2019Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Canada

Formula 1 | GP Canada 2019, Hamilton: “Non è così che voglio vincere le gare”

Pur ammettendo di aver forzato Vettel all’errore, il pilota britannico si è detto dispiaciuto di non aver potuto combattere ma è comunque soddisfatto del risultato

Topics

Lewis Hamilton la sua vittoria, l’ennesima, l’ha messa in tasca anche sul circuito canadese, beffando nuovamente il team di Maranello.

Dopo essere rimasto dietro alla monoposto di Sebastian Vettel per gran parte della gara, il pilota britannico ha ripreso a martellare durante i giri finali del Gran Premio, andando a scriverne il finale.

Hamilton ha iniziato a spingere, facendosi vedere sempre più negli specchietti del tedesco, mettendolo sotto pressione e portandolo all’errore.

Un errore che fondamentalmente ha segnato la fine della gara e ne ha deciso l’esito, sollevando tutte le polemiche del caso.

Ma nelle dichiarazioni post gara, Hamilton ha difeso la sua posizione e la sua opinione in merito, andando a sottolineare la volontà di aver voluto spingere Vettel all’errore, ma di aver giudicato scorretto il suo rientro in pista, a sua detta molto pericoloso.

Naturalmente, non è questo il modo in cui avrei voluto vincere. Ho spinto fino alla fine per cercare di superare Sebastian, però l’ho forzato a commettere un errore: avevo lo spazio per sorpassarlo, ma ho dovuto allargare per il modo in cui è rientrato in pista”.

Sulle motivazioni e sulle opinioni di Vettel, invece, Hamilton si è dimostrato rispettoso, sottolineando come ogni pilota abbia la necessità e il diritto di avere una propria idea.

Tuttavia, ha voluto anche porre l’accento sul fatto che la decisione è arrivata comunque dalla Direzione di Gara, che quindi avrebbe valutato quanto accaduto e avrebbe avuto un’opinione simile alla propria.

Al di là delle polemiche, Hamilton si è comunque detto soddisfatto del weekend, soprattutto considerando i problemi meccanici che si erano presentati come una minaccia proprio poco prima dello spegnersi dei semafori.

Sono molto grato. Ho avuto un incidente venerdì e stamattina abbiamo avuto un problema meccanico. I ragazzi hanno lavorato duro e hanno fatto un ottimo lavoro per sistemarlo, quindi meritavano questo risultato”.

Hamilton ha voluto anche sottolineare l’impegno e le performance della Ferrari, questo weekend apparsa molto competitiva, cosa che lo ha stimolato a dare il meglio.

La Ferrari ha fatto un grande lavoro questo fine settimana, sono stati molto veloci sul rettilinei e Sebastian ha fatto una grande gara. Ho dovuto dare davvero il massimo per stare al loro passo. Non è una bella sensazione e non è così che voglio vincere le gare, però ho corso con tutto il cuore perché la squadra si sentisse orgogliosa di me e sento che è così”.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 25 anni, laureata in Comunicazione e laureanda in Web Marketing & Digital Communication. Sogno un futuro nel mondo dell'automotive, a stretto contatto con quella che è in assoluto la mia passione più grande. Sono decisa, determinata, curiosa: amo imparare e sono sempre alla ricerca di nuove sfide. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button