2000-2009On this day

Michael Schumacher inaugura con una vittoria il campionato 2002

Il 3 marzo 2002, si apre la stagione 2002 con la vittoria della Ferrari: così come nel 2000 e nel 2001, Michael Schumacher passa per primo sotto la bandiera scacchi nel gran premio d’Australia.
E’ stata una gara ad “eliminazione” che ha visto tagliare il traguardo solo 7 vetture, delle quali solo 3 a pieni giri.

2002 australia piloti
© F1

Questa è la vittoria numero 145 per il team di Maranello, la quinta, e la quarta consecutiva sulla pista di Melbourne, invece Michael Schumacher rafforza il suo primato in testa alla classifica dei piloti più vittoriosi, con 54 gran premi vinti, di cui 35 ottenute con la Ferrari.

La partenza fu caratterizzata da uno spettacolare incidente che coinvolse otto vetture; al via, Rubens Barrichello riuscì a mantenere la testa della corsa mentre, Ralf Schumacher riuscì ad avere la meglio sopravanzando Michael. Subito dopo, il pilota della BMW-Williams finì per tamponare Rubens Barrichello e la sua monoposto addirittura decollò sopra la Ferrari del brasiliano, finendo contro le barriere.
Quell’incidente innescò un’incredibile carambola nelle retrovie con dieci vetture costrette al ritiro.

gp australia 2002 incidente-partenza
© Bongarts/Getty

David Coulthard riuscì così a prendere la testa della corsa, seguito da Montoya, Jarno Trulli e Michael Schumacher; costretto ad una piccola escursione per evitare di essere coinvolto nell’incidente.

Al quarto giro, dopo il rientro della Safety Car. Montoya cerca subito di sorpassare Trulli ma commette un errore del quale si avvantaggia Michael Schumacher che riesce a sopravanzare il pilota della BMW-Williams.
Inizia un interessante duello tra il pilota della Ferrari e Jarno Trulli; Schumacher attacca Trulli più volte ma il pilota italiano resiste strenuamente e questo consente a Coulthard di guadagnare sugli inseguitori e a Montoya di riavvicinarsi. Al giro 8, però, Trulli perde la sua Jordan alla curva Jones ed è costretto al ritiro; Schumacher si lancia così all’inseguimento di Coulthard.
Entra di nuovo in pista la Safety Car che compatta il gruppo. All’uscita della Safety Car, Coulthard commette un errore e compie un’uscita di pista passando in quinta posizione.
Schumacher è così in testa alla corsa ma al giro 12 Montoya attacca e supera il ferrarista alla curva alla fine del rettilineo dei box.

gp australia 2002 michael schumacher
© Ferrari

Tra il pilota tedesco e quello della BMW-Williams inizia un bellissimo duello; Schumacher prova più volte ad attaccare Montoya che però si difende con decisione; al giro 16, tuttavia, il campione della Ferrari riesce a compiere il sorpasso e inizia ad imprimere il suo ritmo alla corsa, guadagnando subito decimi preziosi volando verso la vittoria finale.
Sul podio anche, Juan Pablo Montoya con la  Williams – BMW e Kimi Raikkonen su McLaren – Mercedes.

Ottimo quinto posto per le Minardi che ottengono il quinto e il settimo posto rispettivamente con Mark Webber, che conquista così i primi punti mondiali all’esordio in F1 proprio nella sua gara di casa e Alex Yoong.

Le parole di Michael Schumacher a fine gara:
La gara è stata davvero interessante, anche se la partenza è stata difficile e pericolosa. Molte vetture sono state coinvolte nell’incidente e io sono stato fortunato a non risultarne danneggiato.

La nostra vecchia macchina è stata eccellente per tutto il weekend; la conosciamo bene e siamo così in grado di massimizzarne le performance. Con la nuova macchina le cose potrebbero essere un pò più difficili perché rispetto agli altri abbiamo una gara in meno alle spalle, ma penso che abbiamo comunque preso la decisione giusta. E’ possibile e probabile gli altri team debbano ancora imparare molto dalle loro macchine e svilupparle; in ogni caso hanno molto potenziale e lo sfrutteranno.
Voglio essere prudente e non fare previsioni.

Aver dominato nella gara di oggi non significa che sarà così per tutti i futuri Gran Premi. Le cose in F1 cambiano velocemente; sono sicuro che quella che è appena iniziata sarà una stagione interessante. Complimenti anche alla Minardi e alla Toyota, entrambe hanno avuto un esordio fantastico e hanno tutte le ragioni per festeggiare. Sono felice per loro: la Toyota ha preso punti alla sua prima gara e la Minardi era stata così lontana dal successo negli ultimi tempi che ha meritato in pieno la felicità di oggi.

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 1 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari 01:35:36.792 58
2
10
2 6 Colombia Juan Pablo Montoya
United Kingdom Williams 01:35:55.420 58
6
6
3 4 Finland Kimi Raikkonen
United Kingdom McLaren 01:36:01.859 58
5
4
4 16 United Kingdom Eddie Irvine
United Kingdom Jaguar +1 lap 57
19
3
5 23 Australia Mark Webber
Italy Minardi +2 laps 56
18
2
6 24 Finland Mika Salo
Japan Toyota +2 laps 56
14
1
7 22 Malaysia Alex Yoong
Italy Minardi +3 laps 55
21
0
8 17 Spain Pedro de la Rosa
United Kingdom Jaguar +5 laps 53
20
0
RIT 3 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren Gearbox 33
4
0
RIT 11 Canada Jacques Villeneuve
United Kingdom BAR Broken Wing 27
13
0
DSQ 20 Germany Heinz-Harald Frentzen
United Kingdom Arrows Disqualified 16
15
0
DSQ 21 Brazil Enrique Bernoldi
United Kingdom Arrows Disqualified 15
17
0
RIT 10 Japan Takuma Sato
Ireland Jordan Electrical 12
22
0
RIT 14 Italy Jarno Trulli
France Renault Spun Off 8
7
0
RIT 2 Brazil Rubens Barrichello
Italy Ferrari Collision 0
1
0
RIT 5 Germany Ralf Schumacher
United Kingdom Williams Collision 0
3
0
RIT 9 Italy Giancarlo Fisichella
Ireland Jordan Collision 0
8
0
RIT 8 Brazil Felipe Massa
Switzerland Sauber Collision 0
9
0
RIT 7 Germany Nick Heidfeld
Switzerland Sauber Collision 0
10
0
RIT 15 United Kingdom Jenson Button
France Renault Collision 0
11
0
RIT 12 France Olivier Panis
United Kingdom BAR Collision 0
12
0
RIT 25 United Kingdom Allan McNish
Japan Toyota Collision 0
16
0

Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.