Formula 1Gran Premio Bahrain

GP Bahrain, Verstappen: “Il secondo posto non è male”

Alla fine del GP del Bahrain l’olandese conquista la seconda posizione. Vana è stata la strategia adottata da Red Bull nel tentativo di insidiare lo strapotere di Hamilton

Il primo appuntamento bahreinita si conclude con la conquista di Verstappen del secondo gradino del podio, vince la gara Hamilton, terzo Albon

In un GP del Bahrain che si è contraddistinto da attimi di paura per l’agghiacciante incidente che ha coinvolto Romain Grosjean Max Verstappen agguanta la seconda posizione. In Red Bull, nel tentativo di attaccare Lewis Hamilton, hanno provato una strategia che alla fine non ha pagato. Nonostante questo il team austriaco può ritenersi soddisfatto visto il terzo posto di Alexander Albon, che permette alla squadra di conquistare la prima doppietta dopo il GP del Giappone del 2017.

Alle interviste sotto podio la prima domanda rivolta ai piloti da Paul Di Resta è stata sull’episodio che ha segnato (in maniera negativa) la gara. L’olandese a tal proposito ha dichiarato: “È stato spaventoso. Abbiamo prima visto la bandiera rossa anche se non significa che sia successo qualcosa di brutto. Poi però ho visto il fuoco e non è mai una cosa positiva. Ma per fortuna [Grosjean] sta bene e spero che recuperi rapidamente“.

VERSTAPPEN: “NON SIAMO STATI ABBASTANZA AGGRESSIVI”

Per ciò che invece concerne la lotta (a distanza) con Hamilton: “Ci è mancato qualcosina. Ho cercato di restare vicino ma loro avevano sempre una risposta a tutto quello che abbiamo provato. Forse non siamo stati abbastanza aggressivi con la strategia e il nostro pit stop è stato troppo lento. È andata come è andata e comunque il secondo posto non è male“.

Il prossimo GP si correrà nuovamente a Sakhir in un tracciato però diverso, fatto da poche curve e lunghissimi rettilinei. “Normalmente una pista con così tanti diritti non è troppo adatta a noi, però vediamo. La macchina sembra funzionare piuttosto bene qui e speriamo di trovare un pochino più di passo in curva; o almeno nelle poche che troveremo in quella pista. Vedremo come andrà“, ha detto Verstappen.

Pubblicità

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.