DichiarazioniFormula 1Gran Premio Italia

GP Italia, Stroll: “Una bellissima sensazione tornare sul podio”

Il canadese ha terminato la propria gara alle spalle di Gasly e Norris, dopo essere stato protagonista di alcuni importanti sorpassi

In quello che è stato uno dei Gran Premi più strani ed emozionanti di questo 2020,  il pilota della Racing Point è riuscito ad agguantare la terza posizione

Un terzo posto memorabile, come memorabile è stato questo GP d’Italia. Forse nemmeno Lance Stroll si immaginava questo finale.  E invece la sua monoposto rosa è riuscita a salire sul gradino più basso, alle spalle di due piloti straordinari come Pierre Gasly e Carlos Sainz. Dopo tanti anni, ma soprattutto dopo le continue discussioni che hanno visto coinvolta la Racing Point, per Stroll è stata una bella sensazione arrivare a podio.

Nonostante tutto, lui stesso ha ammesso di non essere riuscito a sfruttare tutte le occasioni presentatisi in gara oggi. Tant’è che questo risultato ha lasciato a lui e alla squadra un po’ di amaro in bocca. Ma si sa, in queste occasioni si vorrebbe sempre avere di più rispetto a quanto si è riusciti a ottenere. Poco importa, però. La gara si è comunque chiusa con un suo terzo posto davvero notevole, oltre ai numerosi e incredibili sorpassi che lui stesso è riuscito a mettere a segno.

UNA GARA FOLLE

Erano un paio d’anni che non salivo sul podio, quindi è una sensazione bellissima tornare.  È stata gara davvero folle, sono molto felice per Pierre. […] È un po’ una delusione,  forse potevo fare qualcosina di più, però non avevo assolutamente aderenza. In partenza ho avuto un sacco di persone che mi hanno superato; ho avuto una bella lotta con Carlos durante i primi giri e sono riuscito a passarlo, poi lui mi ha beffato di nuovo alla curva 1 e lì abbiamo perso un po’ di tempo. Comunque sono molto contento di questo terzo posto“.

Secondo Stroll, oggi la Racing Point avrebbe potuto lottare per la vittoria e assicurarsi il GP d’Italia, soprattutto dopo il KO delle Mercedes. Purtroppo però la sua monoposto ha sofferto di poca aderenza e non è riuscito ad avere tutto il potenziale a propria disposizione. Nonostante tutto, riguardando a quella che è stata veramente una gara assurda, il risultato ottenuto oggi è sicuramente un incentivo per il pilota canadese, che ora si trova in quarta posizione nel mondiale piloti.

In merito all’andamento complessivo del GP, Stroll ha ammesso di aver vissuto una gara bizzarra, soprattutto per quanto riguarda la ripartenza a metà del Gran Premio. Del resto, come lui stesso ha ammesso, non è una cosa che si vede proprio tutti i giorni in Formula 1. Di conseguenza, per lui e per i piloti è stato un momento di alta concentrazione, per non vanificare i risultati ottenuti fino a quel momento.

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.