1990-1999Formula 1On this day

Michael Schumacher vince a Monaco 1997 superando Villeneuve

Da Imola all’affascinante Monte Carlo: nel weekend dell’11 maggio il Mondiale di Formula 1 1997 proseguì la sua corsa iridata con il leggendario GP di Monaco.

Sulle strette stradine del Principato fu ancora una volta una Williams a centrare la pole position, stavolta quella del tedesco Heinz-Harald Frentzen che beffò per soli 19 millesimi la Ferrari del connazionale Michael Schumacher.

Ma se fino al sabato le condizioni atmosferiche erano rimaste stabili, la domenica il cielo si oscurò e lasciò spazio alla pioggia.
Trenta minuti prima del via i tecnici delle Williams decisero di assettare entrambe le FW19 con le gomme slick, mentre Michael Schumacher optò per le intermedie.

Una scelta che si rivelò vincente, dal momento che allo spegnimento dei semafori rossi la F310B numero 5 fu la più veloce, portandosi dietro entrambe le Jordan motorizzate Peugeot e la Steward di Rubens Barrichello, che poteva contare sulle prestazionali gomme Bridgestone da bagnato.

La partenza, invece, non fu felice per il Campione del Mondo in carica: Damon Hill che con la sua Arrows-Yamaha arrivò al contatto con la McLaren-Mercedes di Mika Hakkinen.

Poco fortunate anche le Williams-Renault, che dovettero tornare immediatamente ai box per cambiare le gomme: un tentativo che, alla fine, non servì a nulla, perché sia Frentzen che Villeneuve furono poi costretti al ritiro.

In questo modo fu Michael Schumacher a vincere la 55° edizione del GP di Monaco, un successo che mancava dall’ultima affermazione delle Rosse a Montecarlo nel lontano 1981.

Completarono il podio Rubens Barrichello e la seconda Ferrari F310B di Eddie Irvine, che riuscì a tenersi dietro il vincitore dell’edizione 1996 Olivier Panis.

1997 gp monaco f1
© Ferrari

Con questo trionfo, il tedesco del Cavallino Rampante sopravanzò Villeneuve in classifica generale portandosi a 24 punti, mentre la scuderia di Maranello passò in testa ai Costruttori con otto lunghezze di vantaggio sulla Williams.

Ecco l’ordine di arrivo del GP di Monaco 1997

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 24 Australia Jack Brabham
United Kingdom Cooper-Climax 02:55:51.300 100
3
9
2 50 United Kingdom Tony Brooks
Italy Ferrari 02:56:11.700 100
4
6
3 32 France Maurice Trintignant
United Kingdom Cooper-Climax +2 laps 98
6
4
4 48 United States Phil Hill
Italy Ferrari +3 laps 97
5
3
5 22 New Zealand Bruce McLaren
United Kingdom Cooper-Climax +4 laps 96
13
2
6 38 United Kingdom Roy Salvadori
United Kingdom Cooper-Climax +17 laps 83
8
0
RIT 30 United Kingdom Stirling Moss
United Kingdom Cooper-Climax Transmission 81
1
0
RIT 20 United Kingdom Ron Flockhart
United Kingdom BRM Spun off 64
10
0
RIT 16 United States Harry Schell
United Kingdom BRM Accident 48
9
0
RIT 18 Sweden Jo Bonnier
United Kingdom BRM Brakes 44
7
0
RIT 46 France Jean Behra
Italy Ferrari Engine 24
2
0
RIT 40 United Kingdom Graham Hill
United Kingdom Lotus Fire 21
14
0
RIT 26 United States Masten Gregory
United Kingdom Cooper-Climax Gearbox 6
11
0
RIT 6 Germany Wolfgang von Trips
Germany Porsche Collision 1
12
0
RIT 52 United Kingdom Henry Clifford Allison
Italy Ferrari Collision 1
15
0
RIT 44 United Kingdom Bruce Halford
United Kingdom Lotus Collision 1
16
0
DNQ 34 United Kingdom Ivor Bueb
United Kingdom Cooper-Climax No Time 0

0
DNQ 54 Italy Giorgio Scarlatti
Italy Maserati No Time 0

0
DNQ 12 Belgium Alain de Changy
United Kingdom Cooper-Climax No Time 0

0
DNQ 10 Belgium Lucien Bianchi
United Kingdom Cooper-Climax No Time 0

0
DNQ 4 Italy Maria Teresa de Filippis
Germany Porsche No Time 0

0
DNQ 42 United States Pete Lovely
United Kingdom Lotus No Time 0

0
DNQ 14 France Jean Lucienbonnet
United Kingdom Cooper-Climax No Time 0

0
DNQ 56 Monaco André Testut
Italy Maserati No Time 0

0

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.