2018Gran Premio Bahrain

Formula 1 | GP Bahrain 2018: Vettel vince una gara thriller, Bottas e Hamilton completano il podio

Sebastian Vettel si ripete e, dopo esser partito dalla pole position, ha fatto suo il Gran Premio del Bahrain, le due Mercedes sul podio mentre Raikkonen KO dopo un pit stop-dramma

Topics

E’ Sebastian Vettel a conquistare il Gran Premio del Bahrain grazie ad un strategia molto rischiosa che però ha pagato, il ferrarista ha allungato lo stint su gomma soft e si è dovuto difendere nel finale dall’attacco di Valtteri Bottas che calzava una gomma media meno usurata. Il finlandese ha concluso in seconda posizione, piazza guadagnata alla partenza quando è riuscito a scalzare Kimi Raikkonen.

E’ proprio il pilota della Rossa ad essersi reso protagonista dell’episodio più triste di giornata; Kimi Raikkonen durante la sua seconda sosta ha accidentalmente investito un meccanico mentre era ancora intento nelle sue operazioni sulla posteriore sinistra. L’addetto Ferrari è sempre rimasto cosciente, ma ha riportato una frattura a tibia e perone. Un KO che ha negato il podio al ferrarista e lo ha consegnato a Lewis Hamilton, dopo essersi reso protagonista di una rimonta dalla nona posizione.

L’anglo-caraibico, nelle fasi iniziali, si è anche reso protagonista di un triplo sorpasso sul rettilineo principale dopo un contatto con Verstappen che ha messo fuori gioco l’olandese, già nel corso del secondo giro. Tornata drammatica, sportivamente parlando, per la Red Bull visto che anche Daniel Ricciardo ha dovuto dare forfait a causa di un problema elettrico. Il team austriaco esce così senza punti dalla gara asiatica.

Splendida, clamorosa quarta posizione per la Toro Rosso di Pierre Gasly, autore di una gara costante e senza errori. Il primo piazzamento a punti per il francese corrisponde addirittura con un risultato ai piedi del podio, anche grazie al ritiro di tre vetture dei top team. Il “Now we can fight” a fine gara (stessa frase utilizzata da Fernando Alonso al termine del primo GP) testimonia la rivincita Honda nei confronti della McLaren, che tanto aveva bistrattato questo power unit.

Primi e tanti punti anche per la Haas con Kevin Magnussen che riscatta parzialmente la delusione del GP d’Australia conquistando la quinta posizione, davanti alla Renault di Nico Hulkenberg ed alle due McLaren di Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne, rivitalizzate dopo l’opaca qualifica di ieri. Primi punti anche per la Alfa Romeo-Sauber grazie ad un’eccellente prestazione di Marcus Ericsson (nono) mentre è stato Esteban Ocon a chiudere la top ten.

Topics
Continua la lettura

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Aspetta! C'è dell'altro!