DichiarazioniFormula 1Gran Premio Russia

GP Russia, Hamilton: “Non una giornata brillante per me”

Sul circuito di Sochi, il campione della Mercedes conquista il terzo posto al termine di una gara, che lo vedeva partire dalla pole

Partito dalla pole position sulla griglia di partenza, al termine del GP Russia Lewis Hamilton ha tagliato il traguardo in terza posizione, dopo aver subito una penalità di 10 secondi

Oggi è andata in scena il GP Russia, decima prova della stagione di Formula 1 2020. Sul circuito di Sochi, non sono mancati colpi di scena tra incidenti e Safety Car. Al traguardo nelle prime tre posizioni, sono arrivati Valtteri Bottas con la Mercedes, Max Verstappen con la Red Bull e Lewis Hamilton con l’altra Mercedes.

Lewis Hamilton autore della pole position in qualifica, alla partenza riesce a mantenere la leadership della gara fino alla sua unica sosta. I commissari di gara hanno deciso di punirlo con una penalità di 10 secondi di stop and go, per aver infranto il regolamento nelle prove di partenza pre-gara. Il pilota della Mercedes, rinvia così la festa per il raggiungimento delle 91 vittorie di Michael Schumacher.

LEWIS: “PENSIAMO ALLA PROSSIMA GARA”

Al termine della gara, Lewis Hamilton è apparso piuttosto deluso. Le parole a caldo del pilota della Mercedes nel corso delle interviste post-gara: “Voglio innanzitutto tutti i fans che sono venuti in questo weekend. Non è stata una giornata brillante per me, ma va bene così.”

Nel corso della gara, dopo un’attenta verifica i commissari hanno deciso di infliggere una penalità di 10 secondi a Hamilton, per il suo comportamento avuto nelle prove di partenza nel giro di formazione. A questo proposito è stato chiesto cosa fosse successo al pilota inglese: Non importa, ormai è andata così. Mi prendo i punti che ho preso, e pensiamo alla prossima gara.”

Rientrato in pista, dopo la sosta il pilota della Mercedes si è trovato nel gruppo, dovendo affrontare l’ultima parte della gara in rimonta, con l’obiettivo di concludere sul podio: “Per quanto riguarda la rimonta, in realtà non ho fatto più di tanto. Ho tenuto la mia posizione e congratulazioni a Valtteri“.

Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button