1970-1979Formula 1On this day

Stewart vince il GP degli Stati Uniti e chiude la stagione 1972

Con entrambi i Titoli Mondiali già assegnati alla Lotus di Emerson Fittipaldi, l’8 ottobre andò in scena l’ultimo appuntamento stagionale sul circuito di Watkins Glen e valido come Gran Premio degli Stati Uniti.
Per l’evento dell’anno si iscrissero si iscrissero 31 vetture, molte delle quali erano le terze monoposto di numerose scuderie. Il team Lotus schierò Dave Walker e Reine Wisell al fianco di Emerson Fittipaldi, mentre la Tyrrell portò una terza macchina affidandola a Patrick Depailler.
La McLaren scese in pista con la sua auto di scorta chiamando il giovane Jody Scheckter. Surtees prestò una monoposto a Sam Posey della scuderia Champcar, mentre lo stesso John decise di correre con una quinta vettura, oltre a quelle di Tim Schenken, Mike Hailwood e Andrea de Adamich sponsorizzata Ceramica Pagnossin. BRM partecipò con quattro auto come in Canada ma sostituì Bill Brack con Brian Redman .

LE QUALIFICHE

Le qualifiche videro la pole position numero 14 per Jackie Stewart con la Tyrrell affiancato in prima fila dalle due McLaren di Peter Revson e Denny Hulme. Dietro si piazzarono Francois Cévert e la Brabham di Carlos Reutemann.
Con una griglia 3-2-3, conquistarono la terza fila Clay Regazzoni su Ferrari, Chris Amon con la Matra e l’impressionante Jody Scheckter. Emerson Fittipaldi con la Latus e Mario Andretti con la seconda vettura di Maranello, chiusero la top 10.

LA GARA

La domenica mattina Amon ebbe alcuni problemi, quindi decise di partire in fondo allo schieramento con la vettura muletto e lasciando vacante la posizione in griglia.
Al via Stewart, scappò subito in testa seguito da Hulme, mentre un contatto tra Regazzoni, Reutemann e Revson permise a Fittipaldi di conquistare il terzo posto con Scheckter quarto, davanti a Jacky Ickx dopo una partenza lampo dalla 12° piazzola e poi Regazzoni in rimonta.
Sia Revson che Reutemann furono costretti ad una sosta forzata ai box per permettere ai meccanici di riparare le vetture danneggiate mentre Fittipaldi dovette cedere la posizione a causa di una lenta foratura e lasciando al pilota sudafricano della McLaren il momentaneo terzo posto. Cévert dopo una partenza al rallentatore iniziò la sua rimonta superando prima le due Ferrari e poi scavalcando Scheckter. A metà gara il francese della Tyrrell riuscì addirittura a raggiungere Hulme regalando alla Tyrrell una bella doppietta.
A fine gara iniziò a piovere, facendo perdere a Scheckter la posizione dopo un testacoda, così al quarto posto salì la March di Ronnie Peterson, precedendo le due Ferrari di Ickx e Andretti.

L’ORDINE DI ARRIVO

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 1 United Kingdom Jackie Stewart
United Kingdom Tyrrell 01:41:45.354 59
1
9
2 2 France François Cevert
United Kingdom Tyrrell 01:42:17.622 59
4
6
3 19 New Zealand Denny Hulme
United Kingdom McLaren 01:42:22.882 59
3
4
4 4 Sweden Ronnie Peterson
United Kingdom March 01:43:07.870 59
26
3
5 7 Belgium Jacky Ickx
Italy Ferrari 01:43:08.473 59
12
2
6 9 United States Mario Andretti
Italy Ferrari +1 lap 58
10
1
7 3 France Patrick Depailler
United Kingdom Tyrrell +1 lap 58
11
0
8 8 Switzerland Clay Regazzoni
Italy Ferrari +1 lap 58
6
0
9 21 South Africa Jody Scheckter
United Kingdom McLaren +1 lap 58
8
0
10 12 Sweden Reine Wisell
United Kingdom Lotus +2 laps 57
16
0
11 28 United Kingdom Graham Hill
United Kingdom Brabham +2 laps 57
27
0
12 34 United States Sam Posey
United Kingdom Surtees +2 laps 57
22
0
13 6 United Kingdom Mike Beuttler
United Kingdom March +2 laps 57
20
0
14 26 France Henri Pescarolo
United Kingdom March +2 laps 57
21
0
15 18 New Zealand Chris Amon
France Matra +2 laps 57
7
0
16 33 United States Skip Barber
United Kingdom March +2 laps 57
20
0
17 23 United Kingdom Mike Hailwood
United Kingdom Surtees Collision 56
14
0
18 20 United Kingdom Peter Revson
United Kingdom McLaren Electrical 54
2
0
19 5 Austria Niki Lauda
United Kingdom March Not Classified 49
25
0
RIT 27 Brazil Carlos Pace
United Kingdom March Fuel System 48
15
0
RIT 14 United Kingdom Peter Gethin
United Kingdom BRM Engine 47
28
0
RIT 16 New Zealand Howden Ganley
United Kingdom BRM Engine 44
17
0
RIT 11 Australia Dave Walker
United Kingdom Lotus Engine 44
30
0
RIT 30 Brazil Wilson Fittipaldi
United Kingdom Brabham Engine 43
13
0
RIT 17 France Jean-Pierre Beltoise
United Kingdom BRM Ignition 40
18
0
RIT 15 United Kingdom Brian Redman
United Kingdom BRM Engine 34
24
0
RIT 29 Argentina Carlos Reutemann
United Kingdom Brabham Engine 31
5
0
RIT 25 Italy Andrea de Adamich
United Kingdom Surtees Collision 25
19
0
RIT 24 Australia Tim Schenken
United Kingdom Surtees Suspension 22
31
0
RIT 10 Brazil Emerson Fittipaldi
United Kingdom Lotus Suspension 17
9
0
RIT 31 United Kingdom Derek Bell
Italy Tecno Engine 8
29
0

Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button