2000-2009Formula 1On this day

Una fumata grigia regala il sogno mondiale a Schumacher nel GP degli Stati Uniti 2000

Il 24 settembre 2000, Michael Schumacher si aggiudicò il Gran Premio degli Stati Uniti davanti al compagno di squadra Ruben Barrichello mentre sul podio salì anche Heinz-Harald Frentzen con la Jordan – Mugen Honda.

Per l’occasione non fu utilizzato il celebre tracciato, teatro della storica 500 miglia, ma un circuito interno all’ovale, da percorrere in senso opposto rispetto alla classica di maggio e che sfruttava una sola parabolica e il rettilineo di arrivo.

Le qualifiche

Il sabato fu Schumacher ad aggiudicarsi  la pole position con un distacco di soli 162 millesimi sul duo McLaren Coulthard – Hakkinen, mentre Barrichello con la seconda F1 2000 si piazzò in quarta posizione distaccato di 332 millesimi.

La partenza

Il GP degli degli Stati Uniti 2000 iniziò con uno spunto incredibile di David Coulthard che però si mosse in netto anticipo, mentre dietro si accodarono Schumacher e Hakkinen.
Lo scozzese in attesa di conoscere la decisione dei commissari, iniziò a rallentare vistosamente per far riavvicinare Hakkinen al tedesco ma al giro numero 7, Schumacher decise che era giunto il momento di liberarsi di Coulthard e, con un maestoso sorpasso alla fine del rettilineo d’arrivo, si portò al comando.

Lo scozzese, ormai rassegnato dalla supremazia della Ferrari, decise di scontare la penalità di dieci secondi, mentre Hakkinen tentò il tutto per tutto anticipando la sosta ai box per montare gomme d’asciutto mentre il muretto al box Ferrari in accordo con Schumacher decisero di allungare lo stint.
Arrivato il rifornimento per il tedesco, il vantaggio di Schumacher sul finlandese era di 16 secondi.

Questo non fermò il campione del mondo finlandese che iniziò a spingere recuperando terreno ad ogni tornata. Al passaggio numero 24, il distacco tra i due piloti di testa era di soli 5 secondi; Hakkinen sentiva l’odore dei gas di scarico Ferrari, mentre Schumacher continuava la sua gara consapevole che l’attacco sarebbe arrivato a breve.

Ma dopo due giri una fumata grigia iniziò ad avvolgere la McLaren numero 1; Mika Hakkinen non potè altro che parcheggiare la propria vettura con il V10 Mercedes in fiamme e avvolto dal fumo.

L’ultimo brivido della gara arrivò negli ultimi giri con un testacoda sull’erba del tedesco che  tuttavia, non pregiudicò il successo.

Alla fine, Schumacher, tagliò il traguardo in prima posizione cogliendo il successo numero 23 al volante della Ferrari davanti al compagno di squadra conquistando una vittoria fondamentale in ottica campionato visto il ritiro di Mika Hakkinen. Infatti, con i dieci punti di Indianapolis e lo zero del finlandese, il Kaiser ritornò in testa alla classifica.

gp stati uniti 2000
© Wikipedia

Ma non solo: la Ferrari, grazie alla doppietta conquistata e ai soli due punti ottenuti da Coulthard, quinto all’arrivo, si portò in testa al mondiale costruttori, con dieci punti di vantaggio sulla McLaren.

L’ordine di arrivo del GP degli Stati Uniti 2000

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 3 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari 01:36:30.883 73
1
10
2 4 Brazil Rubens Barrichello
Italy Ferrari 01:36:43.001 73
4
6
3 5 Germany Heinz-Harald Frentzen
Ireland Jordan 01:36:48.251 73
7
4
4 22 Canada Jacques Villeneuve
United Kingdom BAR 01:36:48.819 73
8
3
5 2 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren 01:36:59.696 73
2
2
6 23 Brazil Ricardo Zonta
United Kingdom BAR 01:37:22.577 73
12
1
7 7 United Kingdom Eddie Irvine
United Kingdom Jaguar 01:37:41.998 73
17
0
8 16 Brazil Pedro Paulo Diniz
Switzerland Sauber +1 lap 72
9
0
9 15 Germany Nick Heidfeld
France Prost +1 lap 72
16
0
10 12 Austria Alexander Wurz
Italy Benetton +1 lap 72
11
0
11 8 United Kingdom Johnny Herbert
United Kingdom Jaguar +1 lap 72
19
0
12 20 Spain Marc Gené
Italy Minardi +1 lap 72
22
0
RIT 14 France Jean Alesi
France Prost Engine 64
20
0
RIT 21 Argentina Gastón Mazzacane
Italy Minardi Engine 59
21
0
RIT 9 Germany Ralf Schumacher
United Kingdom Williams Engine 58
10
0
RIT 18 Spain Pedro de la Rosa
United Kingdom Arrows Gearbox 45
18
0
RIT 11 Italy Giancarlo Fisichella
Italy Benetton Engine 44
15
0
RIT 19 Netherlands Jos Verstappen
United Kingdom Arrows Brakes 34
13
0
RIT 1 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom McLaren Engine 25
3
0
RIT 17 Finland Mika Salo
Switzerland Sauber Spun off 18
14
0
RIT 10 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom Williams Engine 14
6
0
RIT 6 Italy Jarno Trulli
Ireland Jordan Collision 12
5
0

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.