1970-1979Formula 1On this day

Nel 1973, Jackie Stewart vinse il suo ultimo GP di Monaco

Il 3 maggio 1973, si disputò la XXXI edizione del Gran Premio di Monaco: sesta gara del campionato di Formula 1. Quell’anno l’evento, subì uno slittamento di data per poter mettere mano al circuito, con una nuova sezione del tunnel e una rinnovata configurazione della pista con la modifica della curva del “Tabaccaio” per far spazio alla sezione delle “Piscine” e della nuova curva chiamata “La Rascasse“.

In griglia fecero il loro ingresso due nuovi team gestiti da privati: la Hesketh Racing con il debuttante James Hunt e David Purley con la LEC Refrigeration Racing.

Nella giornata di sabato, la pole position andò a Jackie Stewart con la Tyrrell, vincitore del Gran Premio precedente in Belgio, con Ronnie Peterson al suo fianco su Lotus. Seconda fila per Denny Hulme di McLaren e François Cévert con la seconda Tyrrell. Quinto posto per Emerson Fittipaldi, affiancato da un impressionante Niki Lauda con la BRM. La prima Ferrari si piazzò solo al settimo posto, grazie al pilota belga Jacky Ickx, davanti Clay Regazzoni con la seconda BRM. La top 10 si completò con il nono tempo di Wilson Fittipaldi su Brabham e Howden Ganley con la Iso Marlboro di Frank Williams.

Ronnie Peterson GP Monaco 1973
© Cahier Archive

Allo start, Cévert, riuscì a prendere il comando, ma il francese finì per pizzicare un marciapiede, al secondo giro, subendo un foratura e lasciando a Peterson la leadership della gara, inseguito da Regazzoni che fece una partenza fulminante, poi Stewart, Emerson Fittipaldi, Lauda e Ickx.

Nei giri successivi Peterson riuscì a costruirsi un bel vantaggio, mentre Regazzoni stava facendo da tappo. Al sesto giro, il pilota ticinese, fece un errore arrivando lungo alla chicane e permettendo a Stewart di passare secondo, alla caccia della Lotus, che iniziò ad avere problemi all’alimentazione del carburante, retrocedendo al sesto posto.

Emersono Fittipaldi GP Monaco 1973
© Cahier Archive

Stewart passò a condurre il GP davanti a Fittipaldi, Lauda, Ickx e Wilson Fittipaldi.
Nel corso del 25 °giro Lauda dovette abbandonare la corsa problemi al cambio, mentre al 45° fu Ickx ad alzare bandiera bianca, per un guasto all’albero di trasmissione. Virtualmente sul podio salì Wilson Fittipaldi, ma la gara del brasiliano terminò al 71° passaggio per una perdita di carburante, che lo costrinse a ritirarsi. Questo favorì Peterson che raggiunse il terzo posto.
La gara terminò con il trionfo di Stewart, che raggiunse quota 25, vittorie come Jim Clark, davanti alle due Lotus di Emerson Fittipaldi e Ronnie Peterson.
Cévert e le due McLaren di Peter Revson e Hulme hanno completarono la zona punti.

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 5 United Kingdom Jackie Stewart
United Kingdom Tyrrell 01:57:44.300 78
1
9
2 1 Brazil Emerson Fittipaldi
United Kingdom Lotus 01:57:45.600 78
5
6
3 2 Sweden Ronnie Peterson
United Kingdom Lotus +1 lap 77
2
4
4 6 France François Cevert
United Kingdom Tyrrell +1 lap 77
4
3
5 8 United Kingdom Peter Revson
United Kingdom McLaren +2 laps 76
15
2
6 7 New Zealand Denny Hulme
United Kingdom McLaren +2 laps 76
3
1
7 9 Italy Andrea de Adamich
United Kingdom Brabham +3 laps 75
25
0
8 23 United Kingdom Mike Hailwood
United Kingdom Surtees +3 laps 75
13
0
9 27 United Kingdom James Hunt
United Kingdom March Engine 73
18
0
10 17 United Kingdom Jackie Oliver
United Kingdom Shadow +6 laps 72
22
0
11 11 Brazil Wilson Fittipaldi
United Kingdom Brabham Fuel System 71
9
0
RIT 14 France Jean-Pierre Jarier
United Kingdom March Gearbox 67
14
0
RIT 12 United Kingdom Graham Hill
United Kingdom Shadow Suspension 62
24
0
RIT 4 Italy Arturo Merzario
Italy Ferrari Oil Pressure 58
16
0
RIT 10 Argentina Carlos Reutemann
United Kingdom Brabham Gearbox 46
19
0
RIT 3 Belgium Jacky Ickx
Italy Ferrari Halfshaft 44
7
0
RIT 25 New Zealand Howden Ganley
United Kingdom Iso Marlboro Halfshaft 41
10
0
RIT 20 France Jean-Pierre Beltoise
United Kingdom BRM Accident 39
11
0
RIT 24 Brazil Carlos Pace
United Kingdom Surtees Halfshaft 31
17
0
RIT 18 United Kingdom David Purley
United Kingdom March Fuel Leak 31
23
0
RIT 26 Italy Nanni Galli
United Kingdom Iso Marlboro Halfshaft 30
21
0
RIT 21 Austria Niki Lauda
United Kingdom BRM Gearbox 24
6
0
RIT 22 New Zealand Chris Amon
Italy Tecno Overheating 22
12
0
RIT 19 Switzerland Clay Regazzoni
United Kingdom BRM Brakes 15
8
0
RIT 15 United Kingdom Mike Beuttler
United Kingdom March Engine 3
20
0

Sorgente
Credit Foto
Topics
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close