Formula 1Gran Premio Emilia Romagna

GP Emilia Romagna, gara pazza a Imola, vince Verstappen!

La pioggia scombina i piani: Hamilton sbaglia e chiude secondo, terzo Norris, poi le Ferrari di Leclerc e Sainz

Prima la pioggia poi l’asciutto nel GP dell’Emilia Romagna: Verstappen vince in scioltezza davanti a Hamilton e Norris

Verstappen domina un pazzo GP dell’Emilia Romagna, precedendo Lewis Hamilton. Il pilota Mercedes ha commesso un pesante errore in fase di doppiaggio che lo ha messo fuori dalla lotta per la vittoria. A podio anche la McLaren di Lando Norris, che rimedia a un sabato sfortunato.

Arriva la pioggia a rendere appassionante la gara di Imola. La partenza con pista bagnata viene sfruttata al meglio da Max Verstappen che supera il compagno di squadra e Hamilton per restare in testa sino al termine della corsa. Nemmeno una bandiera rossa ha negato la vittoria all’olandese volante.

Grave errore per Lewis Hamilton che finisce in ghiaia in fase di doppiaggio e deve ripartire dalla nona posizione dopo una bandiera rossa. Interruzione causata da un brutto scontro tra Russell e Bottas (entrambi illlesi). Primo podio stagionale per Lando Norris che viene ripagato dopo le sfortune del sabato.

Quarta e quinta posizione per Charles Leclerc e Carlos Sainz, in lotta anche per qualcosa di più importante fino a pochi giri dal termine. Da sottolineare l’ottima prestazione dello spagnolo, arrivato incollato al caposquadra monegasco. Daniel Ricciardo chiude al sesto posto, davanti a Lance Stroll, Pierre Gasly, Kimi Raikkonen e Esteban Ocon. Primi punti stagionali per Alfa Romeo e Alpine.

PIOGGIA PROTAGONISTA

A meno da un’ora dall’inizio della gara, una pioggia poco attesa comincia a cadere copiosa su parte della pista. Si parte così con pista bagnata e gomme intermedie per quasi tutti i piloti. Già nel giro di allineamento Leclerc finisce in testacoda riuscendo a riprendere la via della pista e prendere parte alla gara. La pista bagnata fa subito una vittima nel corso del primo giro. Latifi, prima finito lungo alla Variante Alta, rientra maldestramente in pista andando a contatto con Mazepin e finendo la sua corsa contro il muro.

L’ERRORE DI HAMILTON E IL CRASH DI BOTTAS

Il giro 32 è decisivo per il risultato della gara. Hamilton, secondo fino a quel momento, nel tentativo di doppiare Russell finisce nella ghiaia e rovina la propria ala anteriore. Pochi secondi più tardi, lo stesso Russell e Bottas si ingarellano sul rettilineo dei box prima di venire duramente a contatto. Il britannico, finito prima con due gomme sull’erba, è rocambolato successivamente contro la vettura del pilota Mercedes. Per fortuna nessuna conseguenza fisica per entrambi i piloti. Viene esposta bandiera rossa per ripulire curva 1.

LA RIPARTENZA DOPO BANDIERA ROSSA

Dopo aver ripulito la pista la gara riparte con partenza lanciata e pista asciutta. Lando Norris sfrutta la gomma soft per passare Leclerc e portarsi secondo, mentre Sergio Perez finisce in testacoda e deve ripartire dal fondo. Negli ultimi giri il grande protagonista è Lewis Hamilton che rimonta dalla nona sino alla seconda posizione, riuscendo nel finale a sopravanzare le due Ferrari e Lando Norris.

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.