Formula 1Gran Premio Bahrain

GP Bahrain, Hamilton: “E’ stata dura a livello fisico”

Al termine del GP del Bahrain, il sette volte Campione del Mondo ha ammesso che il tracciato del Sakhir lo ha messo a dura prova

Hamilton ha trionfato sul tracciato del Shakir, vincendo la quarta volta in carriera il GP del Bahrain

Il GP del Bahrain ha visto trionfare Lewis Hamilton, che ha conquistato un’ulteriore incredibile vittoria in carriera. Il terzultimo appuntamento stagionale è stato caratterizzato da colpi di scena e incidenti che hanno spaventato gli spattatori. Dopo la bandiera rossa causata dal terribile episodio di Grosjean, i piloti hanno abbassato la visiera e hanno ricominciato la corsa. Anche quest’anno, la pista del Sakhir ha messo a dura prova le mescole usate dai team. La gestione degli pneumatici e le strategie hanno infatti giocato un ruolo chiave.

Ottima la partenza e la ripartenza dl sette volte Campione del Mondo che, in entrambe le situazioni, è riuscito a mantenere la prima posizione. Dopo aver preso la leadership del GP del Bahrain non l’hai mai lasciata, gestendo il distacco dai rivali. Hamilton ha così conquistato la quarta vittoria sul tracciato, eguagliando il record di Sebastian Vettel.

HAMILTON: “E’ STATA UNA GARA IMPEGNATIVA”

Prima di salire sul podio, il britannico ha raccontato ai microfoni di Paul Di Resta la gara appena conclusa. In particolare, ha sottolineato quando sia stata importante la strategia e la gestione della leadership. Infatti, ha così dichiarato: “A livello fisico è stata molto impegnativa. Una volta che ti resetti mentalmente e devi rifare una partenza non è semplice. Quello è stato piuttosto complicato. Le Red Bull oggi erano molto veloci quindi ho dovuto spingere fino alla fine per cercare di tenerli lontani”.

“Questa pista è sempre stata molta aggressiva a livello fisico, infatti ci sono molte curve ad alta velocità. Ho cercato di gestire e tenere lontano Verstappen, anche rispondendo agli attacchi quando era necessario. Con l’uscita della SC alla fine non sapevo come comportarmi, ma sono enormemente grato ai nostri strateghi che hanno fatto un ottimo lavoro anche oggi. E’ un vero privilegio poter ottenere un altro bel risultato”, ha poi aggiunto.

“LE IMMAGINI DELL’INCIDENTE SONO TERRIFICANTI, MA LA SICUREZZA HA FATTO PASSI AVANTI”

Ha poi commentato le spaventose immagini che hanno visto protagonista Romain, evidenziando però i passi giganti che la Formula 1 ha fatto sulla sicurezza nel corso degli anni. Queste sono state le due parole: “Le immagini dell’incidente di Grosjean sono state scioccanti. Quando saliamo in macchina sappiamo bene a quali rischi andiamo incontro. Io rispetto i pericoli che sono parte integrante di questo sport. E’ terrificante vedere un’immagine come quella che abbiamo visto perchè quando si è nell’abitacolo e succede una cosa del genere è qualcosa di tremendo“.

Ha poi concluso: “Sono grato che l’halo abbia funzionato perchè ho visto come le barriere hanno tagliato a metà la vettura e sarebbe potuta andare molto peggio. Questo è un promemoria per chi guarda e si ricorda che è uno sport pericoloso, ed è per questo che siamo in pochi a poter spingere fino al limite. E’ stato fatto un lavoro fantastico sulla sicurazza negli anni, e quello che è successo oggi lo dimostra. Ci sarà comunque un’indagine e tanto lavoro per garatire che un epidosio del genere non si ripeta più in futuro”.

Pubblicità

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.