2018Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Giappone

Formula 1 | GP Giappone 2018, Lewis Hamilton: “Mi sono divertito, è stato meraviglioso”

Sul circuito di Suzuka, l’inglese della Mercedes ha conquistato l’ennesima vittoria, allungando ancora sul diretto rivale e concretizzando sempre più il sogno iridato

Topics

Il Mondiale 2019 è sempre più nelle mani di Lewis Hamilton, oggi ancora perfetto sulla pista giapponese di Suzuka.

Dopo la pole position di ieri, l’inglese della Mercedes ha dominato la gara dall’inizio alla fine, allungando ancora la distanza da Sebastian Vettel, oggi soltanto sesto.

Nonostante i continui team radio e i fantasmi che Hamilton continuava a comunicare al proprio muretto, il numero 44 della scuderia tedesca non ha commesso nessun errore, andando a conquistare l’ennesima vittoria.

Mi stavo davvero divertendo in pista. Sono stato davvero capace di godere al massimo di ogni momento e di sfruttare ogni giro, ogni curva e di sentire tutta la macchina. […] Il ritmo era stupendo e questo è stato il fine settimana migliore che io abbia mai avuto qui e mi sono sentito davvero benissimo, è stato meraviglioso”.

Un Hamilton che si appresta a stringere tra le mani il suo quinto Titolo Mondiale, ma non da solo: al termine del Gran Premio lo stesso inglese ha ringraziato l’intero team.

Tanto al muretto quanto in fabbrica, tutta la squadra Mercedes ha compiuto sforzi su sforzi per costruire una macchina perfetta, resa ancora più perfetta da un Hamilton che di errori quest’anno non ne ha commessi.

Un Hamilton, poi, che nonostante l’euforia e la consapevolezza di essersi imposto su Sebastian Vettel, tiene i piedi per terra e guarda con compostezza agli ultimi 100 punti rimasti per aggiudicarsi il titolo.

Mancano ancora 100 punti disponibili, quindi dobbiamo continuare a concentrarci e a non dare niente per scontato. La squadra ha fatto un lavoro impressionante negli ultimi fine settimana, doppiamo continuare così e continuare a spingere”.

Insomma, una vittoria di squadra che si distacca nettamente dall’atmosfera che invece in questi giorni aleggia attorno al team di Maranello, sempre più cupo e chiuso nei suoi errori.

In Mercedes, come ha affermato lo stesso Hamilton, si respira un’aria di armonia che mai fino a questo momento si era respirata; un’aria sempre volta a migliorare anche il più piccolo dettaglio, per conquistare di gran carriera anche i prossimi circuiti.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 25 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Altri articoli interessanti