1970-1979Formula 1On this day

La vittoria di Lauda al GP di Monaco 1975, manda in estasi Montezemolo

L’11 maggio 1975, la Formula 1 si trasferì nel Principato, gara valida per il Gran Premio di Monaco.
Erano passate due settimane dalla scandalosa gara spagnola, così gli organizzatori monegaschi attuarono diversi lavori di sicurezza, tra i quali fu diminuito il numero di vetture che potevano prender parte alla gara passando a 18, inoltre la griglia venne posizionata in maniera sfalsata per evitare incidenti alla prima curva. Dal punto di vista degli spostamenti Jacques Laffite, tornò alla Williams, mentre per Graham Hill, questa fu la sua ultima gara come pilota
Le pre-qualifiche, furono molto combattute, tra gli eliminati d’eccellenza non si qualificarono, proprio le due Williams di Arturo Merzario e Laffite
Il giorno delle qualifiche, la pole andò a Niki Lauda, con sei decimi di vantaggio dalle Shadow di Tom Pryce e Jean-Pierre Jarier. Quarto posto per Ronnie Peterson con la Lotus, davanti alla March di Vittorio Brambilla.
In terza fila si piazzò l’altra Ferrari di Clay Regazzoni, davanti alla Tyrrell di Jody Scheckter.
Carlos Pace, Emerson Fittipaldi e Carlos Reutemann, completarono la top 10.

ferrari niki lauda GP monaco 1975
© John Millar

La gara iniziò sotto la pioggia, questo costrinse la maggior parte dei piloti ad optare per le gomme da bagnato. Al via Lauda, riuscì a mantenere la posizione, mentre Pryce partì lentamente, dando la possibilità al compagno di squadra di accodarsi all’austriaco, il francese poi provò a superare la Ferrari , finendo però contro le barriere del Mirabeau.
Con il ritiro di Jarier, Peterson riuscì a posizionarsi al secondo posto seguito da Pryce e Brambilla.
Al 19° giro Pryce, finì in testacoda lasciando strada Scheckter e Fittipaldi. Non molto tempo dopo, i primi piloti iniziato a fermarsi per montare le gomme slick, Regazzoni e Hunt, decisero anche di montare un musetto nuovo, tentando di sfruttare al massimo la pista, che man mano si stava asciugando.
Terminate le soste, Lauda comandava la gara davanti a Fittipaldi e Pace, mentre Peterson scivolò al quinto posto, a causa di un dado della ruota, che finì sotto la vettura.

ferrari niki lauda GP monaco 1975
© Philip Kozloff

Nei giri successivi ci furono un susseguirsi di incidenti: John Watson andò in testacoda spegnendo il motore della propria monoposto. Prima Pryce, poi Mark Donohue, finirono contro le barriera, stessa sorte per l’altro ferrarista Clay Regazzoni che andò a sbattere alla chicane. Alan Jones perse addirittura una ruota, ed infine Jochen Mass tamponò James Hunt al Mirabeau, coinvolgendo anche Patrick Depailler

La corsa proseguì, senza altre sorprese; poi negli ultimi giri, la vettura di Lauda iniziò a soffrire un calo di pressione, permettendo a Fittipaldi di avvicinarsi all’austriaco. A 3 giri dal termine il gap tra i due era di soli 2,75 secondi, ma il raggiungimento delle 2 ore di gara portò all’interruzione del Gran Premio, permettendo a Lauda e alla Ferrari di vincere la prima vittoria stagionale, così dopo vent’anni il Cavallino ritornò sul podio più alto del circuito monegasco.

montezemolo esulta gp monaco 1975Sul podio, oltre a Lauda e Fittipaldi, salì anche la Brabham di Carlos Pace. Punti iridati anche per Ronnie Peterson, davanti a Patrick Depailler con la Tyrrell e Jochen Mass.

La vittoria di Lauda mandò in estasi Montezemolo, che all’epoca era il direttore sportivo della Ferrari: colto dalla folle felicità per il successo ottenuto, scavalcò il muretto ed entrò in pista, acclamando il vincitore mentre sfrecciava sul traguardo. Regazzoni tentò di trattenere il futuro presidente, ma nella foga del festeggiamento si beccò, involontariamente un bel pugno.

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 12 Austria Niki Lauda
Italy Ferrari 02:01:21.310 75
1
9
2 1 Brazil Emerson Fittipaldi
United Kingdom McLaren 02:01:24.090 75
9
6
3 8 Brazil Carlos Pace
United Kingdom Brabham 02:01:39.120 75
8
4
4 5 Sweden Ronnie Peterson
United Kingdom Lotus 02:01:59.760 75
4
3
5 4 France Patrick Depailler
United Kingdom Tyrrell 02:02:02.170 75
12
2
6 2 Germany Jochen Mass
United Kingdom McLaren 02:02:03.380 75
15
1
7 3 South Africa Jody Scheckter
United Kingdom Tyrrell +1 lap 74
7
0
8 6 Belgium Jacky Ickx
United Kingdom Lotus +1 lap 74
14
0
9 7 Argentina Carlos Reutemann
United Kingdom Brabham +2 laps 73
10
0
RIT 28 United States Mark Donohue
United States Penske Accident 66
16
0
RIT 24 United Kingdom James Hunt
United Kingdom Hesketh Accident 63
11
0
RIT 26 Australia Alan Jones
United Kingdom Hesketh Wheel 61
18
0
RIT 9 Italy Vittorio Brambilla
United Kingdom March Accident 48
5
0
RIT 16 United Kingdom Tom Pryce
United Kingdom Shadow Accident 39
2
0
RIT 11 Switzerland Clay Regazzoni
Italy Ferrari Accident 36
17
0
RIT 18 United Kingdom John Watson
United Kingdom Surtees Spun Off 36
6
0
RIT 27 United States Mario Andretti
United States Parnelli Oil Leak 9
13
0
RIT 17 France Jean-Pierre Jarier
United Kingdom Shadow Accident 0
3
0
DNQ 21 France Jacques Laffite
United Kingdom Williams No Time 0

0
DNQ 20 Italy Arturo Merzario
United Kingdom Williams No Time 0

0
DNQ 23 United Kingdom Graham Hill
United Kingdom Hill No Time 0

0
DNQ 14 United Kingdom Bob Evans
United Kingdom BRM No Time 0

0
DNQ 31 Netherlands Roelof Wunderink
United Kingdom Ensign No Time 0

0
DNQ 25 Sweden Torsten Palm
United Kingdom Hesketh No Time 0

0
DNQ 10 Italy Lella Lombardi
United Kingdom March No Time 0

0
DNQ 30 Brazil Wilson Fittipaldi
Brazil Fittipaldi No Time 0

0

Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button