2018Formula 1Gran Premio Messico

Formula 1 | GP Messico 2018, Max Verstappen: “Volevo vincere e ce l’abbiamo fatta”

Per Max Verstappen il momento più importante è rappresentato dalla partenza: era fondamentale essere in prima posizione per impostare il ritmo

Topics

È stata una gara che Max Verstappen non dimenticherà tanto facilmente. Il pilota della Red Bull è riuscito a trionfare al Gran Premio del Messico, 19esima prova del Mondiale di Formula 1, con una corsa perfetta, senza sbavature.
Il punto chiave della gara è stato sicuramente la partenza. Max Verstappen è riuscito ad approfittare del brutto start di Daniel Ricciardo e da quel momento ha potuto dettare al Gran Premio un ritmo indiavolato che lo ha accompagnato fino a sotto alla bandiera a scacchi.

Stanotte non sono riuscito a dormire bene, ero abbastanza nervoso al pensiero della pole position persa. Per questo motivo oggi ero particolarmente determinato a vincere e ce l’abbiamo fatta – ha raccontato Max Verstappen proprio a termine della gara – È stato un peccato il ritiro di Ricciardo perché altrimenti avremmo ottenuto una grande doppietta per la Red Bull, qui in Messico. Sinceramente quando mi hanno detto che Daniel si era fermato, ho iniziato a preoccuparmi un po’ perché avevo paura di poter fare la sua stessa fine. Fortunatamente ha funzionato tutto, dalle gomme alla strategia. Sono contento“.

Solamente Vettel ci ha provato a prendere Max Verstappen nella parte centrale del Gran Premio ma senza riuscirci: “Le caratteristiche di questa pista si sono rivelate perfette per la nostra monoposto. Anche se la potenza del nostro motore è inferiore rispetto a quella dei nostri avversari, tutto è funzionato per il meglio, un po’ come a Monaco. Anche lì eravamo andati forte. Siamo riusciti a sfruttare i punti di forza della monoposto a nostro favore e siamo riusciti a vincere“, ha concluso.

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 30 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono una dog-sitter. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso, cosa che mi ha creato non pochi grattacapi. Sono una tifosa di Formula 1 atipica: non ho un team del cuore ma il pilota, Fernando Alonso che tifo fin dal 2001. Sono pignola ma disordinata, pasticciona e folle.

Altri articoli interessanti

Back to top button