2019Analisi della redazioneFormula 1Gran Premio RussiaPagelle

GP Russia 2019, le pagelle

Hamilton e Bottas beffano le Ferrari. Vettel, perfetto sino alla rottura

Va in archivio anche il weekend di Sochi: abbiamo provato a dare i voti ai protagonisti del GP.

 

 

LEWIS HAMILTON 10

Voto massimo perché non molla mai niente: si prende la prima fila al sabato,  corre da cagnaccio finché le Ferrari si trovano in testa alla domenica. Fortunato a ritrovarsi in testa dopo la VSC, martellante nel ritmo gara fino all’ultimo giro. HAMMER

VALTTERI BOTTAS 8.5

Buona gara la sua: perde tempo in avvio gara dietro Sainz, poi gestisce la seconda posizione tenendosi dietro Leclerc. SECONDO

CHARLES LECLERC 7.5

Aspettative alte vista la partenza dalla pole, smentite poi dall’esito dalla corsa. Da risolvere i conflitti interni al box: le comunicazioni via radio sono da ridurre, probabilmente. AGITATO

SEBASTIAN VETTEL 8

Gara perfetta sino al ritiro: partito dalla terza piazza, si prende la testa al via e non la molla disobbedo al team order. Come per il compagno, serve serenità e chiarezza all’interno del team. RIBELLE

MAX VERSTAPPEN 6.5

Rimonta dopo la penalità presa in qualifica, ma non è mai davvero vicino alle posizioni che gli interessano. In Giappone e Messico arriverà il riscatto? STAND BY

CARLOS SAINZ 7.5

Grande partenza, dove osa impensierire Sua Maestà Lewis Hamilton, poi lotta alle spalle dei top team. MATURATO.

ALEXANDER ALBON 7

Risale dalla 20esima alla quinta posizione, mettendo in pista buone cose. Gli errori nelle prove insuanano ancora dubbi nelle mente di Marko, che deve decidere di confermarlo per il 2020. IN CRESCITA

Sergio Perez 7.5 – Lando Norris 6.5 – Kevin Magnussen 6 – Nico Hulkenberg 6 – Lance Stroll 5 – Daniil Kvyat 5 – Kimi Raikkonen 4 – Pierre Gasly 4.5 – Antonio Giovinazzi 4.5 – Romain Grosjean SV – Robert Kubica 5 – George Russell 5 – Daniel Ricciardo SV

Topics
Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 27 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Appassionato fin da piccolo di Formula 1, da bambino i miei idoli erano Ayrton Senna e Jean Alesi. Sono cresciuto prima con Michael Schumacher e poi con Kimi Raikkonen. Grazie a loro sono qui a scrivere di questo magnifico sport.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close