2018Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Giappone

Formula 1 | GP Giappone 2018, Valtteri Bottas: “È il mio primo podio a Suzuka ed è stupendo”

Un secondo posto speciale per il finlandese della Mercedes, che dopo una gara tranquilla ha chiuso al secondo posto la gara giapponese

Topics

Dopo lo smacco ricevuto lo scorso weekend, a Suzuka Valtteri Bottas ha conquistato di gran carriera la seconda posizione, contribuendo a rendere perfetto il weekend della Mercedes.

Come per Hamilton, in Giappone anche per Bottas si è trattato pressoché di una gara in solitaria, accesa solamente durante le ultime battute dall’avvicinarsi di Max Verstappen.

Nonostante tutto, però, il finlandese è riuscito a tenere dietro l’olandese imbizzarrito, andando a mettere a segno il suo primo podio in terra giapponese.

È un risultato perfetto per la squadra e una grande ricompensa per l’impegno di tutta la scuderia per questo fine settimana. […] Questo è stato il mio primo podio a Suzuka ed è stato stupendo. Ho molto supporto da tutti i tifosi di qui e lo sento tutto, significa molto per me”.

Un risultato speciale per Bottas, che a fine Gran Premio ha ammesso di aver corso con tranquillità, concretizzando una gara facile, senza alcun intoppo.

L’unica macchia, forse, un bloccaggio sull’ultima chicane, che ha permesso a Verstappen di avvicinarsi e di tentare il sorpasso, poi però non andato a segno.

Un podio che permette alla Mercedes di allungare il distacco dalla Ferrari e di mettere quindi le mani anche sul Mondiale Costruttori.

Lo stesso Bottas ha dichiarato di essere molto soddisfatto del weekend, anche per aver conquistato tutta la prima fila durante le qualifiche del sabato.

Un risultato che lo spinge, insieme al team, ad andare avanti a testa bassa e a continuare a combattere per rendere ancora più reale l’ennesima vittoria del team.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 25 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Altri articoli interessanti