1980-1989Formula 1On this day

Nelson Piquet trionfa nel GP del Brasile 1983

Il 13 Marzo 1983, sul circuito di Jacarepaguá, vicino a Rio de Janeiro si corse il primo Gran Premio della stagione. La gara fu vinta dal brasiliano Nelson Piquet su Brabham-BMW che precedette sul traguardo il finlandese Keke Rosberg con la Williams-Ford Cosworth e l’austriaco Niki Lauda con la McLaren-Ford Cosworth. Accadde però un fatto particolare: Rosberg venne squalificato per una irregolarità durante il pit-stop, contrariamente a quanto avvenne, il secondo posto non fu assegnato a nessun altro pilota.

Le qualifiche

La griglia di partenza vide in pole position il campione del mondo in carica Keke Rosberg al fianco della Renault di Alain Prost. La seconda fila era composta dalla Ferrari 126 C2 B di Patrick Tambay e dall’idolo di casa, Piquet.
Dietro al quartetto di testa arrivò la Toleman di Derek Warwick, affiancato dall’altra monoposto del Cavallino René Arnoux. A completare la top 10 ci pensarono Riccardo Patrese su Brabham, poi Eddie Cheever con la Renault, mentre Niki Lauda su McLaren e Mauro Baldi con l’Alfa Romeo completano lo schieramento delle prime 10 posizioni.

Il giorno della gara

In gara Rosberg prese subito il comando davanti a Prost e Piquet, mentre a metà schieramento Baldi e Alboreto finirono per toccarsi. La leadership del campione del mondo in carica Rosberg terminò al settimo giro, quando finì per cedere il passo ad uno scatenato Piquet, che già nel corso della seconda tornata si sbarazzò di Prost.

Con il vantaggio accumulato dal pilota di casa, la Brabham di Piquet riuscì, nel corso del 40° giro, a rientrare ai box per il rifornimento e il cambio gomme, rimanendo comodamente il testa alla gara davanti a Rosberg protagonista di un incendio durante la fase del suo pit-stop. La fase concitata nei box Williams, diede la possibilità per qualche istante a Watson di salire sul secondo gradino del podio, ma purtroppo la McLaren del pilota britannico finì in fumo con il motore guasto.

Prost nel frattempo si mise alla caccia del duo di testa, ma il pilota francese non fece i conti con la McLaren di Niki Lauda, arrivata a ridosso del podio grazie ad una strategia senza sosta. Alla fine la Renault numero 7 finì per cedere la posizione anche a Laffite, Tambay e a Marc Surer con la Arrows.

Purtroppo a fine gara, i commissari squalificarono Keke Rosberg perché la vettura, durante il rifornimento fu spinta ai box dai meccanici della Williams, per riaccendere il motore. In seguito ci fu anche una appello da parte della scuderia inglese, ma fu respinto dal Tribunale d’Appello della FIA, due mesi più tardi.

La vittoria di Nelson Piquet

Per Piquet arrivò così il suo ottavo successo in carriera, mentre il secondo posto non fu assegnato ad alcun pilota; sul gradino più basso salì invece l’austriaco Niki Lauda.

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 5 Brazil Nelson Piquet
United Kingdom Brabham 01:48:27.731 63
4
9
2 8 Austria Niki Lauda
United Kingdom McLaren 01:49:19.614 63
9
4
3 2 France Jacques Laffite
United Kingdom Williams 01:49:41.682 63
18
3
4 27 France Patrick Tambay
Italy Ferrari 01:49:45.848 63
3
2
5 29 Switzerland Marc Surer
United Kingdom Arrows 01:49:45.938 63
20
1
6 15 France Alain Prost
France Renault +1 lap 62
2
0
7 35 United Kingdom Derek Warwick
United Kingdom Toleman +1 lap 62
5
0
8 30 Brazil Chico Serra
United Kingdom Arrows +1 lap 62
23
0
9 28 France René Arnoux
Italy Ferrari +1 lap 62
6
0
10 4 United States Danny Sullivan
United Kingdom Tyrrell +1 lap 62
21
0
11 12 United Kingdom Nigel Mansell
United Kingdom Lotus +2 laps 61
22
0
12 34 Venezuela Johnny Cecotto
Hong Kong Theodore +3 laps 60
19
0
13 17 Chile Eliseo Salazar
United Kingdom RAM +4 laps 59
26
0
14 9 Germany Manfred Winkelhock
Germany ATS +4 laps 59
25
0
DSQ 1 Finland Keke Rosberg
United Kingdom Williams Disqualified 63
1
0
DSQ 11 Italy Elio de Angelis
United Kingdom Lotus Disqualified 60
13
0
NC 33 Colombia Roberto Guerrero
Hong Kong Theodore Not Classified 53
14
0
RIT 16 United States Eddie Cheever
France Renault Brakes 41
8
0
RIT 7 United Kingdom John Watson
United Kingdom McLaren Engine 34
16
0
RIT 26 Brazil Raul Boesel
France Ligier Engine 25
17
0
RIT 23 Italy Mauro Baldi
Italy Alfa Romeo Collision 23
10
0
RIT 25 France Jean-Pierre Jarier
France Ligier Suspension 22
12
0
RIT 6 Italy Riccardo Patrese
United Kingdom Brabham Exhaust 19
7
0
RIT 31 Italy Corrado Fabi
Italy Osella Engine 17
24
0
RIT 36 Italy Bruno Giacomelli
United Kingdom Toleman Spun Off 16
15
0
RIT 3 Italy Michele Alboreto
United Kingdom Tyrrell Engine 7
11
0
DNQ 22 Italy Andrea de Cesaris
Italy Alfa Romeo No Time 0

0
DNQ 32 Italy Piercarlo Ghinzani
Italy Osella No Time 0

0

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.