DichiarazioniFormula 1Gran Premio Abu Dhabi

GP Abu Dhabi, Verstappen: “Tutto nel modo giusto”

Il pilota olandese ha dominato la gara mettendosi alle spalle entrambe le Mercedes. Max ha ribadito quanto sia pericoloso in ottica mondiale

Un’ultima gara priva di particolari colpi di scena quella che si è appena conclusa ad Abu Dhabi. Max Verstappen ha chiuso in bellezza un weekend in cui ha dominato su tutti gli altri in pista

Con le immagini del circuito illuminato a giorno di Yas Marina, cala il sipario sulla stagione 2020. E’ stato certamente un anno difficile, durante il quale tutte le forze sono state messe in campo per assicurare il regolare svolgimento del campionato mondiale. Molte ultime volte, tra tutte quella di Sebastian Vettel in Ferrari, che hanno fatto scendere qualche lacrima di commozione a non pochi appassionati in giro per il mondo. Un ultimo GP dell’anno non proprio entusiasmante, ma che qualche colpo di scena alla fine lo ha avuto: la Red Bull di un magistrale Verstappen che è riuscita a mettersi alle spalle entrambe le Mercedes, non in forma come sempre. Il GP di Abu Dhabi si è chiuso dunque con un Verstappen che sa di aver fatto tutto nel modo giusto.

VERSTAPPEN “ABBIAMO FATTO TUTTO NEL MODO GIUSTO

Max Verstappen si è mostrato contento e molto soddisfatto della performance di oggi; una vittoria che fa da ciliegina sulla torta a un intero weekend dominato: “E’ stata una gara davvero piacevole per me, anche ieri. Oggi però abbiamo coronato il tutto con un’ottima partenza, abbiamo gestito le gomme e la macchina aveva un ottimo bilanciamento. E’ stato davvero piacevole per me in pista oggi. In sostanza abbiamo fatto tutto nel modo giusto. Una volta che riesci a partire davanti, puoi controllare di più il passo e questo ti rende la vita più semplice“, ha dichiarato l’olandese ai microfoni di Sky Sport inglese subito dopo il termine della gara.

Max ha poi commentato le vibrazioni che ha detto di avvertire durante gli ultimi giri di gara. Il nervosismo si è fatto sentire? “Sì, però avevo un buon vantaggio quindi ho potuto anche gestire meglio. Avevo un po’ di traffico con i doppiati, ma è stata una bellissima gara”.
E, in merito allo spettacolo dei donuts a cui abbiamo assistito grazie ai due piloti Mercedes e Kevin Magnussen sulla sua Haas, Verstappen ha specificato: “Non li ho fatti io; mi sono voluto godere la vittoria, il podio, e poi voglio tornare a casa perché non vedo l’ora!”, ha concluso il leader di oggi.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.