Formula 1Gran Premio Canada

GP Canada 2016: Hamilton riapre il mondiale, peccato Ferrari

Nel pomeriggio canadese tra vento e nuvoloni Lewis Hamilton centra il secondo successo consecutivo e riapre il mondiale portandosi a soli nove punti dal compagno di squadra Nico Rosberg, sul secondo gradino troviamo un Sebastian Vettel da applausi, condannato al secondo posto per una strategia che si è rilevata sbagliata, mentre a completare il podio c’è un sorprendente Valtteri Bottas che ha sfruttato a meglio gli errori dei principali protagonisti del circus.

La partenza ancora una volta per i due Mercedes è da horror, con Vettel che alla prima curva balza davanti e prova ad allungare mentre i due ancora una volta si toccano nelle prime curve, stavolta però Lewis rimane in carreggiata mentre Nico va lungo e al rientro in pista si ritrova addirittura decimo,mentre un altro magnifico starter di Verstappen lo portano al terzo posto dopo il primo passaggio sul traguardo; tutto sembra proseguire normalmente nel nuvoloso pomeriggio di Montreal ma al giro 12 sul lungo rettilineo prima del traguardo la McLaren di Button fonde il motore, la direzione gara decide per la Virtual Safety Car ed allora che il muretto Ferrari decide di far entrare i propri piloti montando l’unico set di Supersoft,stravolgendo la strategia.

Così la gara prende una piega diversa per la rossa di Maranello che vira su due soste (senza pioggia), mentre il resto della carovana andrà su una sola sosta, Seb rientra dietro le due RedBull ed inizia a spingere al giro 15 è già dietro ad Hamilton ed inizia a colmare il suo gap mentre al giro 22 rientrano per la loro sosta le due RedBull e Nico Rosberg, che nel frattempo è risalito fino alla settima posizione. Il leader della corsa invece con un’ottima gestione delle gomme allunga il suo stint fino al giro 24.

Si rientra in pista con Vettel di nuovo al comando ma obbligato a fare un nuovo pit che effettua al giro 37, precisamente tre giri dopo il suo compagno di squadra che con questa strategia riesce a sopravanzare uno spento Ricciardo; da qui la gara assume l’aspetto che tutti si attendevano e cioè una rossa a caccia della Mercedes, il distacco si riduce con una media di circa quattro decimi al giro ma al giro 52 le prestazioni si appiattiscono ed Hamilton inizia a diventare irraggiungibile e la strategia Ferrari si rivela  così fallimentare, nel frattempo le due RedBull a causa di un crollo prestazionale effettuano una nuova sosta mentre Rosberg entra per una foratura, da questa situazione caotica nè trae vantaggio un ottimo Valtteri Bottas che piazza il muso della sua Williams in terza piazza.

Congelate le due posizione davanti, dietro si assiste ad un duello spettacolare valido per la quarta posizione tra il “giovane” Max Verstappen ed il leader della classifica mondiale Nico Rosberg, i due quasi sfiorano il contatto un paio di volte all’ultima chicane,ma nel penultimo giro con una grande difesa il talento olandese costringe Rosberg ad un errore che va in testacoda poco prima del traguardo e si deve accontentare del quinto posto; chiude sesto Kimi Raikkonen seguito da Daniel Ricciardo (deludenti le loro prestazioni), mentre a chiudere la top ten troviamo Hulkenberg,Sainz e Perez.

L’ordine di arrivo del GP del Canada 2016

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 44 United Kingdom Lewis Hamilton Germany Mercedes 01:31:05.296 70 01:15.981 68 1 25
2 5 Germany Sebastian Vettel Italy Ferrari 01:31:10.307 70 01:16.297 70 3 18
3 77 Finland Valtteri Bottas United Kingdom Williams 01:31:51.718 70 01:16.938 68 7 15
4 33 Netherlands Max Verstappen Austria Red Bull 01:31:58.316 70 01:16.319 49 5 12
5 6 Germany Nico Rosberg Germany Mercedes 01:32:07.389 70 01:15.599 60 2 10
6 7 Finland Kimi Raikkonen Italy Ferrari 01:32:08.313 70 01:16.919 44 6 8
7 3 Australia Daniel Ricciardo Austria Red Bull 01:32:08.930 70 01:16.506 51 4 6
8 27 Germany Nico Hulkenberg United Kingdom Force India 01:31:19.096 69 01:16.604 68 9 4
9 55 Spain Carlos Sainz Jr Italy Toro Rosso 01:31:24.787 69 01:16.578 54 20 2
10 11 Mexico Sergio Pérez United Kingdom Force India 01:31:27.387 69 01:16.559 54 11 1
11 14 Spain Fernando Alonso United Kingdom McLaren 01:31:54.889 69 01:17.307 67 10 0
12 26 Russian Federation Daniil Kvyat Italy Toro Rosso 01:32:00.761 69 01:16.942 50 15 0
13 21 Mexico Esteban Gutiérrez United States Haas 01:31:05.784 68 01:17.728 48 13 0
14 8 France Romain Grosjean United States Haas 01:31:06.356 68 01:17.281 50 14 0
15 9 Sweden Marcus Ericsson Switzerland Sauber 01:31:14.346 68 01:18.100 63 21 0
16 20 Denmark Kevin Magnussen France Renault 01:31:28.002 68 01:18.224 42 22 0
17 94 Germany Pascal Wehrlein United Kingdom Manor 01:31:35.776 68 01:18.282 48 17 0
18 12 Brazil Felipe Nasr Switzerland Sauber 01:31:48.091 68 01:17.883 66 18 0
19 88 Indonesia Rio Haryanto United Kingdom Manor 01:32:19.873 68 01:18.658 57 19 0
RIT 19 Brazil Felipe Massa United Kingdom Williams 00:46:48.682 35 01:17.424 32 8 0
RIT 30 United Kingdom Jolyon Palmer France Renault 00:22:05.323 16 01:19.879 6 16 0
RIT 22 United Kingdom Jenson Button United Kingdom McLaren 00:12:12.950 9 01:19.456 5 12 0

Federico Crisetti

Mi chiamo Federico Crisetti ho 24 anni, sono laureato in Informatica attualmente studente Magistrale all’Università Statale di Milano. Appassionato di sport , soprattutto di F1, seguo questo sport H24, non perdo un singolo istante di ogni weekend o evento F1, come per tutte le mie passioni dedico tutto me stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button