Mercato Piloti F1Popolo Alonsista

Formula 1, Fernando Alonso gioiello di Honda da girare alla Red Bull?

I rumors avevano iniziato a circolare a metà settembre, ma senza un vero fondo di verità. Fernando Alonso alla Red Bull a causa della scarsa competitività della McLaren, un’indiscrezione che si è spenta sul nascere. Eppure il driver spagnolo al team di Milton Keynes c’è andato vicino ma non a causa della stagione sottotono della McLaren. Secondo quanto riportato dai colleghi di Auto Motor und Sport, dopo che Bernie Ecclestone aveva convinto la Honda a girare le proprie power unit anche alla Red Bull, ancora senza un motorista per la stagione 2016 di Formula 1, Ron Dennis avrebbe posto il veto a riguardo di un ipotetico progetto tra i giapponesi e il team austriaco.

Secondo Dennis se la Honda dovesse iniziare a dividersi tra il team di Woking e quello di Milton Keynes a farne le spese potrebbe essere proprio la McLaren in cerca di riscatto dopo i deludenti risultati del 2015. La veridicità dei fatti sostiene che, a parità di condizioni, tutti nel paddock temono la Red Bull, ma dietro al veto imposto dal boss della McLaren si nasconderebbe molto più. Una volta appresa la notizia della possibilità che la Honda possa fornire i motori anche alla Red Bull, Ron Dennis sarebbe andato su tutte le furie quando la casa di Tokyo si è resa disposta a girare Fernando Alonso al team di Milton Keynes.

La scuderia austriaca vuole stare in Formula 1 per dimostrare di saper ancora vincere e per farlo ha bisogno di un top driver che possa andare a sostituire degnamente Sebastian Vettel. Secondariamente quello di Fernando Alonso è sempre stato un pallino fisso di Dietrich Mateschitz, nonostante l’abitudine della Red Bull di allevare i propri gioielli in casa. Situazione di stallo: come ha lasciato intendere Franco Nugnes di Omnicorse.it «la McLaren che non dispone dei soldi per permettersi di pagare il contratto di Fernando Alonso senza l’aiuto della Honda» e Ron Dennis non accetterà mai che la McLaren venga privata di una delle basi sulle quali ha progettato la rinascita del marchio di Woking. Il boss britannico minaccia di far valere il diritto di veto ma il bello della Formula 1 è che ci ha abituato a clamorosi colpi di scena.

Topics
Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora, ho 32 anni e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close