2010-2019Formula 1On this day

Sebastian Vettel scaccia i fantasmi e vince il GP del Bahrain 2012

Il 22 aprile 2012, si è corso il Gran Premio del Bahrain, quarta prova del mondiale. La gara parte fortissimo con un capovolgimento di posizioni, soprattutto nella parte centrale dello schieramento.
Ma il due volte campione del mondo non si fa sorprendere e alla prima curva tiene dietro Lewis Hamilton.

gp bahrain 2012 partenza
© Red Bull

Intanto Nico Rosberg si fa sfilare da Fernando Alonso partito veramente bene.
Anche l’altra Ferrari sfrutta l’efficiente sistema di partenza e recupera posizioni fondamentali.
Gara piena di emozioni e di situazioni fortunate per qualcuno e sfortunate per altri.
Vince comunque un ritrovato Sebastian Vettel con una monoposto rigenerata dopo le ultime modifiche fatte da Adrian Newey. Sul podio sale anche la Lotus di un sorprendente Kimi Raikkonen e Romain Grosjean con una monoposto molto equilibrata e molto competitiva, tanto che in certi punti ha rischiato anche di superare il tedesco della Red Bull.
Finalmente una gara convincente per il francese campione del mondo di GP2 l’anno scorso,
Romain Grosjean ci ha fatto vedere dei bellissimi sorpassi.
Quarto posto per Mark Webber che a testa alta porta a casa punti pesantissimi. Segue il vincitore del GP della Cina. Nico Rosberg parte male ma riesce a recuperare, anche se con due mosse al limite del regolamento. Per questo verrà poi convocato dai commissari e non si esclude una possibile penalità.
Da segnalare che anche Fernando Alonso sarà ricevuto dai commissari per un’azione al limite su Kamui Kobayashi.
Sesta posizione per lo scozzese Paul Di Resta che segna il miglior piazzamento in carriera in Formula 1, quest’ultimo ha rischiato fino alla fine di essere superato da Fernando Alonso che con gomme meno usurate ha comunque conquistato la settima posizione. La Ferrari è riuscita a difendersi in attesa del nuovo pacchetto aerodinamico che porterà il prossimo GP di Spagna.
Ottavo posto per Lewis Hamilton, veramente sfortunato l’inglese, che ha avuto problemi al cambio gomme per ben due volte. Sicuramente questa posizione non fa testo vista la prestazione della McLaren durante questo fine settimana.
Al nono posto chiude finalmente Felipe Massa che si difende bene e rispolvera quelle competitività degli anni passati.
Grande passo di Michael Schumacher che arriva tra la top ten dopo una qualifica deludente, visto l’errore di valutazione del team e le cinque posizione perse sullo schieramento per aver sostituito il cambio.
Gara invece sfortunata per le due Williams costrette entrambe al ritiro per problemi tecnici e per Jenson Button che fino alla fine ha lottato con Paul Di Resta per la sesta posizione, ma poi una foratura lo hanno penalizzato facendolo finire a metà schieramento.

gp bahrain 2012 sebastian vettel_box
© Red Bull

L’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 1 Germany Sebastian Vettel
Austria Red Bull 01:35:10.990 57
01:36.379
55
1
25
2 9 Finland Kimi Raikkonen
United Kingdom Lotus 01:35:14.323 57

0
11
18
3 10 France Romain Grosjean
United Kingdom Lotus 01:35:21.184 57

1
7
15
4 2 Australia Mark Webber
Austria Red Bull 01:35:49.778 57

0
3
12
5 8 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes 01:36:06.450 57

0
5
10
6 11 United Kingdom Paul di Resta
United Kingdom Force India 01:36:08.533 57

1
10
8
7 5 Spain Fernando Alonso
Italy Ferrari 01:36:08.793 57

0
9
6
8 4 United Kingdom Lewis Hamilton
United Kingdom McLaren 01:36:09.974 57

0
2
4
9 6 Brazil Felipe Massa
Italy Ferrari 01:36:15.989 57

0
14
2
10 7 Germany Michael Schumacher
Germany Mercedes 01:36:22.480 57

0
22
1
11 15 Mexico Sergio Pérez
Switzerland Sauber 01:36:23.692 57

0
8
0
12 12 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Force India 01:36:27.529 57

