Formula 1Gran Premio Francia

GP Francia, la griglia di partenza definitiva

L’olandese della Red Bull conquista l’ennesima pole position, davanti a Lewis Hamilton e Valtteri Bottas; quarta la monoposto di Perez

L’olandese soffia la prima posizione alle due Mercedes, lasciando spazio a una gara che domani riserverà sicuramente diverse sorprese

È ancora una volta super Max Verstappen a conquistare la pole position, e domani partirà in testa alla griglia di partenza del GP di Francia. In un circuito dichiaratamente a favore delle due Mercedes, i piloti delle Frecce d’Argento si sono dovuti accontentar della seconda e terza posizione. Questo schieramento, che vede al fianco di Valtteri Bottas l’altra Red Bull di Perez, lascia spazio a una partenza e a una gara infuocata, che sicuramente domani ci farà rimanere con il fiato sospeso.

LA GRIGLIA DI PARTENZA TRA COLPI DI SCENA E DIFFICOLTÀ

Alle spalle di Mercedes e Red Bull, è Carlos Sainz a occupare la quinta posizione sulla griglia di partenza. Il pilota spagnolo ha avuto un ritmo eccezionale lungo tutto l’arco della sessione di qualifiche; a differenza del compagno di squadra, che ha faticato molto per riuscire a trovare il tempo perfetto. Leclerc, infatti, domani scatterà dalla settima posizione. Tra i due l’AlphaTauri di Pierre Gasly. Ottava e decima piazza, invece, per le due McLaren rispettivamente con Lando Norris e Daniel Ricciardo. A sandwich tra le due monoposto color papaya, un incredibile Fernando Alonso.

La seconda metà di classifica vede in undicesima posizione Esteban Ocon, davanti alla Aston Martin di Sebastian Vettel. Tredicesima piazza per Antonio Giovinazzi, riuscito a migliorare leggermente la sua performance solo sul finale. Dietro di lui George Russell e Schumacher. Il pilota della Haas, protagonista di un incidente al termine della Q1, non ha potuto prendere parte alla seconda sessione di qualifica. Rimane il dubbio su un’eventuale sostituzione del cambio, che potrebbe comportare delle penalità, facendolo scivolare più indietro sulla griglia di partenza.

L’ultima parte della classifica si apre con la sedicesima posizione di Nicholas Latifi. Dietro di lui l’unica Alfa Romeo Racing che non è riuscita a entrare in Q2, quella di Kimi Raikkonen. Diciottesima piazza, invece, per Nikita Mazepin, davanti a Lance Stroll. Purtroppo il pilota della Aston Martin non è riuscito a registrare il tempo, proprio a causa dell’incidente e della bandiera rossa causata da Mick Schumacher. Fanalino di coda inevitabile per Yuki Tsunoda, rimasto senza possibilità di cambiare marcia a pochi minuti dall’inizio della Q1.

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.