1980-1989Formula 1On this dayPrimo piano

Prost trionfa in Brasile nella prima gara della stagione 1985

Il 7 aprile, andò in scena il Gran Premio del Brasile, primo appuntamento della stagione 1985 di Formula 1. Sul tracciato di Jacarepaguá, trionfò Alain Prost, seguito dalla Ferrari di Michele Alboreto, partito in pole position e dalla dalla Lotus di Elio De Angelis.
Ma andiamo per ordine e vediamo cosa accadde durante l’inverno; in casa Tyrrell fu confermato Martin Brundle, mentre Stefan Bellof fu sostituito con Stefan Johansson a causa di un litigio fra il pilota tedesco e il direttore del team di Ockham. Alla Williams, al fianco di Keke Rosberg arrivò Nigel Mansell, mentre Jacques Laffite tornò alla Ligier dopo due anni passati nella corte della scuderia di Grove.
Nel frattempo Gerhard Berger si accasò alla Arrows, dopo il fallimento del team tedesco ATS mentre alla Lotus arrivò Ayrton Senna, dopo il buon esordio con la Toleman nella passata stagione.

Una Ferrari davanti a tutti

Durante le qualifiche del sabato Alboreto riuscì a piazzare la nuova Ferrari 156/85 in pole position rifilando 96 millesimi a Keke Rosberg. Seconda fila per le due Lotus di De Angelis e Senna, con Nigel Mansell e Prost in terza fila, mentre in quarta fila si posizionarono René Arnoux con la seconda monoposto di Maranello e Nelson Piquet su Brabham motorizzata BMW.

Parte la stagione 1985

Allo spegnimento dei semafori, Rosberg scattò meglio di Alboreto, attaccato all’esterno della prima curva dalla Williams di Mansell; i due finirono per toccarsi con l’inglese che terminò l’azione nella via di fuga; la gara dell’inglese durò solo 8 giri, prima di abbandonare la pista per un guasto agli scarichi.

GP brasile 1985 alboreto mansell
statsf1.com

Dietro i primi due, si accodarono Prost, Senna, De Angelis, Arnoux, Piquet e Lauda con il finlandese che tentò di scappare via. Alla seconda tornata arrivò il ritiro di Piquet per problemi alla trasmissione, mentre dopo 8 giri, in uscita dalla curva Lagoa, iniziò a fumare la bancata sinistra della Williams di Rosberg.

Così la leadership del Gran Premio del Brasile passò ad Alboreto, seguito a vista da Prost, Senna, De Angelis e Lauda, in fase ascendente dopo la partenza dalla nona piazzola. Nei giri successivi l’austriaco riuscì addirittura a passare le due Lotus, portandosi alle spalle del proprio compagno di box: purtroppo al 27° giro un guasto al sistema di pressione carburante mise fine alla bella corsa dell’ex ferrarista.

Davanti, intanto, il campione francese della McLaren si sbarazzò del pilota italiano, dopo averlo passato alla curva Vitória nel corso della 17° tornata. Dietro la coppia di testa, si cristallizzarono le posizioni con le due Lotus in terza e quarta posizione. Ayrton Senna era pronto a festeggiare il podio, quando un problema elettronico obbligò il pilota di San Paolo a parcheggiare la propria vettura.

La classifica non mutò fino alla bandiera a scacchi, regalando a Prost la sua 17° vittoria in carriera, accompagnato sul podio dagli italiani Alboreto e De Angelis. Punti iridati anche per Arnoux, Tambay e Laffite

Ecco l’ordine di arrivo del GP del Brasile 1985

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 2 France Alain Prost
United Kingdom McLaren 01:41:26.115 61
6
9
2 27 Italy Michele Alboreto
Italy Ferrari 01:41:29.374 61
1
6
3 11 Italy Elio de Angelis
United Kingdom Lotus +1 lap 60
3
4
4 28 France René Arnoux
Italy Ferrari +2 laps 59
7
3
5 15 France Patrick Tambay
France Renault +2 laps 59
11
2
6 26 France Jacques Laffite
France Ligier +2 laps 59
15
1
7 4 Sweden Stefan Johansson
United Kingdom Tyrrell +3 laps 58
23
0
8 3 United Kingdom Martin Brundle
United Kingdom Tyrrell +3 laps 58
21
0
9 10 France Philippe Alliot
United Kingdom RAM +3 laps 58
20
0
10 16 United Kingdom Derek Warwick
France Renault +4 laps 57
10
0
11 18 Belgium Thierry Boutsen
United Kingdom Arrows +4 laps 57
12
0
12 24 Italy Piercarlo Ghinzani
Italy Osella +4 laps 57
22
0
13 9 Germany Manfred Winkelhock
United Kingdom RAM +4 laps 57
16
0
RIT 17 Austria Gerhard Berger
United Kingdom Arrows Suspension 51
19
0
RIT 12 Brazil Ayrton Senna
United Kingdom Lotus Electrical 48
4
0
RIT 23 United States Eddie Cheever
Italy Alfa Romeo Engine 42
18
0
RIT 29 Italy Pierluigi Martini
Italy Minardi Engine 41
25
0
RIT 1 Austria Niki Lauda
United Kingdom McLaren Fuel System 27
9
0
RIT 25 Italy Andrea de Cesaris
France Ligier Accident 26
13
0
RIT 22 Italy Riccardo Patrese
Italy Alfa Romeo Puncture 20
14
0
RIT 6 Finland Keke Rosberg
United Kingdom Williams Turbo 10
2
0
RIT 8 France François Hesnault
United Kingdom Brabham Accident 9
17
0
RIT 5 United Kingdom Nigel Mansell
United Kingdom Williams Exhaust 8
5
0
RIT 21 Italy Mauro Baldi
United Kingdom Spirit Turbo 7
24
0
RIT 7 Brazil Nelson Piquet
United Kingdom Brabham Transmission 2
8
0

Silvano Lonardo

Appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Google ADS e SEO. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.