1970-1979Formula 1On this day

Lauda buca e lascia la vittoria a Reutemann nel GP di Germania 1975

Il Gran Premio di Germania fu la undicesima prova della stagione: con Niki Lauda, proiettato a vincere il suo primo mondiale, a bordo di una Ferrari.

Per i molteplici incidenti a Silverstone, molti team furono costretti a due settimane intense per riparare le proprie vetture incidentate ed arrivare al Nurburgring con i piloti ufficiali. Accadde, infatti, che la Surtees non riuscì a riparare la monoposto, prestando John Watson alla Lotus mentre l’Ensign iscrisse solamente Gijs van Lennep. In casa Williams fece il suo debutto Ian Ashley al fianco di Jacques Laffite, invece alla Hesketh, fece suo esordio, Harald Ertl, grazie allo sponsor Wartsteiner Brewery.

Nelle qualifiche del sabato, Ashley fu vittima un un grave incidente alla Pflanzgarten, dove riportò molteplici fratture alla caviglia.

La pole position invece, andò come al solito, a Niki Lauda, che segnò il giro record sotto ai 7 secondi. Al fianco dell’austriaco si piazzò Carlos Pace con la Brabham. Dietro si posizionarono le due Tyrrell di Jody Scheckter e Patrick Depailler, mentre la seconda Rossa di Clay Regazzoni, si piazzò al quinto posto, affiancato dalla McLaren di Jochen Mass. La top 10 si completò con la March di Hans-Joachim Stuck, seguito da Emerson Fittipaldi su McLaren, poi James Hunt con la Hesketh e la Brabham di Carlos Reutemann.

Al via, Lauda prese subito il comando, seguito da Pace e Depailler, mentre Scheckter partì malissimo retrocedendo in fondo allo schieramento. Al primo giro Mass, a causa di un problema agli pneumatici, andò a sbattere pesantemente, fortunatamente senza danni al pilota. Invece, Mark Donohue, ebbe un problema simile alla McLaren del tedesco, ma riuscì a tornare ai box. Terminò dopo un giro soltanto, la gara di Ronnie Peterson per un guasto alla frizione della sua Lotus.

Alla fine del primo giro Lauda era comodamente in testa davanti a Depailler, Pace, Reutemann e Regazzoni. Nel giro di 5 passaggi, sia Fittipaldi, che Pace furono vittima di una foratura, dando la possibilità a Scheckter di risalire fino al quarto posto. Purtroppo anche la gare del sudafricano finì a causa di un pneumatico bucato che spinse la Tyrrell, contro le barriere.

Dopo nove giri, Depailler finì in fondo a causa di un problema ad una sospensione e lasciando a Regazzoni il secondo posto, ma dopo pochi minuti il ​​motore del pilota ticinese andò in fumo, mettendo fine ad una possibile doppietta Ferrari, mentre Lauda finì per lasciare la leadership a Reutemann a causa di una foratura. Hunt invece si ritrovò secondo, purtroppo a causa di una rottura ad un mozzo di una ruota, l’inglese fu costretto a parcheggiare la sua Hesketh a bordo pista.

Pryce con la Shadow, si ritrovò miracolosamente alle spalle del leader della gara, purtroppo una perdita di carburante, all’interno della vettura, rallentò il pilota inglese, che fu costretto ad abbandonare il sogno del podio lascando passare Laffite e Lauda, in pieno recupero.

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 7 Argentina Carlos Reutemann
United Kingdom Brabham 01:41:14.100 14
10
9
2 21 France Jacques Laffite
United Kingdom Williams 01:42:51.800 14
15
6
3 12 Austria Niki Lauda
Italy Ferrari 01:43:37.400 14
1
4
4 16 United Kingdom Tom Pryce
United Kingdom Shadow 01:44:45.500 14
16
3
5 22 Australia Alan Jones
United Kingdom Hill 01:45:04.400 14
21
2
6 19 Netherlands Gijs Van Lennep
United Kingdom Ensign 01:46:19.600 14
24
1
7 29 Italy Lella Lombardi
United Kingdom March 01:48:44.500 14
25
0
8 25 Austria Harald Ertl
United Kingdom Hesketh 01:48:55.000 14
23
0
9 4 France Patrick Depailler
United Kingdom Tyrrell +1 lap 13
4
0
10 27 United States Mario Andretti
United States Parnelli Out of fuel 12
13
0
RIT 24 United Kingdom James Hunt
United Kingdom Hesketh Wheel 10
9
0
RIT 11 Switzerland Clay Regazzoni
Italy Ferrari Engine 9
5
0
RIT 23 United Kingdom Tony Brise
United Kingdom Hill Accident 9
17
0
RIT 3 South Africa Jody Scheckter
United Kingdom Tyrrell Accident 7
3
0
RIT 17 France Jean-Pierre Jarier
United Kingdom Shadow tyre 7
12
0
RIT 8 Brazil Carlos Pace
United Kingdom Brabham Suspension 5
2
0
RIT 30 Brazil Wilson Fittipaldi
Brazil Fittipaldi Engine 4
22
0
RIT 10 Germany Hans Joachim Stuck
United Kingdom March Engine 3
7
0
RIT 1 Brazil Emerson Fittipaldi
United Kingdom McLaren suspension 3
8
0
RIT 9 Italy Vittorio Brambilla
United Kingdom March suspension 3
11
0
RIT 6 United Kingdom John Watson
United Kingdom Lotus Suspension 2
14
0
RIT 5 Sweden Ronnie Peterson
United Kingdom Lotus Clutch 1
18
0
RIT 28 United States Mark Donohue
United Kingdom March Tyre 1
19
0
RIT 2 Germany Jochen Mass
United Kingdom McLaren Accident 0
6
0
RIT 20 United Kingdom Ian Ashley
United Kingdom Williams Accident 0
20
0
DNQ 35 United Kingdom Tony Trimmer
Japan Maki No Time 0

0

Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.