1970-1979On this day

Niki Lauda ritorna dopo l’incidente, intanto Ronnie Peterson vince il Gran Premio d’Italia

Il 12 settembre 1976, Ronnie Peterson vince il gran Premio d’Italia su March-Ford Cosworth; per lo svedese si è trattato dell’ottavo successo in carriera nella massima serie automobilistica. Sul podio anche lo svizzero Clay Regazzoni su Ferrari e il francese Jacques Laffite su Ligier-Matra.
Ma la tredicesima prova della stagione 1976 ha visto anche il ritorno in pista del pilota Ferrari, Niki Lauda, dopo il terribile incidente al Nurburgring.

42 giorni dopo, le condizioni dell’austriaco erano ancora alquanto precarie. Fu necessario infatti modificargli il casco per cercare di limitare le perdite di sangue che si verificano con sfregamento sulle ferite del volto non ancora rimarginate. Ma Niki Lauda era tenace e non voleva perdere terreno sull’amico-rivale James Hunt.

Il martedì che precedette la gara di Monza, Niki Lauda effettuò un test a Fiorano per testare la vettura.
Vado a Monza ma non per vincere. È il mio primo Gran Premio dopo l’incidente del Nürburgring. Per me sarà soltanto un allenamento per quelli successivi, un modo per riacquistare la forma perfetta, lo mi sento pronto al 100 per cento, ma è un mese che non salgo su una vettura di F.1 e non so quale possa essere il mìo rendimento.” – queste le parole del pilota austriaco.

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 10 Sweden Ronnie Peterson
United Kingdom March 01:30:35.600 52
8
9
2 2 Switzerland Clay Regazzoni
Italy Ferrari 01:30:37.900 52
9
6
3 26 France Jacques Laffite
France Ligier 01:30:38.600 52
1
4
4 1 Austria Niki Lauda
Italy Ferrari 01:30:55.000 52
5
3
5 3 South Africa Jody Scheckter
United Kingdom Tyrrell 01:30:55.100 52
2
2
6 4 France Patrick Depailler
United Kingdom Tyrrell 01:31:11.300 52
4
1
7 9 Italy Vittorio Brambilla
United Kingdom March 01:31:19.500 52
16
0
8 16 United Kingdom Tom Pryce
United Kingdom Shadow 01:31:28.500 52
15
0
9 35 Argentina Carlos Reutemann
Italy Ferrari 01:31:33.100 52
7
0
10 22 Belgium Jacky Ickx
United Kingdom Ensign 01:31:48.000 52
10
0
11 28 United Kingdom John Watson
United States Penske 01:32:17.800 52
26
0
12 19 Australia Alan Jones
United Kingdom Surtees +1 lap 51
18
0
13 6 Sweden Gunnar Nilsson
United Kingdom Lotus +1 lap 51
12
0
14 18 United States Brett Lunger
United Kingdom Surtees +2 laps 50
24
0
15 30 Brazil Emerson Fittipaldi
Brazil Fittipaldi +2 laps 50
20
0
16 24 Austria Harald Ertl
United Kingdom Hesketh Halfshaft 49
19
0
17 38 France Henri Pescarolo
United Kingdom Surtees +3 laps 49
22
0
18 37 Italy Alessandro Pesenti-Rossi
United Kingdom Tyrrell +3 laps 49
21
0
19 17 France Jean-Pierre Jarier
United Kingdom Shadow +5 laps 47
17
0
RIT 7 Germany Rolf Stommelen
United Kingdom Brabham Fuel System 41
11
0
RIT 34 Germany Hans Joachim Stuck
United Kingdom March Accident 23
6
0
RIT 5 United States Mario Andretti
United Kingdom Lotus Accident 23
14
0
RIT 11 United Kingdom James Hunt
United Kingdom McLaren Spun Off 11
24
0
RIT 40 Australia Larry Perkins
Netherlands Boro Engine 8
13
0
RIT 8 Brazil Carlos Pace
United Kingdom Brabham Engine 4
3
0
RIT 12 Germany Jochen Mass
United Kingdom McLaren Ignition 2
25
0
DNS 25 United Kingdom Guy Edwards
United Kingdom Hesketh Withdrew 0

0
DNS 20 Italy Arturo Merzario
United Kingdom Wolf-Williams Withdrew 0

0
DNS 39 Austria Otto Stuppacher
United Kingdom Tyrrell Not present 0

0

Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button