Formula 1Gran Premio Brasile

GP Brasile 2017, quinto sigillo stagionale per Vettel davanti a Bottas, Hamilton quarto in rimonta

Sebastian Vettel vince il Gran Premio del Brasile seguito da Vallteri Bottas e Kimi Raikkonen; ottima rimonta di Lewis Hamilton che conclude quarto

Grazie ad una partenza bruciante Sebastian Vettel conquista la 45esima edizione del GP del Brasile 2017. Il pilota tedesco è riuscito a riportare la Ferrari sul gradino più alto del podio dopo otto gare. Seconda posizione per la Mercedes di Valtteri Bottas, dopo esser partito dalla pole position mentre Kimi Raikkonen completa il podio.

Sebastian Vettel ha condotto la gara in modo impeccabile: dopo una scatto perfetto dalla seconda piazzola della griglia è riuscito a transitare in prima posizione alla prima curva. Senza commettere sbavature ha portato a casa la sua quinta vittoria stagionale. Valtteri Bottas ha mantenuto alta la pressione al ferrarista sino all’ultimo giro senza mai impensierirlo troppo da vicino. Completa il podio Kimi Raikkonen autore anch’egli di una gara senza errori condotta su un ritmo simile al compagno di team vincitore.

Lewis Hamilton, partito dalla pit-lane, ha recuperato sino alla quarta posizione non riuscendo, negli ultimi giri, ad attaccare Kimi Raikkonen per il podio. Una gran gara, comunque, per il pilota inglese partito con una strategia differente rispetto ai primi rivali non ha avuto troppi problemi a liberarsi, nei primi giri, delle vetture più lente sino ad arrivare molto vicino al vincitore.

Una gara speciale per Felipe Massa che ha concluso in settima posizione la sua ultima esperienza in Brasile da pilota di Formula 1. Per il pilota brasiliano potrebbe essersi trattato della sua ultima gara visto che nel paddock si vocifera di una sua sostituzione con Robert Kubica già dal prossimo, nonché ultimo appuntamento stagionale, Gran Premio di Abu Dhabi. Grandi emozioni dal giro di formazione dove ha ringraziato squadra e tifosi al team radio del dopo gara dov’è intervenuto a congratularsi con il padre anche il figlio Felipinho.

Quinta e sesta posizione per le due Red Bull in difficoltà con la gestione degli pneumatici in questo GP. Max Verstappen è stato l’unico dei piloti di testa a ripiegare su una strategia a due soste mentre il compagno di box ha concluso sesto dopo esser scattato quattordicesimo ed esser coinvolto in un’incidente al primo giro.

Settima posizione per il già citato Felipe Massa seguito da Fernando Alonso che ha insistito ai calcagni del brasiliano sino all’ultima curva. Gara meno brillante di quanto ci aveva abituato per la Force India con Sergio Perez nono ed Esteban Ocon ritirato (è il primo della stagione), a seguito di un contatto nelle prime fasi di gara. La zona punti è conclusa dalla prima Renault, pilotata da Nico Hulkenberg.

Nel primo giro è subito caos: davanti Sebastian Vettel imbecca un’ottima partenza e riesce a sorpassare Valtteri Bottas e si porta in prima posizione. Dietro ottimo start per Fernando Alonso che si piazza quinto. Problemi nelle retrovie: in uscita di curva due un contatto tra Magnussen e Vandoorne costringe entrambi al ritiro, il crash coinvolge anche Daniel Ricciardo che, a differenza dei due, esce illeso seppur ultimo. Poche curve più tardi un nuovo contatto, questa volta tra Grosjean e Ocon mette fuori gara quest’ultimo: è safety car.

Sebastian Vettel prende un piccolo margine su Valtteri Bottas quando, nel corso del 29esimo giro, cerca l’undercut fermandosi un giro prima rispetto al tedesco ma il ferrarista dopo il pit stop rientra davanti e torna ad allungare. Intanto Lewis Hamilton si libera una ad una delle vetture più lente di lui e si issa fino alla quarta posizione senza riuscire mai ad attaccare la zona podio. Davanti grande gara sul ritmo dei tre piloti a podio che chiudono racchiusi in meno di 5 secondi.

L”ordine di arrivo del GP del Brasile 2017

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 5 Germany Sebastian Vettel Italy Ferrari 01:31:26.262 71 01:12.539 63 2 25
2 77 Finland Valtteri Bottas Germany Mercedes 01:31:29.024 71 01:12.466 58 1 18
3 7 Finland Kimi Raikkonen Italy Ferrari 01:31:30.862 71 01:12.492 61 3 15
4 44 United Kingdom Lewis Hamilton Germany Mercedes 01:31:31.730 71 01:11.845 63 20 12
5 33 Netherlands Max Verstappen Austria Red Bull 01:31:59.202 71 01:11.044 64 4 10
6 3 Australia Daniel Ricciardo Austria Red Bull 01:32:14.953 71 01:12.029 71 14 8
7 19 Brazil Felipe Massa United Kingdom Williams 01:32:35.144 71 01:13.452 60 9 6
8 14 Spain Fernando Alonso United Kingdom McLaren 01:32:35.625 71 01:13.451 57 6 4
9 11 Mexico Sergio Pérez United Kingdom Force India 01:32:35.762 71 01:13.052 61 5 2
10 27 Germany Nico Hulkenberg France Renault 01:31:43.880 70 01:13.758 57 7 1
11 55 Spain Carlos Sainz Jr France Renault 01:31:50.426 70 01:13.625 67 8 0
12 10 France Pierre Gasly Italy Toro Rosso 01:32:07.102 70 01:13.323 61 19 0
13 9 Sweden Marcus Ericsson Switzerland Sauber 01:32:24.548 70 01:13.666 70 17 0
14 94 Germany Pascal Wehrlein Switzerland Sauber 01:32:33.405 70 01:14.812 60 15 0
15 8 France Romain Grosjean United States Haas 01:31:47.048 69 01:13.532 66 11 0
16 18 Canada Lance Stroll United Kingdom Williams 01:32:12.329 69 01:11.862 69 16 0
RIT 28 New Zealand Brendon Hartley Italy Toro Rosso 00:55:00.835 40 01:14.658 29 18 0
RIT 31 France Esteban Ocon United Kingdom Force India Incidente 0   0 10 0
RIT 2 Belgium Stoffel Vandoorne United Kingdom McLaren Incidente 0   0 12 0
RIT 20 Denmark Kevin Magnussen United States Haas Incidente 0   0 13 0

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.