2018Formula 1Gran Premio Stati Uniti

Formula 1 | GP USA 2018: l’ordine d’arrivo

Kimi Raikkonen vince al GP degli Stati Uniti, 18esimo appuntamento del mondiale 2018 di Formula 1. Festa mondiale rimandata per Hamilton

Topics

Era difficile immaginarlo prima della partenza ma Kimi Raikkonen ha trionfato al Gran Premio degli Stati Uniti, 18esimo appuntamento del mondiale 2018 di Formula 1, esattamente 11 anni dopo la vittoria del suo titolo mondiale conquistato nel 2007.
Alle spalle del finlandese della Ferrari si è piazzato Max Verstappen, secondo, autore di una rimonta pazzesca, mentre sul gradino più basso del podio è salito Lewis Hamilton, terzo, che ha rimandato la festa per la conquista dell’iride alla prossima gara.

Quarta posizione per Sebastian Vettel, autore di una bella lotta negli ultimi giri con Valtteri Bottas, quinto. Sesta e settima piazza per le Renault con Nico Hulkenberg classificato davanti a Carlos Sainz JR seguiti da Esteban Ocon, ottavo. Chiudono la top ten Kevin Magnussen, nono, e Sergio Perez,decimo.

Seguono: Brendon Hartley (11°), Marcus Ericsson (12°), Stoffel Vandoorne (13°), Pierre Gasly (14°), Sergey Sirotkin (15°) e Lance Stroll (16°).

GP USA 2018
1. Kimi Raikkonen (Ferrari)
2. Max Verstappen (Red Bull)
3. Lewis Hamilton (Mercedes)
4. Sebastian Vettel (Ferrari)
5. Valtteri Bottas (Mercedes)
6. Nico Hulkenberg (Renault)
7. Carlos Sainz JR (Renault)
8. Esteban Ocon (Racing Point Force India)
9. Kevin Magnussen (Haas)
10. Sergio Perez (Racing Point Force India)
11. Brendon Hartley (Toro Rosso)
12. Marcus Ericsson (Alfa Romeo Sauber)
13. Stoffel Vandoorne (McLaren)
14. Pierre Gasly (Toro Rosso)
15. Sergey Sirotkin (Williams)
16. Lance Stroll (Williams)

Rit. Chales Leclerc (Alfa Romeo Sauber), Daniel Ricciardo (Red Bull), Romain Grosjean (Haas), Fernando Alonso (McLaren)

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Altri articoli interessanti

Back to top button