1950-1959Formula 1On this day

Gran Premio di Francia 1950: a Reims domina Fangio

Fangio e gli altri. C’era tutta la nobiltà del Motorsport. Anno 1950, l’inizio della storia del Mondiale di Formula 1, alla sua prima edizione. Il 13 maggio di quell’anno nell’ex pista di atterraggio della RAF a Silverstone, inizia la prima corsa all’iride della storia. Scordatevi i 23 Gran Premi odierni: solo 7 gare, e che gare. Dopo la pista inglese, subito Monaco, dove esordì la Ferrari che non aveva preso parte alla gara britannica. Poi Reims, Francia, di cui raccontiamo nelle prossime righe, preceduta da Spa e seguita dall’Autodromo di Monza.

QUANTE SCUDERIE!

Reims, dunque: una pista ad altissima velocità, un triangolo che collega tre strade del paese e che sarà uno dei diversi tracciati, insieme a Digione, Le Castellet e Magny-Cours, ad ospitare il Gran Premio di Francia negli anni a venire. Per farvi capire cosa fosse agli albori il Mondiale di Formula 1, il 2 luglio in territorio francese le scuderie sono così suddivise: tre Alfa-Romeo, una sola Ferrari (la 275 guidata dall’inglese Peter Whitehead) perché Ascari e Villoresi restano bloccate ai box; 6 Maserati, tra cui quella guidata da Chiron, monegasco come Leclerc e unico pilota del Principato ad aver vinto in casa; e ben 7 Talbot-Lago, la scuderia rilevata dall’imprenditore franco-veneziano Antonio Lago nata nel 1935 sulle ceneri della vecchia Anglo-French LTD.

E’ anche l’epoca delle “3 F”: Farina, Fangio, Fagioli. Tre nomi storici e pionieristici dell’automobilismo. Tutti e tre alla guida delle tre Alfa-Romeo 158 che si piazzano nei primi tre posti della griglia in qualifica. Primo l’argentino, secondo Farina e terzo Fagioli. A Reims si gira in oltre due minuti a 174 km/h di media. Franco Rol e Felice Bonetto, con due Maserati, completano la flotta degli italiani, partendo rispettivamente settimo e diciassettesimo, tra i diciotto piloti in gara. Alla partenza del Gran Premio di Francia 1950 Farina si porta in testa quasi subito, seguito da Fangio e Fagioli. Gonzales con la Rossa e Sommer con la Talbot (il primo darà nel 1951 la prima storica vittoria alla Ferrari in Formula 1) si ritirano poco dopo per noie meccaniche, mentre al 35° giro soltanto otto piloti restavano in corsa, a testimonianza della durezza della corsa e dalle sollecitazioni alle quali è sottoposto il motore.

LA SPUNTA JUAN MANUEL

La gara di Farina, però, sontuosa e di classe, termina allo stesso modo per noie meccaniche che gli impediscono di ottenere anche solo un piazzamento. La lotta per la vittoria si risolveva dunque tra Fangio e Fagioli, con il primo che la spuntava per soli 25 secondi sul rivale. Nelle cronache dell’epoca si denuncia la sconfitta di Fagioli con una perdita di tempo dovuta a una sosta ai “boxes” per cambiare una ruota… una pratica regolare oggi in Formula 1.

Al terzo posto del Gran Premio di Francia 1950 arriva la Ferrari privata di Whitehead, e per come si era messa per l’ingegner Ferrari è un successone. All’ultima tappa, al GP d’Italia a Monza, con Fangio che si presenta in testa alla classifica con 26 punti contro i 24 di Fagioli, si ritira dopo 35 giri per noie al motore. Tra i due litiganti il terzo gode: Nino Farina sarà incoronato primo campione del mondo di Formula 1. E’ l’inizio di un lungo, affascinante romanzo.

L’ordine di arrivo del Gran Premio di Francia 1950

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 6 Argentina Juan Manuel Fangio
Italy Alfa Romeo 02:57:52.800 64
1
9
2 4 Italy Luigi Fagioli
Italy Alfa Romeo 02:58:18.500 64
3
6
3 14 United Kingdom Peter Whitehead
Italy Ferrari +3 laps 61
18
4
4 44 France Robert Manzon
France Simca +3 laps 61
12
3
5 16 France Eugène Chaboud
France Philippe Étancelin
France Talbot-Lago +-54 laps 59
59
4
4
1
1
6 26 France Louis Rosier
France Charles Pozzi
France Talbot-Lago +-48 laps 56
56
15
15
0
0
7 2 Italy Nino Farina
Italy Alfa Romeo Fuel Pump 55
2
0
8 18 France Yves Giraud Cabantous
France Talbot-Lago +12 laps 52
5
0
RIT 22 France Pierre Levegh
France Talbot-Lago Engine 36
9
0
RIT 40 Italy Felice Bonetto
Italy Maserati Engine 14
10
0
RIT 42 Belgium Johnny Claes
France Talbot-Lago Overheating 11
14
0
RIT 20 France Louis Rosier
France Talbot-Lago Overheating 10
6
0
RIT 32 United Kingdom Reg Parnell
Italy Maserati Engine 9
11
0
RIT 28 Italy Franco Rol
Italy Maserati Engine 6
7
0
RIT 30 Monaco Louis Chiron
Italy Maserati Engine 6
13
0
RIT 34 United Kingdom David Hampshire
Italy Maserati Engine 5
17
0
RIT 12 France Raymond Sommer
France Talbot-Lago Overheating 4
16
0
RIT 36 Argentina José Froilán González
Italy Maserati Engine 3
8
0

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.