1960-1969Formula 1On this day

Il ritorno alla vittoria di Jim Clark nel GP di Gran Bretagna 1962

Il 21 luglio 1962, la Formula 1 si spostò per il secondo anno consecutivo, sul circuito di Aintree. Il GP di Gran Bretagna fu la quinta prova del mondiale e vide ritorno in pista, di tutte le squadre principali, dopo gli scioperi che non permisero alla Porsche di disputare il GP del Belgio e alla Ferrari di non correre in Francia; quest’ultima si presentò con una sola vettura, affidandola al pilota americano Phil Hill

Nelle qualifiche, la Lotus di Jim Clark fece segnare la miglior prestazione, condividendo la prima fila della griglia con John Surtees con la Lola del Reg Parnell Racing e Innes Ireland su una Lotus della British Racing Partnership. Bruce McLaren su Cooper e il leader del mondiale, Graham Hill su BRM, si piazzarono, invece, in seconda fila. Il vincitore del GP di Francia, Dan Gurney, conquistò la quinta piazzola, al fianco del compagno di squadra, Jo Bonnier con la Porsche, mentre la seconda BRM di Ritchie Ginther, chiuse la terza fila

clark gp gran bretagna 1962
© Cahier Archive

Al via, Clark prese subito il comando della corsa, seguito da Surtees, Gurney e McLaren. Mentre Ireland, fu risucchiato dal gruppo per un problema alla frizione. Jack Brabham, partito in nona posizione, riuscì a fare una buona partenza, piazzandosi davanti alla BRM di Hill.

Il leader del mondiale, si riprese la posizione nel corso del settimo giro, congelando così la classifica, fino a quando Gurney non iniziò a perdere posizioni per delle noie alla frizione e permettendo a McLaren di agguantare il gradino più basso del podio. La gara con regalò più emozioni con Clark che vinse con un distacco di oltre un minuto sui diretti avversari. Per il pilota della Lotus, arrivò il secondo successo in carriera, condividendo il podio con John Surtees e Bruce McLaren. A punti anche Graham Hill, che mantenne il comando nella classifica piloti, poi arrivò Jack Brabham e Tony Maggs su Cooper.

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 20 United Kingdom Jim Clark
United Kingdom Lotus 02:26:20.800 75
1
9
2 24 United Kingdom John Surtees
United Kingdom Lola 02:27:10.000 75
2
6
3 16 New Zealand Bruce McLaren
United Kingdom Cooper-Climax 02:28:05.600 75
4
4
4 12 United Kingdom Graham Hill
United Kingdom BRM 02:28:17.600 75
5
3
5 30 Australia Jack Brabham
United Kingdom Lotus +1 lap 74
9
2
6 18 South Africa Tony Maggs
United Kingdom Cooper-Climax +1 lap 74
13
1
7 34 United States Masten Gregory
United Kingdom Lotus +1 lap 74
14
0
8 22 United Kingdom Trevor Taylor
United Kingdom Lotus +1 lap 74
10
0
9 8 United States Dan Gurney
Germany Porsche +2 laps 73
6
0
10 42 United Kingdom Jackie Lewis
United Kingdom Cooper-Climax +3 laps 72
15
0
11 40 United States Tony Settember
United Kingdom Emeryson +4 laps 71
19
0
12 36 United Kingdom Ian Burgess
United Kingdom Cooper-Climax +4 laps 71
16
0
13 14 United States Richie Ginther
United Kingdom BRM +5 laps 70
8
0
14 54 Netherlands Carel Godin de Beaufort
Germany Porsche +6 laps 69
17
0
15 46 United States Jay Chamberlain
United Kingdom Lotus +11 laps 64
20
0
16 32 United Kingdom Innes Ireland
United Kingdom Lotus +14 laps 61
3
0
RIT 2 United States Phil Hill
Italy Ferrari engine 47
12
0
RIT 26 United Kingdom Roy Salvadori
United Kingdom Lola battery 35
11
0
RIT 10 Sweden Jo Bonnier
Germany Porsche differential 27
7
0
RIT 44 Germany Wolfgang Seidel
United Kingdom Lotus Brakes 11
21
0
RIT 48 New Zealand Tony Shelly
United Kingdom Lotus Engine 6
18
0
DNS 48 United Kingdom Keith Greene
United Kingdom Lotus Practice only - Shelly's car 0

0
WD 28 France Maurice Trintignant
United Kingdom Lotus Car damaged 0

0
WD 38 United Kingdom John Campbell-Jones
United Kingdom Emeryson Driver unfit 0

0
WD 50 United Kingdom Keith Greene
United Kingdom Gilby Car not ready 0

0
WD 52 Switzerland Jo Siffert
United Kingdom Lotus Insufficient starting money 0

0

Sorgente
Foto credit
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button