2000-2009On this day

Il domino di Alonso anche nel GP d’Australia 2006

Il 02 aprile 2006, Fernando Alonso continuò ad esercitare il suo dominio nel mondiale, vincendo la terza gara della stagione sul tracciato di Melbourne. La corsa, caratterizzata dalla presenza di ben 4 Safety Car, aiutò Alonso, che ha azzeccò ogni volta la ripartenza. Invece Kimi Raikkonen, secondo al termine della gara, non riuscì ad impensierire lo spagnolo, per un problema dovuto alle temperature degli pneumatici e all’ala anteriore.

Doppia KO per le Ferrari, coinvolte in due incidenti: Felipe Massa uscì subito durante l’incidente iniziale mentre Michael Schumacher finì a muro al giro numero 32.

partenza gp australia 2006
© Ferrari

Durante la partenza, Massa, Rosberg e Trulli si ritirarono a causa di diversi incidenti, costringendo i commissari a far entrare la vettura di cortesia. Neutralizzata la gara, Button guidava il gruppo davanti ad Alonso, seguito dalle McLaren di Raikkonen e Montoya. Ralf Schumacher era quinto, davanti al pilota di casa Mark Webber, che precedeva Heidfeld e Michael Schumacher.

Al rientro della Safety Car, Alonso superò Button mentre dietro, Ralf Schumacher, a causa degli pneumatici freddi perse un paio di posizioni, così come successe a Montoya.

Al settimo giro, Christian Klien perse il controllo della della sua Red Bull, facendo rientrare la Safety Car
Durante la ripartenza Raikkonen attaccò, con successo, Button ma nella fase del sorpasso le due vetture si toccarono causando la rottura dell’ala anteriore della McLaren.

Al 18° passaggio Montoya aprì il valzer dei pit-stop, seguito da Button che al rientro prese la posizione nei confronti del colombiano. Dopo due giri arrivò anche il rifornimento per il leader della gara e in fotocopia anche Raikkonen nella tornata seguente, così Mark Webber si trovò a condurre la gara. Purtroppo la corsa della Williams dell’australiano si fermò due giri dopo a causa di un guasto alla trasmissione.

schumacher gp australia 2006
© Ferrari

A metà Gran Premio Alonso guidava su Raikkonen e Montoya. Heidfeld, invece, riuscì a conquistare la 4° posizione davanti a Button, Michael Schumacher, Villeneuve e Ralf Schumacher. Le posizioni si congelarono fino al 33° giro: quando Michael Schumacher perse il controllo della sua vettura mentre usciva dall’ultima curva, colpendo violentemente le barriere all’esterno della curva. L’incidente causò la terza entrata in pista della Safety Car, rendendo calda la pit lane. In questa fase Montoya, scivolò al sesto posto, dopo aver atteso che i meccanici sostituissero l’ala del compagno di squadra, Raikkonen. Ma il colombiano recuperò velocemente superando, prima Button e poi Heidfeld.
Quando mancavano 20 giri alla fine, la vettura di cortesia, fece il suo ingresso per la quarta volta, a causa di
un contatto tra Villeneuve e Liuzzi, in seguito al quale l’italiano finì contro le barriere.
Occasione ghiotta per per Ralf Schumacher, che si ritrovò terzo.
Pochi giri dopo, Montoya finì largo, provocando un guasto all’impianto elettrico, costringendolo al ritiro.
Heidfeld ereditava così la quarta posizione. All’ultimo giro, il motore Button andò in fumo, regalando a Fisichella il quinto posto davanti a Villeneuve.

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 1 Spain Fernando Alonso
France Renault 01:34:27.870 57
3
10
2 3 Finland Kimi Raikkonen
United Kingdom McLaren 01:34:29.670 57
4
8
3 7 Germany Ralf Schumacher
Japan Toyota 01:34:52.670 57
6
6
4 16 Germany Nick Heidfeld
Switzerland BMW Sauber 01:34:58.870 57
8
5
5 2 Italy Giancarlo Fisichella
France Renault 01:35:05.970 57
2
4
6 17 Canada Jacques Villeneuve
Switzerland BMW Sauber 01:35:17.370 57
19
3
7 11 Brazil Rubens Barrichello
Japan Honda 01:35:19.770 57
16
2
8 14 United Kingdom David Coulthard
Austria Red Bull 01:35:21.770 57
11
1
9 21 United States Scott Speed
Italy Toro Rosso 01:35:46.670 57
18
0
10 12 United Kingdom Jenson Button
Japan Honda +1 lap 56
1
0
11 19 Netherlands Christijan Albers
Russian Federation Midland +1 lap 56
17
0
12 22 Japan Takuma Sato
Japan Super Aguri +2 laps 55
21
0
13 23 Japan Yuji Ide
Japan Super Aguri +3 laps 54
22
0
RIT 4 Colombia Juan Pablo Montoya
United Kingdom McLaren Electrical 46
5
0
RIT 18 Portugal Tiago Monteiro
Russian Federation Midland Mechanical 39
20
0
RIT 20 Italy Vitantonio Liuzzi
Italy Toro Rosso Accident 37
12
0
RIT 5 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari Accident 32
10
0
RIT 9 Australia Mark Webber
United Kingdom Williams Transmission 22
7
0
RIT 15 Austria Christian Klien
Austria Red Bull Accident 4
13
0
RIT 8 Italy Jarno Trulli
Japan Toyota Accident 0
9
0
RIT 10 Germany Nico Rosberg
United Kingdom Williams Accident Damage 0
14
0
RIT 6 Brazil Felipe Massa
Italy Ferrari Accident 0
15
0

Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button