1980-1989Formula 1On this day

Piquet vinse il GP di Germania 1987, balzando in testa al mondiale

Il 26 luglio 1987, la Formula 1 disputò la corsa numero 444, sul circuito tedesco dell’Hockenheimring, ottava prova della stagione. Si arrivò in Germania, con un campionato ancora tutto da decidere e con Ayrton Senna che comandava la classifica, con una sola lunghezza di differenza su Nelson Piquet e due punti su Nigel Mansell.

Le qualifiche

Le qualifiche videro la pole position di Mansell con la Williams, affiancato dalla Lotus di Senna, con un ritardo di 2 decimi. Terza piazzola per Alain Prost con la McLaren, mentre Piquet agguantò il quarto posto, con la seconda monoposto di Grove.
Quinto tempo per la Ferrari di Michele Alboreto e con Thierry Boutsen su Benetton a completare la terza fila. La top ten vide il settimo tempo di Andrea de Cesaris su Brabham, seguito da Stefan Johansson con la McLaren, poi Teo Fabi su Benetton e Gerhard Berger con la seconda monoposto di Maranello.

La gara

Allo start, Senna si prese il comando della gara, mentre Mansell partì lentamente, ma  recuperando il secondo posto alla fine del primo giro. Dietro si accodarono Prost, Piquet, Boutsen, Alboreto e Johansson. All’inizio del secondo giro Mansell passò Senna, con una Lotus che non riusciva a tenere il passo. Questa situazione avvantaggiò Prost, che scavalcò il brasiliano nel giro successivo. Al terzo giro anche Piquet passò Senna, conquistando il terzo posto.
Passarono quattro tornate e Prost si prese la leadership della corsa, rimanendo in testa fino al 19° passaggio, momento in cui arrivò il cambio gomme del francese, in difficoltà con un logoramento eccessivo degli pneumatici anteriori. Mansell invece si fermò al 23° giro, riprendendo la posizione alle spalle del francese. Purtroppo il motore del britannico, si ammutolì dopo due giri, permettendo a Piquet di salire al secondo posto. Senna invece rientrò per la seconda volta, tentando di risolvere un problema di trazione e lasciando a Johansson il podio virtuale dopo il ritiro della Benetton di Boutsen, che aveva spento il motore.

alain prost nelson piquet gp germania 1987
f1-history.deviantart.com

Prost era comodamente in testa, ma a quattro giri dalla fine si ruppe la cinghia dell’alternatore, costringendo il francese al ritiro. La vittoria, quindi andò a Piquet, davanti alla McLaren dello svedese. Sul podio salì anche Senna, limitando così i danni, ma lasciando al brasiliano della Williams, il comando della classifica mondiale. Raccolsero dei punti anche le due Tyrrell di Philippe Streiff e Jonathan Palmer, mentre l’ultimo punticino disponibile andò a Philippe Alliot con la sua Larrousse Lola.
Alain Prost, fu classificato settimo, visto che dietro si ritirarono ben 18 vetture più un non classificato Martin Brundle su Zakspeed.

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 6 Brazil Nelson Piquet
United Kingdom Williams 01:21:25.091 44
4
9
2 2 Sweden Stefan Johansson
United Kingdom McLaren 01:23:04.682 44
8
6
3 12 Brazil Ayrton Senna
United Kingdom Lotus +1 lap 43
2
4
4 4 France Philippe Streiff
United Kingdom Tyrrell +1 lap 43
22
3
5 3 United Kingdom Jonathan Palmer
United Kingdom Tyrrell +1 lap 43
23
2
6 30 France Philippe Alliot
France Larrousse +2 laps 42
21
1
7 1 France Alain Prost
United Kingdom McLaren Electrical 39
3
0
NC 9 United Kingdom Martin Brundle
Germany Zakspeed Not Classified 34
19
0
RIT 26 Italy Piercarlo Ghinzani
France Ligier Engine 32
17
0
RIT 23 Spain Adrián Campos
Italy Minardi Engine 28
18
0
RIT 20 Belgium Thierry Boutsen
Italy Benetton Engine 26
6
0
RIT 5 United Kingdom Nigel Mansell
United Kingdom Williams Engine 25
1
0
RIT 24 Italy Alessandro Nannini
Italy Minardi Engine 25
16
0
RIT 17 United Kingdom Derek Warwick
United Kingdom Arrows Turbo 23
13
0
RIT 10 Germany Christian Danner
Germany Zakspeed Halfshaft 21
20
0
RIT 28 Austria Gerhard Berger
Italy Ferrari Turbo 19
10
0
RIT 19 Italy Teo Fabi
Italy Benetton Engine 18
9
0
RIT 21 Italy Alex Caffi
Italy Osella Engine 17
26
0
RIT 8 Italy Andrea de Cesaris
United Kingdom Brabham Engine 12
7
0
RIT 27 Italy Michele Alboreto
Italy Ferrari Turbo 10
5
0
RIT 14 France Pascal Fabre
France AGS Engine 10
25
0
RIT 18 United States Eddie Cheever
United Kingdom Arrows Throttle 9
15
0
RIT 11 Japan Satoru Nakajima
United Kingdom Lotus No Time 9
14
0
RIT 16 Italy Ivan Capelli
United Kingdom March Engine 7
24
0
RIT 25 France René Arnoux
France Ligier Ignition 6
12
0
RIT 7 Italy Riccardo Patrese
United Kingdom Brabham Ignition 5
11
0

Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button