0
13
0
13 14 Japan Kamui Kobayashi
Switzerland Sauber 01:36:41.324 57

0
12
0
14 17 France Jean-Eric Vergne
Italy Toro Rosso 01:36:44.713 57

0
17
0
15 16 Australia Daniel Ricciardo
Italy Toro Rosso +1 lap 56

0
6
0
16 21 Russian Federation Vitaly Petrov
United Kingdom Caterham +1 lap 56

0
18
0
17 20 Finland Heikki Kovalainen
United Kingdom Caterham +1 lap 56

0
16
0
18 3 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren Exhaust/Differential 55

0
4
0
19 24 Germany Timo Glock
United Kingdom Marussia +2 laps 55

0
23
0
20 22 Spain Pedro de la Rosa
Spain Hispania Racing +2 laps 55

0
20
0
21 23 India Narain Karthikeyan
Spain Hispania Racing +2 laps 55

0
24
0
22 19 Brazil Bruno Senna
United Kingdom Williams Vibration 54

0
15
0
RIT 18 Venezuela Pastor Maldonado
United Kingdom Williams Puncture 25

0
21
0
RIT 25 France Charles Pic
United Kingdom Marussia Engine 24

0
19
0

Le pagelle

Sebastian Vettel: 10 – Il tedesco domina la gara ma senza quello strapotere che l’ha visto protagonista nella stagione passata. Quando Raikkonen lo attacca Sebastian non si fa sorprendere. Sua la pole, suo il giro veloce e sua la vittoria in gara.

Kimi Raikkonen: 9,5 – Gara senza sbavature per il finlandese con una prestazione praticamente perfetta. Sarà veramente il ritorno di Ice-Man ?

Roman Grosjean : 9 – Arriva sul podio meritando senza aver paura di affrontare i big con dei bellissimi sorpassi.
Sarà quasta gara il suo vero trampolino di lancio ?

Mark Webber: 7 – Cosa dire l’esperienza dell’australiano è servita a classificarsi quarto, complici anche i problemi in McLaren.

Nico Rosberg: 7 – Sbaglia ma si riprende, anche se ci si aspettava qualcosa di più dalla Maercedes dopo il trionfo in Cina e invece il team tedesco chiude dietro Red Bull e Lotus in quinta posizione. Nico sbaglia qualcosa, esagera, recupera. Gara positiva comunque del tedesco.

Paul Di Resta: 8 – Un capolavoro del pilota scozzese che si prende il lusso di chiudere davanti alla Ferrari di Fernando Alonso. Riesce, nei pochi momenti chiave, a restare davanti e non lasciarsi prendere dall’ansia di dover portare a casa il risultato a tutti i costi.

Fernando Alonso: 7 – Riesce come al solito a tirare fuori il meglio di questa F2012. Questa domenica deve ringraziare la McLaren che si è messa fuori gioco da sola.

Jenson Button: 6,5 – Domenica sfortunata per l’inglese che questa domenica deve accontentarsi. Un pò in difficoltà è riuscito a capitalizzare un buon piazzamento ma la sorte non gli ha dato ragione

Michael Schumacher: 8,5 – Una rimonta da campione degna del sette volte campione del mono, davanti ai problemi tecnici della sua monoposto, Michael non si ferma e anzi risponde con una prestazione davvero ottima.

Lewis Hamilton: 7,5 – L’inglese viene frenato nel momento decisivo della gara dall’ennesimo problema al pit stop McLaren. Sicuramente questo ennesimo inconveniente ha regalato punti agli avversari.

Felipe Massa: 6,5 – Un buon risultato, nel momento decisivo della gara tira fuori le unghie e fa vedere qualcosa di positivo. È ancora lunga la strada verso il possibile recupero ma è comunque un passo avanti nel giorno che doveva essere il più difficile per il team Ferrari.

Topics
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close