1990-1999Formula 1On this day

Jacques Villeneuve vince il Gran Premio di d’Inghilterra

Il 13 luglio 1997, il grande Circo della Velocità si sposta sul circuito di Silverstone per dare vita alla nona prova del Campionato: il Gran Premio di Gran Bretagna.

Dopo aver dominato le ultime due prove in Canada e in Francia, la Ferrari di Michael Schumacher non si dimostra altrettanto competitiva sui 5,141 km del tracciato britannico, dove in qualifica centra solamente il quarto tempo con quasi quattro decimi di distacco dalla vetta.

Stavolta, infatti, sono le Williams-Renault FW19 a monopolizzare la scena, in particolare la numero 3 di Jacques Villeneuve che, con il crono di 1’21”598, riesce a mettere in bacheca la pole position davanti al compagno di squadra Heinz-Harald Frentzen. Nella sfida si inserisce anche la McLaren-Mercedes di Mika Hakkinen, che con il suo terzo tempo scatterà in seconda fila al fianco di Schumacher.

gp inghilterra 1997 partenzaPoco prima del via del Gran Premio, però, subito un colpo di scena: il motore Renault RS9 della Williams di Frentzen si spegne dopo il giro di formazione e questo lo costringe a partire dal fondo dello schieramento. La seconda partenza si svolge in maniera regolare, ma la corsa del pilota tedesco durerà solo pochi giri per un contatto con la Tyrrell di Verstappen.

Nel frattempo Villeneuve riesce ad avere la meglio su Schumacher e fin da subito prende il comando della situazione. I due impongono un ritmo insostenibile sui propri avversari e dietro di loro il più veloce, Coulthard, si impone davanti a un gruppetto formato da Hakkinen, Herbert, Ralf Schumacher e Irvine.

A un terzo di gara invia il valzer dei pit-stop: Villeneuve è tra i primi a rientrare, ma un problema con il fissaggio di una gomma anteriore della sua Williams lo rallenta fintanto da lasciare strada libera a Schumacher. Una volta tornato in pista il canadese tenta il recupero, che però è rallentato dai due piloti della Benetton.

Nel corso del 36° giro, tuttavia, la fortuna gira le spalle a Michael Schumacher: terminato il secondo pit-stop, la sua Ferrari F310B lo lascia a piedi per la rottura del cuscinetto di una gomma posteriore. Il comando della corsa passa nelle mani di Hakkinen, ma il finlandese, alla pari del tedesco della Ferrari, non riuscirà a vedere la bandiera a scacchi per la rottura del motore Mercedes della sua McLaren.

In questo modo Jacques Villeneuve riesce a recuperare la testa dello schieramento e, al termine dei 59 giri previsti, mette in bacheca la sua quarta vittoria stagionale, regalando allo stesso tempo alla Williams il 100esimo successo da quando il team di Sir Frank entrò in Formula Uno nel 1997. Un successo che permette al canadese di portarsi a soli quattro punti di distanza dal leader di classifica, un Michael Schumacher ancora in testa al Campionato e che dovrà fare di tutto pur di difendere la sua leadership nel successivo GP di Germania ad Hockenheim.

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 3 Canada Jacques Villeneuve
United Kingdom Williams 01:28:01.665 59
1
10
2 7 France Jean Alesi
Italy Benetton 01:28:11.870 59
11
6
3 8 Austria Alexander Wurz
Italy Benetton 01:28:12.961 59
8
4
4 10 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren 01:28:32.894 59
6
3
5 11 Germany Ralf Schumacher
Ireland Jordan 01:28:33.545 59
5
2
6 1 United Kingdom Damon Hill
United Kingdom Arrows 01:29:15.217 59
12
1
7 12 Italy Giancarlo Fisichella
Ireland Jordan +1 lap 58
10
0
8 14 Italy Jarno Trulli
France Prost +1 lap 58
13
0
9 17 Argentina Norberto Fontana
Switzerland Sauber +1 lap 58
14
0
10 21 Brazil Tarso Marques
Italy Minardi +1 lap 58
21
0
11 15 Japan Shinji Nakano
France Prost Engine 57
15
0
RIT 9 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom McLaren Engine 52
3
0
RIT 23 Denmark Jan Magnussen
United Kingdom Stewart Engine 50
16
0
RIT 18 Netherlands Jos Verstappen
United Kingdom Tyrrell Engine 45
20
0
RIT 6 United Kingdom Eddie Irvine
Italy Ferrari Halfshaft 44
7
0
RIT 19 Finland Mika Salo
United Kingdom Tyrrell Engine 44
18
0
RIT 16 United Kingdom Johnny Herbert
Switzerland Sauber Electrical 42
9
0
RIT 5 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari Wheel Bearing 38
4
0
RIT 22 Brazil Rubens Barrichello
United Kingdom Stewart Engine 37
22
0
RIT 2 Brazil Pedro Paulo Diniz
United Kingdom Arrows Engine 29
17
0
RIT 4 Germany Heinz-Harald Frentzen
United Kingdom Williams Collision 0
2
0
RIT 20 Japan Ukyo Katayama
Italy Minardi Spun off 0
19
0

Topics
Pubblicità

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close