2018Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Italia

Formula 1 | GP Italia 2018, Lewis Hamilton: “È stata una delle gare migliori”

Il pilota inglese ha vinto sul circuito di Monza, conquistando punti fondamentali per allungare su Sebastian Vettel

Topics

Sul circuito di Monza non c’è stato nulla da fare, Lewis Hamilton ha conquistato l’ennesima vittoria, incrementando il gap di distanza da Sebastian Vettel.

Ieri il pilota della Mercedes aveva dichiarato di essere consapevole di dover fare un’ottima partenza per riuscire a stare davanti ad almeno una delle due Ferrari, e così è stato. Anzi, alla fine è riuscito a lasciarle entrambe dietro di sé.

Dopo il contatto al via, Hamilton ha ingaggiato due duelli entusiasmanti con Kimi Raikkonen che, penalizzato dal degrado delle gomme, nelle ultime battute della gara ha dovuto arrendersi alla furia del pilota inglese.

È stato un primo giro davvero intenso, siamo tutti partiti più o meno allo stesso modo. Quando siamo entrati in curva 4, sono rimasto un po’ stupito del fatto che Sebastian abbia scelto l’interno e non abbia tenuto l’esterno. Quella è stata la mia opportunità e dovevo assicurarmi di essere abbastanza distante da lui. Ci siamo toccati per un breve momento e la mia macchina era un po’ danneggiata dopo il contatto, ma fortunatamente sono stato capace di continuare e di rimanere vicino a Kimi”.

E da quel momento è stata una lotta fino all’ultimo tra il pilota finlandese e l’inglese della Mercedes: Hamilton ha dichiarato di non aver mai smesso di spingere, nemmeno quando si è reso conto di dover preservare le gomme.

Dopo aver notato il blistering sugli pneumatici di Raikkonen, infatti, Hamilton ha capito di dover gestire i propri per non incorrere nello stesso problema. Ad aiutare la performance del campione inglese è stato poi anche il compagno di squadra, Valtteri Bottas.

È stata una gara dura, ma davvero divertente – sono contento, davvero contento. Questo pomeriggio è stato uno dei migliori. C’è così poca differenza tra noi e le Ferrari, questa gara ha danneggiato chi ha commesso errori e chi non è riuscito a gestire le proprie gomme. Valtteri ha fatto un grande lavoro oggi, allungando lo stint e permettendomi di avvicinarmi a Kimi. È stato davvero un ottimo lavoro di squadra, un buon pit stop, un’ottima comunicazione con il team”.

Una serie di elementi che hanno permesso a Hamilton di vincere in casa della Ferrari, uno smacco che allunga la distanza dai diretti rivali e rende sempre più concreto il sogno iridato del pilota inglese.

Tuttavia, nonostante l’entusiasmo alle stelle, Hamilton ha dichiarato di non doversi e non volersi distrarre in vista delle prossime gare: lui e il team dovranno lavorare duro e proseguire a testa bassa, per assicurarsi di poter combattere e vincere anche sui prossimi circuiti.

Topics
Continua la lettura

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Aspetta! C'è dell'altro!