2018Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Italia

Formula 1 | GP Italia 2018, Valtteri Bottas: “È stato un ottimo lavoro di squadra”

Valtteri Bottas conquista il terzo posto a Monza, contribuendo ad aumentare il gap tra Mercedes e Ferrari

Topics

L’aveva detto ed è stato di parola: Valtteri Bottas ha rispettato e portato a termine (con successo) gli ordini di scuderia imposti dal team.

Dopo il pit stop del compagno di squadra, a Bottas è stato chiesto di tenere dietro Kimi Raikkonen, per permettere a Hamilton di colmare il gap che lo separava dal finlandese della Ferrari e, quindi, sferrare un attacco.

Sapevamo che le Ferrari sarebbero state veloci oggi, quindi volevamo dare il 100% e metterle sotto pressione. Sapevamo che dovevamo lavorare come una squadra e a quanto pare è andato tutto per il verso giusto. Dopo quello che è successo con Sebastian al primo giro, sapevo che avevo una buona possibilità di salire sul podio”.

Tuttavia, per il finlandese della Mercedes non è stata una gara semplice, anche perché a complicare le cose ci ha pensato Max Verstappen. Una volta effettuato il pit stop, infatti Bottas ha ingaggiato con lui un duello durato fino agli ultimi giri della gara.

Durante le ultime battute, Bottas è stato costretto a utilizzare la via di fuga della prima variante, a causa di un contatto proprio con l’olandese, poi penalizzato di 5 secondi.

Una sorta di contatto fortuito, però, perché proprio grazie a questo Bottas è riuscito a salire sul terzo gradino del podio, contribuendo a imporre le monoposto della Mercedes in casa Ferrari.

La strategia che abbiamo utilizzato è stata buona sia per la gara di Lewis che per la mia. […] È stato un lavoro di squadra davvero ottimo e siamo riusciti a guadagnare altri punti sulla Ferrari, anche se siamo partiti dietro.

Nonostante l’entusiasmo, come il compagno di squadra, Bottas è consapevole che pur allungando la distanza su Vettel e sulla Ferrari, il podio di oggi non rappresenta ancora un’assoluta certezza e il team dovrà lavorare sodo per continuare a tenere sotto pressione gli avversari.

Topics
Continua la lettura

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Aspetta! C'è dell'altro!