suo terzo posto. Continua la marcatura di Bottas su Verstappen, rispettivamente in quattordicesima e quindicesima posizione, soltanto fino al sesto giro.

 

L’olandese risale in tredicesima posizione alle spalle di Leclerc, mentre quest’ultimo è impegnato in un duello con Sebastian Vettel di cui Verstappen approfitta, superando la Ferrari. Il duello per la prima posizione ricomincia al nono giro, quando Sainz inizia a soffrire di graining agli pneumatici anteriori e riduce così il gap con Norris, che lo supera al tredicesimo giro. Nel frattempo pit stop per Stroll, Russell e Carlos Sainz. Verstappen e Leclerc riescono a superare Vettel entrando così in top 10. Le prime tre posizioni, intanto, sono occupate da Norris, Ricciardo e Hamilton.

 

PROBLEMI AI BOX E PIT STOP LENTI

Velocissimo Max Verstappen nel GP di Russia sul circuito di Sochi, nella sua incredibile rimonta che lo piazza in sesta posizione. Al giro 23 pit stop molto lento per Ricciardo che consente a Hamilton di prendere la seconda posizione, mentre l’australiano rientra in quattordicesima posizione tra Ocon e Giovinazzi. Pit stop in contemporanea per Hamilton e Verstappen al giro 27, i quali rientrano rispettivamente in nona e dodicesima posizione. Norris rientra ai box e Sergio Perez diventa leader, seguito da Alonso e Leclerc. Sainz comincia a perdere terreno, superato dall’inglese della Mercedes e piantato alle spalle dell’AlphaTauri di Gasly.

 

Al giro 33 ritiro per Schumacher per un problema tecnico. Problemi per Leclerc e Perez, i cui lentissimi pit stop durano rispettivamente 4.8 e 8.9 secondi. Il monegasco è costretto così a rientrare in fondo al gruppo in tredicesima posizione, il messicano invece in quinta davanti al compagno di squadra. Il quale viene però poi superato da Fernando Alonso, che si piazza fra le due Red Bull. Norris spinge al massimo per tenere alle sue spalle Lewis Hamilton.

Leclerc riesce a rientrare in top 10 dietro alla Williams di Russell, superando anche quest’ultimo nel corso del giro 43 dei 53 previsti. Intanto cominciano ad apparire i primi sprazzi di pioggia. Perez sorpassa Ricciardo al giro 45, cominciando la caccia al terzo posto occupato da Carlos Sainz. Al giro 48 il messicano prende la posizione sullo spagnolo, mentre il duello tra Norris e Hamilton si infiamma sotto la pioggia. Diversi piloti cambiano gli pneumatici a cinque giri dalla fine.

ARRIVA LA PIOGGIA A SOCHI E CAMBIA TUTTO PER IL GP DI RUSSIA

Rientrano ai box anche Verstappen, Sainz e Ricciardo, mentre Leclerc resta fuori e sale in quinta posizione alle spalle di Fernando Alonso. Lo spagnolo dell’Alpine sorpassa Sergio Perez mentre Stroll va a muro, colpendo Gasly. Perez riprende la terza posizione dopo un lungo di Alonso, quest’ultimo colpito da Leclerc nel tentativo di sorpasso del monegasco.

La pista è scivolosissima e Norris, ancora con mescole slick, esce di pista, regalando la prima posizione a Hamilton il quale aveva appena cambiato gli pneumatici. Verstappen riesce a prendersi la terza posizione davanti alle due Ferrari. Problemi per Leclerc che si ferma in pista, ripartendo poi in undicesima posizione. Al giro 52 pit stop per Norris, che rientra in settima posizione. Lewis Hamilton prende così la centesima vittoria in carriera, salendo sul podio del GP di Russia a Sochi assieme a Max Verstappen e Carlos Sainz dopo un’emozionantissima gara.

 

 

 

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Sono appassionata di letteratura e di teatro, e studio per poter specializzarmi in questi due campi. Con la Formula 1 e i motori è stato amore a prima vista. Tifosa della Rossa nonostante tutto, la Formula 1 è tra le cose che più mi emozionano al mondo. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.