1980-1989Formula 1On this day

Prima vittoria in carriera per Thierry Boutsen nel GP del Canada 1989

Il 18 Giugno 1989, la Formula 1 si spostò dal circuito di Phoenix, dove vinse Alain Prost, al tracciato canadese di Montréal. La sesta gara della stagione, vide ancora il dominio delle due McLaren con la prima fila occupata rispettivamente da Prost e Ayrton Senna.
Riccardo Patrese, con un ritardò di oltre 8 decimi, si piazzò al terzo posto con la Williams, e affiancato dalla Ferrari di Gerhard Berger. Terza fila per Nigel Mansell con la seconda monoposto di Maranello e Thierry Boutsen con l’altra vettura di Grove. Stefano Modena con la Brabham e Alex Caffi con la Scuderia Italia condivisero una quarta fila tutta italiana. Chiusero la top ten, Andrea De Cesaris con la seconda Dallara davanti a Philippe Alliot su Lola Larrousse motorizzata Lamborghini.

Il giorno della gara iniziò a piovere e questo scombinò un po’ i piani: Mansell e Nannini rientrarono ai box, al termine del giro di ricognizione per montare gomme slick, ma i due ripartirono troppo presto, pensando che la gara fosse già iniziata. Al loro rientro in pista, fu esposta ai due piloti la bandiera nera e per questo furono squalificati.

Al via, Prost mantenne il comando della gara davanti a Senna, Patrese, Berger, Boutsen e De Cesaris, mentre Stefano Modena e Pierluigi Martini finirono per toccarsi, abbandonando a gara.

gp canada 1989 partenza
© ericok

Alla fine del primo giro Caffi e Prost rientrarono per montare le slick, ma la gara del francese finì a causa di una sospensione dovuta ad un fuori pista.
L’asfalto si stava piano piano asciugando, così molti piloti iniziarono, a rientrare ai box per montare le gomme d’asciutto. Passò qualche giro e la pioggia ricominciò a cadere, creando il caos; l’unico a tenere le gomme da bagnato fu Patrese che iniziò a guadagnare un bel margine sui diretti inseguitori  capitanati da Warwick e Larini.

Senna rientrò nuovamente per montare le gomme da bagnato, mettendosi alla caccia del trio di testa. Im breve tempo, il brasiliano si ritrovò alle spalle di Larini, costretto poi al ritiro per un problema elettrico. Con la sosta di Patrese, la McLaren numero 1 si ritrovò secondo, portandosi poi al comando e concretizzando il sorpasso su Warwick nel corso del 39º passaggio.

gp canada 1989 podio
© ericok

Intanto a Boutsen, si fece sempre più vicino alla Arrows di Warwick, che però fu obbligato ad alzare bandiera bianca, nel giro successivo. La gara, ora vedeva Senna, condurre davanti a Patrese, Boutsen, De Cesaris e Piquet, per la prima volta in zona punti dopo una disastrosa stagione.

Negli ultimi giri mentre Senna era ormai vicino alla vittoria, mentre Patrese iniziò ad accusare qualche problema con il fondo della propria Williams. Questo permise a Boutsen di raggiungere il secondo posto.

Nel corso 66° giro, arrivò il colpo di scena, che mise ko la McLaren del brasiliano, regalando al pilota belga, Thierry Boutsen, la sua prima vittoria in Formula 1. Sul podio anche Riccardo Patrese, che così regalo alla Williams, una bella doppietta. A sorpresa, salì sul podio anche Andrea De Cesaris con la Dallara Scuderia Italia. A punti anche Nelson Piquet con la Lotus, poi René Arnoux sulla Ligier e Alex Caffi

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 5 Belgium Thierry Boutsen
United Kingdom Williams 02:01:24.073 69
6
9
2 6 Italy Riccardo Patrese
United Kingdom Williams 02:01:54.080 69
3
6
3 22 Italy Andrea de Cesaris
Italy Dallara 02:03:00.722 69
9
4
4 11 Brazil Nelson Piquet
United Kingdom Lotus 02:03:05.557 69
19
3
5 25 France René Arnoux
France Ligier +1 lap 68
22
2
6 21 Italy Alex Caffi
Italy Dallara +2 laps 67
8
1
7 1 Brazil Ayrton Senna
United Kingdom McLaren Engine 66
2
0
8 38 Germany Christian Danner
Germany Rial +3 laps 66
23
0
RIT 31 Brazil Roberto Moreno
Italy Coloni Differential 57
26
0
RIT 9 United Kingdom Derek Warwick
United Kingdom Arrows Engine 40
12
0
RIT 3 United Kingdom Jonathan Palmer
United Kingdom Tyrrell Spun Off 35
14
0
RIT 17 Italy Nicola Larini
Italy Osella Electrical 33
15
0
RIT 16 Italy Ivan Capelli
United Kingdom March Spun Off 28
21
0
RIT 30 France Philippe Alliot
France Larrousse Spun Off 26
10
0
DSQ 36 Sweden Stefan Johansson
Italy Onyx Disqualified 13
18
0
RIT 24 Spain Luis Perez-Sala
Italy Minardi Spun Off 11
24
0
RIT 15 Brazil Maurício Gugelmin
United Kingdom March Electrical 11
17
0
RIT 28 Austria Gerhard Berger
Italy Ferrari Gearbox 6
4
0
RIT 40 Italy Gabriele Tarquini
France AGS Spun Off 6
25
0
RIT 10 United States Eddie Cheever
United Kingdom Arrows Spun Off 3
16
0
RIT 2 France Alain Prost
United Kingdom McLaren Suspension 2
1
0
DSQ 27 United Kingdom Nigel Mansell
Italy Ferrari Disqualified 0
5
0
RIT 8 Italy Stefano Modena
United Kingdom Brabham Accident 0
7
0
RIT 23 Italy Pierluigi Martini
Italy Minardi Accident 0
11
0
DSQ 19 Italy Alessandro Nannini
Italy Benetton Disqualified 0
13
0
RIT 4 Italy Michele Alboreto
United Kingdom Tyrrell Electrical 0
20
0
DNQ 12 Japan Satoru Nakajima
United Kingdom Lotus No Time 0

0
DNQ 29 France Yannick Dalmas
France Larrousse No Time 0

0
DNQ 20 United Kingdom Johnny Herbert
Italy Benetton No Time 0

0
DNQ 26 France Olivier Grouillard
France Ligier No Time 0

0
DNPQ 7 United Kingdom Martin Brundle
United Kingdom Brabham No Time 0

0
DNPQ 37 France Bertrand Gachot
Italy Onyx No Time 0

0
DNPQ 33 Switzerland Gregor Foitek
Italy Euro Brun No Time 0

0
DNPQ 18 Italy Piercarlo Ghinzani
Italy Osella No Time 0

0
DNPQ 34 Germany Bernd Schneider
Germany Zakspeed No Time 0

0
DNPQ 41 Germany Joachim Winkelhock
France AGS No Time 0

0
DNPQ 39 Germany Volker Weidler
Germany Rial No Time 0

0
DNPQ 35 Japan Aguri Suzuki
Germany Zakspeed No Time 0

0
DNPQ 32 France Pierre-Henri Raphanel
Italy Coloni No Time 0

0

Sorgente
Credit Foto
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button