1970-1979Formula 1On this day

Ottimo esordio per la Wolf di Scheckter, nella prima gara del 77

Il 9 gennaio 1977, si disputò la prima prova della stagione 1977 del campionato mondiale di Formula 1

Terminata l’entusiasmante stagione 1976 che si concluse con la storica gara del Monte Fuji, nelle settimane che seguirono ci furono molti cambi di sedile: a parte la McLaren che confermò i piloti della stagione passata, a Maranello arrivò Carlos Reutemann mentre alla Brabham arrivò John Watson, rimasto appiedato dopo la decisione di Roger Penske di vendere il team al all’ex pilota Gunther Schmid e fondatore della scuderia ATS.
Alla Shadow accanto a Tom Pryce ritornò il pilota italiano Renzo Zorzi, mentre Clay Regazzoni si accasò alla Ensign.
Jody Scheckter decise di passare alla Wolf Racing per guidare una nuova vettura firmata da Harvey Postlethwaite e liberò un posto alla Tyrrell che assunse Ronnie Peterson. Vittorio Brambilla invece si unì alla Surtees.

LE QUALIFICHE

james hunt gp argentina 1977
© Sutton Images

Nelle qualifiche il campione del mondo James Hunt, utilizzando una vecchia M23, si aggiudicò la pole position al fianco della Brabham di Watson. Terza piazza per Patrick Depailler su Tyrrell, mentre Niki Lauda, portò la sua Ferrari in quarta posizione.

La griglia si completò con il quinto tempo di Jochen Mass su McLaren affiancato da Carlos Pace con la seconda Brabham. Quarta fila per Reutemann e Mario Andretti con la nuova Lotus 78.

A chiudere la top 10 ci pensarono Tom Pryce e Gunnar Nilsson con la seconda vettura di Colin Chapman.

LA GARA

Sul circuito di Buenos Aires prese il via il primo appuntamento stagionale in condizioni di caldo estremo e questo diede inizio a una serie di problemi: sulla Lotus di Andretti esplose l’estintore, così il team decise di affidare al pilota italo americano la vettura del compagno Nilsson che rimase a piedi terminando prematuramente il suo Gran Premio. Laffite invece riuscì a partire dopo aver visto il motore della sua Matra andare in fumo.

Allo start Watson si prese il comando passando Hunt, mentre dietro si accodarono Lauda, Andretti, Mass, Reutemann, Pryce e Scheckter. Le posizioni si cristallizzarono fino all’undicesimo giro momento in cui Hunt passò in testa mentre Andretti superò Lauda che finì anche per lasciare il posto anche a Mass e Pace.

Al 21° giro Mass si portò in terza posizione superando l’unica Lotus in gara, ma dopo otto giri, il tedesco andò in testacoda abbandonando così il GP. La sfortuna in casa McLaren proseguì con la rottura di una sospensione che mise KO il leader della gara James Hunt, lasciando a Watson il comando davanti al suo compagno di squadra Pace.

Al 41° passaggio anche la Brabham del pilota inglese dovette fare i conti con una sospensione guasta, abbandonando così la gara a favore del brasiliano Pace.

Andretti dopo essersi avvicinato al leader finì cedere il secondo posto alla nuova Wolf di Scheckter. Negli ultimi giri Pace iniziò a rallentare a causa della stanchezza provocata dal caldo, permettendo al pilota sudafricano di passare al comando. Anche Andretti passò Pace ma la rottura di un cuscinetto ristabilì la seconda posizione.

Esordio difficile per la Ferrari su 312 T2 con Carlos Reutemann
© Ferrari

La gara terminò con la vittoria a sorpresa di Scheckter che regalò alla Wolf Racing la prima vittoria in F1, davanti a Pace e Reutemann che completarono il podio. A punti anche Emerson Fittipaldi, Andretti e Regazzoni.

Escluso Brambilla che terminò la gara per mancanza di benzina, il resto dei piloti non concluse il Gran Premio a causa dei molti ritiri.

Una piccola annotazione: sulla Ferrari 312 T2 di Lauda e Reutemann comparve per la prima volta il logo Fiat.

L’ORDINE DI ARRIVO

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 20 South Africa Jody Scheckter
United Kingdom Wolf 01:40:11.190 53
11
9
2 8 Brazil Carlos Pace
United Kingdom Brabham 01:40:54.430 53

6
3 12 Argentina Carlos Reutemann
Italy Ferrari 01:40:57.210 53
7
4
4 28 Brazil Emerson Fittipaldi
Brazil Copersucar-Fittipaldi 01:41:06.670 53
16
3
5 5 United States Mario Andretti
United Kingdom Lotus Wheel bearing 51
8
2
6 22 Switzerland Clay Regazzoni
United Kingdom Ensign +2 laps 51
12
1
7 19 Italy Vittorio Brambilla
United Kingdom Surtees Out of fuel 48
13
0
RIT 10 South Africa Ian Scheckter
United Kingdom March Electrical 45
17
0
NC 16 United Kingdom Tom Pryce
United Kingdom Shadow Not classified 45
9
0
RIT 7 United Kingdom John Watson
United Kingdom Brabham Suspension 41
2
0
RIT 9 Brazil Alex Ribeiro
United Kingdom March Transmission 39
20
0
NC 26 France Jacques Laffite
France Ligier Not classified 37
15
0
RIT 4 France Patrick Depailler
United Kingdom Tyrrell Overheating 32
3
0
RIT 1 United Kingdom James Hunt
United Kingdom McLaren Suspension 31
1
0
RIT 2 Germany Jochen Mass
United Kingdom McLaren Spun off 28
5
0
RIT 3 Sweden Ronnie Peterson
United Kingdom Tyrrell Spun off 28
14
0
RIT 29 Brazil Ingo Hoffmann
Brazil Fittipaldi Engine 22
19
0
RIT 11 Austria Niki Lauda
Italy Ferrari Fuel system 20
4
0
RIT 18 Austria Hans Binder
United Kingdom Surtees Accident 18
18
0
RIT 17 Italy Renzo Zorzi
United Kingdom Shadow Gearbox 2
21
0
DNS 6 Sweden Gunnar Nilsson
United Kingdom Lotus No Time 0
10
0

Silvano Lonardo

Appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Google ADS e SEO. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.