1990-1999Formula 1On this day

Johnny Herbert si aggiudica il GP d’Europa 1999

Il 26 settembre 1999, si corse il Grn Premio dìEuropa sul tracciato tedesco del Nürburgring, la 14° prova del mondiale di Formula 1, vedeva appaiati, nella classifica mondiale, Mika Hakkinen e Eddie Irvine con 60 punti a testa mentre con 10 lunghezze di ritardo c’era Heinz-Harald Frentzen, speranzoso che un buon risultato gli avrebbe permesso di rimanere in corsa al titolo iridato.

Infatti nelle qualifiche fu proprio il pilota tedesco della Jordan a conquistare la pole position, davanti alle McLaren di David Coulthard e Mika Hakkinen. Ralf Schumacher confermò i progressi compiuti dalla Williams qualificandosi quarto. Terza fila per Olivier Panis su Prost e Giancarlo Fisichella con la Benetton.
Ferrari era allo sbando con lo sfidante al Campionato del Mondo Irvine solo nono e Mika Salo dodicesimo.

Al via tutto sembra procedere per il meglio, ma in prima curva la monoposto di Damon Hill accusò un problema elettrico che lo costrinse a rallentare finendo per eessere centrato da Wurz, che a sua volta colpì la Sauber di Diniz: entrò in pista la safety car, ma questo fu l’unico colpo di scena del Gran Premio…

Al 32° giro, arrivò il ritiro di Frentzen dopo essersi dimenticato di disinserire l’anti-stallo, spianando la strada alla scalata di Coulthard. Uno scroscio d’acqua, tuttavia, lo deconcentrò e lo finire finire contro le barriere di protezione. In testa passò Ralf Schumacher, sorpassato poi da un Fisichella… che finì per andare in testacoda.

johnny herbert gp europe 1999
f1-history.deviantart.com

Ritornò al comando la Williams di Schumacher, che al 50° giro forò una gomma che e lo costrinse a un ritorno ai box su tre ruote.

A questo punto fu la Stewart di Johnny Herbert a trarne vantaggio, centrando la prima e unica vittoria della storia della scuderia. Completò il podio la Prost di Trulli e la seconda SF3 di Rubens Barrichello, ma ciò che rammaricò di più fu il ritiro a poche tornate dalla bandiera a scacchi della Minardi Luca Badoer, che lo lasciò in lacrime a bordo pista per la rottura del cambio.

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 17 United Kingdom Johnny Herbert
United Kingdom Stewart 01:41:54.314 66
14
10
2 19 Italy Jarno Trulli
France Prost 01:42:16.933 66
10
6
3 16 Brazil Rubens Barrichello
United Kingdom Stewart 01:42:17.180 66
15
4
4 6 Germany Ralf Schumacher
United Kingdom Williams 01:42:33.822 66
4
3
5 1 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom McLaren 01:42:57.264 66
3
2
6 21 Spain Marc Gené
Italy Minardi 01:42:59.468 66
20
1
7 4 United Kingdom Eddie Irvine
Italy Ferrari 01:43:00.997 66
9
0
8 23 Brazil Ricardo Zonta
United Kingdom BAR +1 lap 65
17
0
9 18 France Olivier Panis
France Prost +1 lap 65
5
0
10 22 Canada Jacques Villeneuve
United Kingdom BAR Clutch 61
8
0
RIT 20 Italy Luca Badoer
Italy Minardi Gearbox 53
19
0
RIT 14 Spain Pedro de la Rosa
United Kingdom Arrows Gearbox 52
22
0
RIT 9 Italy Giancarlo Fisichella
Italy Benetton Spun off 48
6
0
RIT 3 Finland Mika Salo
Italy Ferrari Brakes 44
12
0
RIT 15 Japan Toranosuke Takagi
United Kingdom Arrows Spun off 42
21
0
RIT 2 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren Spun off 37
2
0
RIT 11 France Jean Alesi
Switzerland Sauber Halfshaft 35
16
0
RIT 8 Germany Heinz-Harald Frentzen
Ireland Jordan Electrical 32
1
0
RIT 5 Italy Alessandro Zanardi
United Kingdom Williams Collision 10
18
0
RIT 7 United Kingdom Damon Hill
Ireland Jordan Electrical 0
7
0
RIT 10 Austria Alexander Wurz
Italy Benetton Collision 0
11
0
RIT 12 Brazil Pedro Paulo Diniz
Switzerland Sauber Collision 0
13
0

Pubblicità

Redazione

La storia della Formula 1, raccontata quotidianamente, per non dimenticare i piloti e le gare che hanno reso celebre questo sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button