2019DichiarazioniFormula 1Gran Premio Spagna

Formula 1 | GP Spagna 2019, un problema alla frizione tradisce Valtteri Bottas

Un problema con la frizione costringe Valtteri Bottas a cedere la vittoria ad un Lewis Hamilton oggi in versione hammer

La frizione tradisce Valtteri Bottas al via del Gran Premio di Spagna, perdendo la roboante pole pole position, ai danni del compagno di team Lewis Hamilton. L’inglese ha imposto un ritmo inavvicinabile che il pilota finlandese non ha dimostrato di poter tenere, anche se non abbiamo la controprova nel caso l’ex Williams fosse rimasto davanti in curva 1.

Subito dopo la gara il finlandese ha evidenziato il problema che lo ha costretto ad una partenza a rilento, ma allo stesso tempo ha voluto congratularsi con la squadra per la quinta doppietta consecutiva:

“All’inizio ho avuto un problema con la mia frizione, era vibrante e sembrava che stesse mordendo ed un rilascio ad una frequenza molto veloce, quindi il mio scatto iniziale è stato davvero scarso”
– ha confermato il pilota finlandese.

“Sfortunatamente ciò significava che tutto il duro lavoro del weekend è stato perso ad inizio gara, ma a volte va così. Siamo una squadra forte e esamineremo la causa del problema per assicurarci che non accada di nuovo in futuro. Per me personalmente, non è stato il giorno migliore, ma per della squadra è stato un weekend davvero buono.”

Nonostante la sconfitta personale, Bottas si è detto molto grato alla squadra per l’eccellente lavoro che ha portato la scuderia tedesca ad ottenere l’invidiabile record di ottenere cinque doppiette nelle prime cinque gare del Mondiale 2019. Ora grande fiducia verso Monaco, prossimo appuntamento in calendario:

Congratulazioni a Lewis per la vittoria, oggi ha avuto un buon ritmo di gara. La squadra sta competendo ad un livello incredibile al momento; tanto di cappello per ogni singolo membro della squadra, sia a Brackley e Brixworth, ma anche qui in pista. Non vedo l’ora di correre a Monaco; è una pista così unica e una sfida completamente diversa, quindi è difficile dire chi sarà la squadra più forte.”

Topics
Pubblicità

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close