Formula 1Gran Premio Qatar

GP Qatar, qualifiche: un giro da urlo porta Hamilton in pole

Il sette volte campione del mondo riscatta alla grande la difficile giornata di ieri conquistando la pole position e staccando il rivale per il campionato di quasi mezzo secondo

Nelle Qualifiche del GP del Qatar Lewis Hamilton si appropria della partenza dal palo con un tempo sul giro straordinario; Verstappen secondo lontano quattro decimi e mezzo

In Qatar Red Bull e Mercedes sono arrivate alle qualifiche in modo decisamente diverso. Le frecce d’argento sono uscite con forza dalle FP3, mentre quelli di Milton Keynes si sono trovati nuovamente a combattere contro il flap ballerino dell’ala posteriore di Max Verstappen. In un momento così cruciale ogni mossa è fondamentale; e per ovviare al problema gli austriaci hanno deciso di sostituire l’elemento sotto la lente d’ingrandimento (con una specifica a più alto carico).

Nel midfield l’AlphaTauri ha confermato l’ottimo stato di forma soprattutto con Pierre Gasly. La crescita della scuderia di Faenza li ha messi anche davanti alla Ferrari e alla McLaren, proprio i due che si stanno contendendo il terzo posto nei costruttori. In mezzo ci è messa anche l’Alpine, mentre l’Aston Martin era parsa ancora deludente.

Q1

Il primo a far segnare un tempo significativo è stato Latifi. Fra tutti i piloti scesi in pista è stata piuttosto curiosa la scelta tattica di montare la gomma media sulla AT02 del francese, a differenza degli altri che come di consueto avevano la più morbida. Fra i due in lotta c’è stata fin da subito una marcatura stretta dettata da millesimi di distacco, non tralasciando la velocità ribadita ancora una volta dalla W12 di Bottas.

Negli ultimi istanti l’attività è stata intensa, lo stesso Hamilton in radio lo ha ribadito. Per Leclerc il suo ultimo giro è stato importantissimo per uscire dalla zona degli ultimi cinque, mentre la Ferrari del madrileno ha vissuto decisamente più tranquillamente i primi diciotto minuti. In termini di performance la McLaren non ha entusiasmato salvandosi sì con entrambi i piloti ma solo con il dodicesimo e il quattordicesimo tempo. Fuori dal Q2: Raikkonen (16°), Latifi (17°), Giovinazzi (18°), Schumacher (19°) e Mazepin (20°).

Q2

Nella seconda sessione di qualifica la stragrande maggior parte dei piloti ha tentato il proprio run con la mescola gialla, se non per Russell, il duo AlphaTauri, Aston Martin e Alpine. Con il solito Hamilton appollaiato in cima della classifica dei tempi, a sorpresa ma forse non più di tanto il secondo è stato Gasly. Alla fine del primo crono (e poi ribaditi) i nomi presenti fra gli esclusi sono stati di pregio quali quelli di Norris, Perez, Ricciardo e di Leclerc.

Leclerc che non è mai riuscito a tirare fuori la stessa velocità di Sainz risultando davvero tanto distante dal compagno di squadra. Così tanto da risultare inspiegabile anche lui. Una situazione ribadita anche nel tentativo con la media per lo spagnolo e con la soft per il monegasco. Una scelta anche rischiosa visto che poi tutti hanno montato la rossa. Una giornata decisamente no per tanti, e che mischia le carte in maniera sorprendente per la gara di domani. Fuori dal Q3: Perez (11°), Stroll (12°), Leclerc (13°), Ricciardo (14°) e Russell (15°).

Q3

Nel primo giro del Q3 Hamilton è uscito davanti a Bottas, mentre Verstappen nel suo outlap si è fatto superare da Sainz giocando forse con la scia della Rossa. In questo frangente diversi hanno dovuto girare con una gomma già usata (Norris, Tsunoda, Ocon e Vettel). Con i primi tre racchiusi in un fazzoletto di poco più di due decimi; super in palla si sono mostrati Pierre e Fernando distanti fra loro solo trenta millesimi, e neanche poi così lontani dal finlandese.

Nel suo secondo tentativo il sette volte campione del mondo ha preferito andare in solitaria, così come l’olandese. Si può definire maestoso il giro con il tempo dell’1.20.827 che ha portato Hamilton in pole position. Una situazione particolarissima quella sul finale con Gasly a bordo pista lungo il rettilineo di partenza con la gomma forata, che ha visto costringere gli altri piloti alzare il piede o quasi. C’è infatti un’incognita Verstappen. Una circostanza non chiarissima che ha visto divergere il pannello in pista (verde) e il marshall esponente la doppia gialla.

GP Qatar Qualifiche

Pos No Pilota Team Tempo Giri
1 44 United Kingdom Lewis Hamilton Germany Mercedes 01:20.827 18
2 33 Netherlands Max Verstappen Austria Red Bull 01:21.282 18
3 77 Finland Valtteri Bottas Germany Mercedes 01:21.478 20
4 10 France Pierre Gasly Italy AlphaTauri 01:21.640 19
5 14 Spain Fernando Alonso France Alpine F1 Team 01:21.670 18
6 4 United Kingdom Lando Norris United Kingdom McLaren 01:21.731 21
7 55 Spain Carlos Sainz Jr Italy Ferrari 01:21.840 21
8 22 Japan Yuki Tsunoda Italy AlphaTauri 01:21.881 18
9 31 France Esteban Ocon France Alpine F1 Team 01:22.028 18
10 5 Germany Sebastian Vettel United Kingdom Aston Martin 01:22.785 21
11 11 Mexico Sergio Pérez Austria Red Bull 01:22.346 12
12 18 Canada Lance Stroll United Kingdom Aston Martin 01:22.460 15
13 16 Monaco Charles Leclerc Italy Ferrari 01:22.463 15
14 3 Australia Daniel Ricciardo United Kingdom McLaren 01:22.597 15
15 63 United Kingdom George Russell United Kingdom Williams 01:22.756 16
16 7 Finland Kimi Raikkonen Switzerland Alfa Romeo Racing 01:23.156 9
17 6 Canada Nicholas Latifi United Kingdom Williams 01:23.213 10
18 99 Italy Antonio Giovinazzi Switzerland Alfa Romeo Racing 01:23.262 8
19 47 Germany Mick Schumacher United States Haas 01:23.407 9
20 9 Russian Federation Nikita Mazepin United States Haas 01:25.859 9

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.