Formula 1Gran Premio Italia

GP Italia, Verstappen vince sotto i fischi di Monza

La sintesi del Gran Premio d’Italia, sedicesimo appuntamento del Mondiale 2022

Nel GP del centenario di Monza Ferrari va a caccia della vittoria per riscattare la stagione. Riuscirà Leclerc a difendere la Pole Position conquistata ieri?

La prima notizia della giornata è quella che riguarda il compound scelto per il primo stint. Leclerc, Russell e Verstappen optano per la Soft. Gli altri big (Perez, Sainz ed Hamilton), chiamati ad una difficile rimonta, optano invece per la Medium.

Allo spegnimento dei semafori Leclerc riesce a difendersi dall’attacco di Russell. Subito molto aggressivo Verstappen, che conclude il primo giro in terza posizione, subito alle spalle della coppia di testa. Nelle retrovie regala spettacolo anche Carlos Sainz, che guadagna diverse posizioni e infila Perez con uno splendido attacco a ruote fumanti in Prima Variante.

Già al quinto giro Verstappen sfrutta il DRS e supera anche Russell, mettendosi all’inseguimento di Leclerc. L’olandese e il ferrarista sono separati da appena due secondi, ma il ritmo della Red Bull sembra più competitivo.

Alle spalle dei primi Ricciardo, in quarta posizione, fa da “tappo” e aiuta la rimonta di Sainz. Lo spagnolo infiamma il pubblico di Monza con delle manovre molto coraggiose e dopo poche tornate è già in top-10. Al tredicesimo giro Vettel si ferma per un problema al propulsore. Viene data VSC e Leclerc ne approfitta per effettuare il pit-stop. Un jolly importante per il ferrarista, che dovrà cercare di arrivare fino al traguardo, perchè Verstappen e Russell invece restano in pista con le Soft.

Verstappen infatti si ferma al 25eesimo giro. Rientra in pista a 10 secondi da Leclerc, ma può contare su una gomma molto più fresca, che dovrebbe permettergli di recuperare con una certa facilità. Nel frattempo anche Hamilton, in sordina, porta avanti la sua rimonta, portandosi davanti ad Alonso dopo il suo primo stint.

LECLERC TENTA LA RIMONTA

Per Leclerc è impossibile arrivare fino in fondo con quel treno di gomme Medium. Così la Ferrari lo ferma, a 20 giri dalla fine e lo mette sulle Soft. Adesso Charles è chiamato a recuperare una media di 1 secondo al giro per tornare negli scarichi della Red Bull. Un’impresa quasi impossibile. La gara è adesso nelle mani di Verstappen.

Nella parte finale la gara vive di due duelli a distanza: Leclerc che tenta di avvicinarsi a Verstappen, Sainz che tenta di avvicinarsi a Russell. I due “inseguitori” hanno una gomma Soft, ma il gap da azzerare è davvero molto grande. Buona gara di Hamilton, che risale fino al quinto posto, davanti a Perez e Norris.

La gara si ravviva con il ritiro di Ricciardo che causa una Safety Car negli ultimissimi passaggi. Ma i commissari non fanno in tempo a togliere la vettura e la gara finisce in regime di Safety, sotto i fischi di un pubblico che sognava un ultimo duello tra Verstappen e Leclerc.

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio