fbpx
2000-2009Formula 1On this day

La Malesia si tinge di rosso Ferrari

Il 22 ottobre 2000, Michael Schumacher vince il Gran Premio della Malesia, ultima gara della stagione che grazie al successo del tedesco a Sepang, accompagnato dal terzo posto di Rubens Barrichello, ha permesso alla Ferrari di vincere il campionato costruttori per la decima volta e di fare il bis ripetendo il risultato dell’anno precedente.

In Malesia si arrivò con il campionato piloti già in tasca a Michael Schumacher, mentre la Ferrari con i suoi tredici punti di vantaggio sulla McLaren nel campionato costruttori, bastato tre punti per aggiudicarsi il titolo.

In gara Mika Hakkinen secondo in qualifica, prese uno stop-and-go per la partenza anticipata. Schumacher non partito bene lasciò la testa della gara alla McLaren di David Coulthard. Barrichello, scattato anch’egli un po’ lentamente, riuscì comunque a mantenere la quarta posizione alla prima curva.
Grazie alla strategia Ferrari, Schumacher riuscì a sopravanzare il pilota scozzese dopo il primo pit-stop

lI primo a fermarsi fu il pilota Coutard, al giro 17. Schumacher rimase in pista altri 7 giri e questa si rivelò la mossa azzeccata: dopo il suo rifornimento, infatti, il neocampione del mondo riuscì a passare al comando. Mentre Rubens Barrichello, grazie alla penalizzazione di Mika Hakkinen riuscì a risalire al terzo posto.

Questo di fatti è stato l’evento che ha permesso alla scuderia di Maranello di vincere e di portarsi a casa un trofeo meritato.

Le parole di Jean Todt

Il campionato non poteva finire meglio di così, con due macchine sul podio. Le cifre di questa stagione parlano da sole: dieci vittorie, nove per Michael ed una per Rubens. E’ stata un’annata fantastica. Oggi ci servivano almeno tre punti ma non abbiamo voluto pensare in piccolo ma in grande, come questa squadra si merita. Un grazie al Presidente Montezemolo che è qui questa sera per essere insieme ai meccanici, ai tecnici ed ai piloti in questo felice momento. Un grazie ai tifosi e a tutti quanti hanno sempre creduto in noi. Il sogno si è avverato grazie ad una squadra da sogno!

Il modello

Per l’occasione la Mattel Hot Wheels ha prodotto un modello in scala 1/43 della F2000 guidata da Michael Schumacher nel gran premio della Malesia

La gallery

L’ordine di arrivo del GP della Malesia 2000

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 3 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari 01:35:54.235 56
1
10
2 2 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren 01:35:54.967 56
3
6
3 4 Brazil Rubens Barrichello
Italy Ferrari 01:36:12.679 56
4
4
4 1 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom McLaren 01:36:29.504 56
2
3
5 22 Canada Jacques Villeneuve
United Kingdom BAR 01:37:04.927 56
6
2
6 7 United Kingdom Eddie Irvine
United Kingdom Jaguar 01:37:06.803 56
7
1
7 12 Austria Alexander Wurz
Italy Benetton 01:37:23.549 56
5
0
8 17 Finland Mika Salo
Switzerland Sauber +1 lap 55
17
0
9 11 Italy Giancarlo Fisichella
Italy Benetton +1 lap 55
13
0
10 19 Netherlands Jos Verstappen
United Kingdom Arrows +1 lap 55
15
0
11 14 France Jean Alesi
France Prost +1 lap 55
18
0
12 6 Italy Jarno Trulli
Ireland Jordan +1 lap 55
9
0
13 21 Argentina Gastón Mazzacane
Italy Minardi Engine 50
22
0
RIT 8 United Kingdom Johnny Herbert
United Kingdom Jaguar Suspension 48
12
0
RIT 23 Brazil Ricardo Zonta
United Kingdom BAR Engine 46
11
0
RIT 9 Germany Ralf Schumacher
United Kingdom Williams Engine 43
8
0
RIT 20 Spain Marc Gené
Italy Minardi Wheel 36
21
0
RIT 10 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom Williams Engine 18
16
0
RIT 5 Germany Heinz-Harald Frentzen
Ireland Jordan Electrical 7
10
0
RIT 18 Spain Pedro de la Rosa
United Kingdom Arrows Collision 0
14
0
RIT 15 Germany Nick Heidfeld
France Prost Collision 0
19
0
RIT 16 Brazil Pedro Paulo Diniz
Switzerland Sauber Collision 0
20
0

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.