Gran Premio Messico

GP Messico 2015, Rosberg torna a vincere, doppio disastro Ferrari

Nico Rosberg riapre l’albo d’oro del Gran Premio del Messico e lo fa trionfando davanti al proprio compagno di squadra Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Lotta serrata al millesimo tra i due Mercedes nel corso della gara. Il tedesco non ha commesso errori alla partenza ed è così riuscito a mantenere il vantaggio conferitogli dalla pole position.

Gara nera invece per la Ferrari: 71 giri o meglio, meno di 71 giri di pura agonia. Sebastian Vettel, dal quale ci si aspettava un assalto alle Mercedes già dalla prima curva, è stato vittima di un contatto con Daniel Ricciardo. Il tedesco ha accusato una foratura, che lo ha costretto ad andare subito ai box, compromettendo così la propria gara costellata di errori e imperfezioni mentre era doppiato, per poi culminare andando a muro in curva 7 nel giro 52, causando l’ingresso della Safety Car. Kimi Raikkonen invece si è ritirato al 19° giro, dopo un contatto con Bottas, che ha risposto all’incidente di Sochi. I due finlandesi erano ancora una volta impegnati in un aggressivo duello in cui Raikkonen si trovava all’esterno e ha danneggiato la parte posteriore destra della F15-T.  Ritirato anche Fernando Alonso dopo un solo giro della gara. Lo spagnolo ha lamentato un problema all’MGU-H, individuato ieri sera e irreparabile.

Quarto Kvyat, giunto al traguardo soffrendo davanti a un arrembante Ricciardo inseguito da Felipe Massa. L’australiano della Red Bull non è riuscito a sopravanzare il compagno di squadra già dallo start, in cui invece Kvyat era riuscito ad emergere e portarsi sul podio virtuale. Ottava posizione per l’eroe di casa Sergio Perez, subito dietro il compagno di squadra Nico Hulkenberg 7°. A punti Verstappen, 9° a differenza di Sainz che ha terminato la gara fuori dalla top 10. Gara incolore per Jenson Button, 14°, non essendosi verificate le condizioni ideali per permettere alla McLaren di rimontare. Pastor Maldonado non riesce ad incrementare il record personale di gare terminate a punti (tre), arrivando undicesimo. Dodicesimo Marcus Ericsson, mentre ritirato Nasr, dopo un testacoda nel settore 3.

Classifica Gara

Pos. N. Pilota Team Distacco Tempo Giri
1 06 Nico Rosberg Mercedes +0″000 01:42’35”038 71
2 44 Lewis Hamilton Mercedes +0″000 +1″954 71
3 77 Valtteri Bottas Williams + 0″000 +14″592 71
4 26 Daniil Kvyat Red Bull + 0″000 +16″572 71
5 03 Daniel Ricciardo Red Bull + 0″000 +19″682 71
6 19 Felipe Massa Williams + 0″000 +21″493 71
7 27 Nico Hulkenberg Force India + 0″000 +25″860 71
8 11 Sergio Pérez Force India + 0″000 +34″343 71
9 33 Max Verstappen Toro Rosso + 0″000 +35″229 71
10 08 Romain Grosjean Lotus + 0″000 +37″934 71
11 13 Pastor Maldonado Lotus + 0″000 +38″538 71
12 09 Marcus Ericsson Sauber + 0″000 +40″180 71
13 55 Carlos Sainz Toro Rosso + 0″000 +48″772 71
14 22 Jenson Button McLaren + 0″000 +49″214 71
15 53 Alexander Rossi Manor + 0″000 +2 giri 69
16 28 Will Stevens Manor + 0″000 +2 giri 69
17 18 Felipe Nasr Sauber + 0″000 +14 giri 57
18 05 Sebastian Vettel Ferrari + 0″000 + 21 giri 50
19 07 Kimi Raikkonen Ferrari + 0″000 + 50 giri 21
20 14 Fernando Alonso McLaren + 0″000 + 70 giri 1

Topics
Pubblicità

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close