DichiarazioniFormula 1Gran Premio Italia

GP Italia, Sainz Jr.: “Sono felice a metà”

In condizioni normali il secondo posto sarebbe stato come una vittoria per lo spagnolo. Ma in una gara matta come quella avuta oggi a Monza, la vittoria sfumata fa male..

Gara pazza in quel di Monza e dai risvolti inaspettati. Carlos Sainz ottiene la seconda posizione al GP d’Italia, seppur mirava alla vittoria

Una gioia a metà per lo spagnolo della McLaren. Il secondo posto ottenuto mostra un ulteriore passo in avanti del team di Woking. Ma la vittoria sfumata lascia comunque amarezza e fa piangere. Un misto di delusione e tristezza fa alzare la visiera allo spagnolo per asciugarsi le lacrime, mentre tramite team radio afferma che avrebbe voluto vincere. Con un giro in più infatti, probabilmente Sainz avrebbe vinto il GP d’Italia. Da tantissime gare il madrileno riesce ad estrarre il massimo dalla propria monoposto, alzando continuamente l’asticella.

 

Sainz a fine gara racconta così il suo GP d’Italia: “Ho ottenuto un grandissimo risultato, ma sono felice a metà. E’ incredibile pensare di avere avuto la possibilità di lottare per la vittoria oggi. Ci siamo andati davvero vicini. In una gara normale e non pazza come questa, saremmo stati felicissimi del secondo posto ottenuto dietro a Lewis, perché avevamo un ottimo passo. Il tempo perso con l’ingresso della Safety Car siamo riusciti fortunatamente a recuperarlo con la bandiera rossa”.

LA MCLAREN MOSTRA UN’IMPRESSIONANTE VELOCITA’

Un secondo posto ottenuto non per la strategia azzeccata o per l’ingresso della Safety Car, ma grazie all’impressionante velocità mostrata dalla McLaren. “Si, siamo stati super veloci per tutto il weekend. Sono riuscito a dominare il resto del centro della griglia facilmente e questo mi rende soddisfatto. Ho terminato la gara a tre o quattro decimi da Pierre, perciò dobbiamo essere davvero fieri del passo della vettura” ha così concluso il suo racconto inerente al GP d’Italia Carlos Sainz.

 

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.