1990-1999Formula 1On this day

Michael Schumacher vince a Silverstone dalla corsia dei box

Il 12 luglio 1998 sul circuito di Silverstone, Michael Schumacher vinse il Gran Premio di Gran Bretagna.
Grazie a questa vittoria, la trentunesima in carriera, Schumacher riaprì il campionato, portandosi a soli due punti da Mika Hakkinen.

La griglia di partenza

Nelle qualifiche del sabato ad ottenere la pole position fu il finlandese Mika Hakkinen (9° su 9 gare per la McLaren), precedendo Michael Schumacher di +0.449, poi Jacques Villeneuve con un ritardo di +0.831 e David Coulthard di +1.039.

La gara

Al semaforo verde, Hakkinen partì bene senza problemi mentre si accodò Schumacher che mantenne la posizione, davanti ad Alesi che con la sua Sauber da 8° si ritrovò 4° ed Irvine da quinto passò decimo.

Nel corso del 4° passaggio, il tedesco della Ferrari commise un errore che permise a Coulthard di avvicinarsi per poi prendersi il secondo posto nel giro successivo alla Abbey.

Sembrava che Hakkinen potesse prendere il largo, intanto Irvine, in una dozzina di giri, recuperò fino alla quarto posto. L’aumento d’intensità della pioggia spinse i piloti ad un cambio di pneumatici passando dalle intermedie alle heavy rain, eccetto Coulthard, che decise di rimanere con le gomme montate ad inizio gara.

Proprio lo scozzese, nel giro 38, si girò alla Abbey finendo nella via di fuga. Le condizioni meteo iniziarono a peggiorare, al punto che anche Hakkinen sbagliò, finendo per fare un  pericoloso testa cosa nella via di fuga esterna alla Bridge.
Visti gli errori e le uscite di pista a causa della pista allagata, obbligarono i commissari a far entrare la safety car.
Nel corso del giro numero 50 la vettura di cortesia fece il suo ritorno ai box lasciando al finlandese la leadership della gara, ma nella tornata successiva Hakkinen andò lungo alla Becketts, lasciando la testa della corsa al tedesco, che colse la palla al balzo e cominciò una serie di giri velocissimi. Però a causa di un sorpasso alla Benetton di Wurz in regime di bandiere gialle, a Schumacher venne inflitto uno uno stop&go di 10 secondi, comunicazione che però arrivò alla Ferrari praticamente al penultimo giro.

Si attivano le strategie ma soprattutto l’intelligenza di Brawn; se Schumacher, fosse entrato subito ai box, avendo 20s su Hakkinen, sarebbe rientrato in 3° posizione, gettando al vento la vittoria.

Ecco il colpo di genio del muretto Ferrari: avendo a disposizione un bonus di 3 giri per scontare la penalità, Ross Brawn, decise di far scontare la penalità all’ultimo giro, in modo da non perdere il tempo della ripartenza ed essendo il box della Scuderia di Maranello, sistemato dopo la linea del traguardo.

Ed è quello che effettivamente accadde: il tedesco rientrò ai box per scontare la penalità, e ripartì; Hakkinen, attardato di 23 secondi, tagliò nel frattempo il traguardo, pensando di aver vinto. Ma dopo secondi interminabili di attesa, arrivò la comunicazione della vittoria del ferrarista, che divenne il primo (ed unico) ad aver vinto una gara senza aver tagliato il traguardo.

La McLaren fece un reclamo formale per questa azione, ma fu rifiutato dalla FIA perché non vi era tempo materiale, per la Ferrari, di far scontare la penalità al proprio pilota, per un ritardo nella comunicazione della stessa.

Dalla gara successiva questo tipo di manovre fu vietato e venne deciso che alle penalità non scontate in gara sarebbero stati aggiunti 25 secondi sul tempo finale.
Grazie a questa vittoria, Schumacher riaprì il campionato, portandosi a due sole lunghezze da Mika Hakkinen. Sul podio salì anche Irvine permettendo alla Ferrari di avvicinarsi alla McLaren.

L’ordine di arrivo del GP di Gran Bretagna 1998

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 3 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari 01:47:02.400 60
2
10
2 8 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom McLaren 01:47:24.865 60
1
6
3 4 United Kingdom Eddie Irvine
Italy Ferrari 01:47:31.599 60
5
4
4 6 Austria Alexander Wurz
Italy Benetton +1 lap 59
11
3
5 5 Italy Giancarlo Fisichella
Italy Benetton +1 lap 59
10
2
6 10 Germany Ralf Schumacher
Ireland Jordan +1 lap 59
21
1
7 1 Canada Jacques Villeneuve
United Kingdom Williams +1 lap 59
3
0
8 22 Japan Shinji Nakano
Italy Minardi +2 laps 58
19
0
9 21 Japan Toranosuke Takagi
United Kingdom Tyrrell +4 laps 56
17
0
RIT 14 France Jean Alesi
Switzerland Sauber Electrical 53
8
0
RIT 16 Brazil Pedro Paulo Diniz
United Kingdom Arrows Spun off 45
12
0
RIT 11 France Olivier Panis
France Prost Spun off 40
22
0
RIT 18 Brazil Rubens Barrichello
United Kingdom Stewart Spun off 39
16
0
RIT 19 Netherlands Jos Verstappen
United Kingdom Stewart Engine 38
15
0
RIT 7 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren Spun off 37
4
0
RIT 12 Italy Jarno Trulli
France Prost Spun off 37
14
0
RIT 20 Brazil Ricardo Rosset
United Kingdom Tyrrell Spun off 29
20
0
RIT 23 Argentina Esteban Tuero
Italy Minardi Spun off 29
18
0
RIT 15 United Kingdom Johnny Herbert
Switzerland Sauber Spun off 27
9
0
RIT 17 Finland Mika Salo
United Kingdom Arrows Throttle 27
13
0
RIT 2 Germany Heinz-Harald Frentzen
United Kingdom Williams Spun off 15
6
0
RIT 9 United Kingdom Damon Hill
Ireland Jordan Spun off 13
7
0

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.