2019DichiarazioniFormula 1Gran Premio Austria

GP Austria 2019, Max Verstappen: “Che incredibile gara”

Max Verstappen beffa Charles Leclerc e vince il Gran Premio di casa della Red Bull. La penalità non ricevuta sarà nuovamente oggetto di infinite polemiche?

Max Verstappen si aggiudica il Gran Premio d’Austria, gara di casa per il suo team, dopo un duello ruota a ruota con Charles Leclerc, con conseguente contatto tra i due, mentre il pilota olandese effettuava la manovra di sorpasso, che poi è stata messa sotto investigazione. Per tale contatto però non è stata inflitta alcuna penalità, perciò il pilota monegasco, dopo aver dominato la gara ha perso non solo la possibilità di ottenere la prima vittoria dell’anno a due giri dalla fine, ma anche la chance di ottenere la sua prima vittoria in carriera in Formula 1. Dopo una partenza complicata, Max Verstappen ha dimostrato di avere un passo velocissimo.

Il pilota olandese ha così commentato la sua gara: “E’ stata una gara incredibile e sono così felice di ottenere la seconda vittoria nel Gran Premio di casa del mio team. Dopo la pessima partenza sono sceso al settimo posto,ma da lì in poi il ritmo è stato davvero buono, sono rimasto calmo e ho continuato a spingere forte. Il secondo stint è stato davvero decisivo per noi. Una volta superato Valtteri, ho pensato che avrei potuto vincere perché il nostro ritmo era forte, ma finché non si arriva al traguardo non si sa mai, perciò ho continuato a spingere e non mi sono arreso”.

“Ho sorpassato Charles a pochi giri dalla fine, quindi sono estremamente felice. La mossa è stata serrata ma se non si possono fare mosse del genere penso che sia meglio restare a casa. Voglio ringraziare di cuore il mio team, per tutto il weekend abbiamo lavorato molto bene e gli aggiornamenti sembrano aver funzionato. Grazie a tutti i meccanici presenti qui, a chi lavora in fabbrica ed ovviamente grazie a Honda, non è stato facile per loro negli ultimi anni, ma vincere qui oggi è stato semplicemente incredibile” ha così concluso Max Verstappen.

Topics
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close