Formula 1Gran Premio Azerbaijan

GP Azerbaijan griglia di partenza definitiva

La griglia di partenza definitiva di Baku, con Charles Leclerc in pole position e che occupa la prima fila accanto a Lewis Hamilton

LA PRIMA FILA DELLA GRIGLIA DI PARTENZA DEL GP AZERBAIJAN È COMPOSTA DA CHARLES LECLERC E LEWIS HAMILTON

Sul circuito di Baku, è Charles Leclerc a ottenere la pole position al termine delle qualifiche del GP Azerbaijan. Il monegasco riesce a segnare il suo miglior tempo e diventare per il secondo gran premio consecutivo il poleman della giornata. Domani sulla griglia di partenza partirà dalla prima fila.

Accanto a lui, in prima fila si troverà Lewis Hamilton e la Mercedes. L’inglese è sembrato in difficoltà in questo inizio di weekend, e domani proverà a far il possibile per ottenere un risultato positivo, riscattando così il deludente GP di Monaco.

In seconda fila, troviamo Max Verstappen con la Red Bull e in quarta posizione Pierre Gasly con l’AlphaTauri. Quest’ultimo è stato autore del miglior tempo questa mattina nella terza sessione di prove libere.

In terza fila, troviamo Carlos Sainz Jr quinto con la Ferrari, e la Red Bull di Sergio Perez. Lo spagnolo è finito contro le barriere in Q3, fortunatamente senza conseguenze per lui, ma la vettura è visibilmente danneggiata. Per gli uomini di Maranello, come è successo a Montecarlo con la vettura di Charles Leclerc, spetterà il compito di verificare la monoposto di Sainz, sperando di non compromettere la posizione sulla griglia di partenza e di conseguenza il risultato in gara.

A seguire in quarta fila, troviamo Yuki Tsunoda con l’AlphaTauri e Fernando Alonso su Alpine. Chiudono la top ten, Lando Norris su McLaren e Valtteri Bottas con la Mercedes. Il giovane pilota inglese, era riuscito a ottenere la sesta posizione, ma è stato penalizzato di tre posizioni, per non aver rispettato il protocollo in regime di bandiera rossa.

STROLL E GIOVINAZZI Q1 DA DIMENTICARE

In sesta fila, troviamo Sebastian Vettel con l’Aston Martin, sfortunato in Q2 condizionata una bandiera rossa, innescata dall’incidente di Daniel Ricciardo contro le barriere. Il pilota tedesco non è riuscito a effettuare un ultimo tentativo per qualificarsi in Q3. Accanto a lui in 12° posizione, c’è Esteban Ocon con la seconda Alpine, anch’egli penalizzato dalla chiusura anticipata della manche.

In settima fila, c’è Daniel Ricciardo in 13° posizione con la McLaren e Kimi Raikkonen con l’Alfa Romeo. Ottava fila occupata dalle Williams di George Russell e di Nicholas Latifi. Molto bene Russell, che ancora una volta è riuscito a portare la sua monoposto in Q2.

Le due Haas di Mick Schumacher e di Nikita Mazepin, ottengono la nona fila. Chiudono la griglia di partenza, Lance Stroll e Antonio Giovinazzi, rispettivamente su Aston Martin e Alfa Romeo. Entrambi sono finiti contro le barriere in Q1, facendo esporre per ben due volte la bandiera rossa.

Qui di seguito la griglia di partenza del GP Azerbaijan, che scatterà domani alle 14:00.

LA GRIGLIA DI PARTENZA

PRIMA FILA 

  1. Charles Leclerc (Ferrari)
  2. Lewis Hamilton (Mercedes)

SECONDA FILA

3. Max Verstappen (Red Bull)

4. Pierre Gasly (AlphaTauri)

TERZA FILA

5. Carlos Sainz (Ferrari)

6. Sergio Perez (Red Bull)

QUARTA FILA

7. Yuki Tsunoda (AlphaTauri)

8. Fernando Alonso (Alpine)

QUINTA FILA

9. Lando Norris (McLaren)

10. Valtteri Bottas (Mercedes)

SESTA FILA
11. Sebastian Vettel (Aston Martin)

12. Esteban Ocon (Alpine)

SETTIMA FILA

13. Daniel Ricciardo (McLaren)

14. Kimi Raikkonen (Alfa Romeo)

OTTAVA FILA

15. George Russell (Williams)

16. Nicholas Latifi (Williams)

NONA FILA

17. Mick Schumacher (Haas)

18. Nikita Mazepin (Haas)

DECIMA FILA

19. Lance Stroll (Aston Martin)

20. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo)

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.