Formula 1Gran Premio Gran Bretagna

GP Gran Bretagna, la sorprendente griglia di partenza

Una qualifica caratterizzata da colpi di scena e tensione, che ha visto Max Verstappen conquistare la pole position davanti a una strepitosa McLaren

L’olandese, habitué della pole position, ha sottratto il crono più veloce a Lando Norris, che insieme al compagno di squadra ha dato prova di una McLaren in ottima forma

Che Max Verstappen conquistasse la pole position del GP di Gran Bretagna, un po’ ce lo aspettavamo. Ma che la griglia di partenza di domani vedesse due McLaren in seconda e terza piazza, non era scontato. Durante la sessione di qualifica appena conclusa a Silverstone, Lando Norris e Oscar Piastri hanno dato spettacolo, piazzandosi rispettivamente a due e tre decimi dal poleman di giornata. Quarta e quinta le due Ferrari, entrambe a quattro decimi dall’olandese; Charles Leclerc e Carlos Sainz sono stati protagonisti di un teso scambio di opinioni, che sembra sollevare un’aria di frustrazione all’interno del box di Maranello.

Sesta e settima, invece, la Mercedes di George Russell e Lewis Hamilton, entrambi apparsi piuttosto in forma sul circuito di casa. A chiudere la top ten, che vede i primi dieci piloti tutti nel range di 9 decimi, la sorprendente Williams di Alexander Albon, la Aston Martin di Fernando Alonso e la Alpine di Pierre Gasly. A lasciare perplessi proprio le prestazioni del pilota thailandese, che ha dimostrato un ottimo ritmo durante l’intera sessione di qualifica. Anche per l’altra Williams, quella di Logan Sargeant, si è trattato di una qualifica positiva rispetto all’inizio del mondiale; il pilota statunitense ha conquistato la Q2, chiudendo in quattordicesima piazza.

SORPRESE A SUON DI MILLESIMI

Ad aprire la seconda metà di classifica, la Haas di Nico Hulkenberg, mentre la monoposto del compagno di squadra è stata costretta al ritiro durante la Q1. Kevin Magnussen ha dovuto parcheggiare la vettura a bordo pista, causando regime di bandiera rossa. Il pilota danese scatterà domani dall’ultima posizione. Dodicesima casella, invece, per l’altra Aston Martin, quella di Lance Stroll; dietro di lui la Alpine di Esteban Ocon.

Quindicesima casella per Valtteri Bottas, altro ritirato di giornata. Al termine della prima sessione di qualifica, il finlandese della Alfa Romeo ha dovuto parcheggiare la monoposto a bordo pista: nonostante avesse raggiunto il taglio del Q1, Bottas non ha potuto rientrare nella corsa alla pole position. In sedicesima posizione, il colpo di scena di giornata: Sergio Perez, per la quinta volta consecutiva, non è riuscito a completare la qualifica. A sorprenderlo, il veloce miglioramento delle condizioni della pista, che hanno visto incrementare i tempi degli altri piloti, via via posizionatisi davanti a lui, facendolo scivolare fuori dalla Q1.

A chiudere il cerchio le due AlphaTauri e l’Alfa Romeo di Zhou Guanyu. In generale, questo dovrebbe essere la griglia di partenza del GP di Gran Bretagna, anche se i commissari dovranno indagare sull’unsafe release di Nyck De Vries e sulla segnalazione, da parte di Mercedes, di un sorpasso di Max Verstappen in regime di bandiera gialla, ai danni di George Russell.

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio